Kingston HyperX 3K, nuova famiglia di SSD

Kingston HyperX 3K, nuova famiglia di SSD

Kingston presenta sul mercato una nuova famiglia di unità SSD, caratterizzate da un taglio che parte dai 90 e finisce ai 480GB

di pubblicata il , alle 08:31 nel canale Storage
Kingston
 

Kingston ha presentato sul mercato la propria nuova famiglia HyperX 3K, serie sviluppata su controller SandForce SF-2281. Con tagli di 90, 120, 240 e 480GB, le proposte sono caratterizzate dalla presenza di memorie di tipo MLC e connessione SATA 3. Con una resistenza agli urti pari a 1500G e una temperatura operativa compresa tra 0 e 70°, i prodotti di Kingston presentano i classici vantaggi delle proposte basate su memoria statica e che non devono quindi ricorrere all'impiego di componenti in movimento.

Questi i valori di lettura e scrittura sequenziale dichiarati dall'azienda:

90GB – 555/510MB/s
120GB – 555/510MB/s
240GB – 555/510MB/s
480GB – 540/450MB/s

A seguire invece i valori di lettura e scrittura random sostenuta di pacchetti da 4K:

90GB – 20,000/50,000 IOPS
120GB – 20,000/60,000 IOPS
240GB – 40,000/57,000 IOPS
480GB – 60,000/45,000 IOPS

I prezzi delle proposte per il mercato italiano, invece, sono riportati nella tabella seguente:

Kingston

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
bleachfan7013 Aprile 2012, 08:44 #1
135,15€ per il 90Gb, allo stesso prezzo non si trovano i Crucial M4 da 128Gb?
I prezzi invece di diminuire, aumentano
FroZen13 Aprile 2012, 08:47 #2
E' il listino......
calcolatorez3z2z113 Aprile 2012, 08:48 #3
Ciò che non capisco e come fanno ad avere prezzi ancora così alti.Eppure il costo di produzione di un tradizionale hard disk dovrebbe essere maggiore.
JohnPetrucci13 Aprile 2012, 08:56 #4
Io mi sono ordinato da poco un verbatim 128Gb a 95€ sata II. In tempi di crisi non mi metto certo a guardare le differenze dei benchmark con le proposte Sata III (a volte nemmeno tanto più veloci...). Tanto gli ssd tra l'uno e l'altro nelle prove reali di tutti i giorni, non mostrano differenze avvertibili, i bench li lascio ai fanatici e li considero solo informativi e non vincolanti. I dati di targa e di bench di un ssd non sono quelli di una vga per intenderci e non danno tutti sti vantaggi reali. Anche un Crucial m4 avrebbe richiesto circa 40€ in più, e per cosa? Per avere tra l'altro nand MLC a 25nm contro quelle a 32nm del Verbatim che sono più longeve in ogni caso? No grazie, i tempi in cui buttavo i soldi in informatica sono ormai lontani. Questi modelli Kingston poi sono come altre decine già esistenti, con il mitico (si fa per dire...) Sandforce SF-2281 che con MLC asincrone da il peggio di se, e con MLC sincrone ha dei prezzi sicuramente alti per i miei gusti.
The_Saint13 Aprile 2012, 09:07 #5
Originariamente inviato da: JohnPetrucci
Anche un Crucial m4 avrebbe richiesto circa 40€ in più, e per cosa? Per avere tra l'altro nand MLC a 25nm contro quelle a 32nm del Verbatim che sono più longeve in ogni caso?
Questa affermazione non è corretta: la longevità non dipende solo dal processo produttivo, ma è legata anche e soprattutto alla gestione della WA (Write Amplification) implementata nel controller...
JohnPetrucci13 Aprile 2012, 09:36 #6
Originariamente inviato da: The_Saint
Questa affermazione non è corretta: la longevità non dipende solo dal processo produttivo, ma è legata anche e soprattutto alla gestione della WA (Write Amplification) implementata nel controller...

Grazie per la correzione, ma continuo a fidarmi maggiormente del vecchio processo produttivo.
homoinformatico13 Aprile 2012, 09:51 #7
Secondo una mia impressione "a orecchio" i problemi del sandforce sono da ricercarsi negli algoritmi di compressione.
Secondo me ogni tanto gli algoritmi di cui sopra scazzano qualche bit e mandano in palla il sistema. Proprio come quando la ram non passa i vari memtest.
Tale impressione non è supportata da nulla. E appnuto solo una impressione. Però qualsiasi ssd decida di comprare non deve avere il famigerato controller sandforce. Le schermate blu le voglio per il troppo overclock, non perchè il controller del disco fa le bizze.
The_Saint13 Aprile 2012, 09:55 #8
Originariamente inviato da: JohnPetrucci
Grazie per la correzione, ma continuo a fidarmi maggiormente del vecchio processo produttivo.
Per darti un'idea, guarda questi test sulla durata reale, eseguiti su vari SSD con NAND da 25 e 34nm:
http://www.xtremesystems.org/forums...ce-25nm-Vs-34nm

Come vedi quelli che sono durati di più usano NAND da 25nm...
serassone13 Aprile 2012, 10:49 #9
Faccio notare che questa nuova serie "3K" si pone a un livello inferiore rispetto alla serie HyperX "normale": la sigla "3K" si riferisce ai cicli di lettura/scrittura delle memorie, 3K cicli appunto, mentre gli HyperX "normali" montano celle Intel con 5K cicli di lettura/scrittura.
Thunder-7413 Aprile 2012, 12:45 #10
c'e' di meglio a prezzi più bassi...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^