Iomega acquisisce Excelstor

Iomega acquisisce Excelstor

Il piccolo produttore di hard disk Excelstor verrà acquisito da Iomega che, pagando in quote azionarie, diventerà parte della conglomerata CEC

di pubblicata il , alle 16:26 nel canale Storage
 

Iomega, azienda Californiana ben nota nel panorama tecnologico grazie alla sua ricca offerta di soluzioni di storage e per il backup dei dati, ha annunciato nel corso dei giorni passati la volontà di acquisire ExcelStor Great Wall Technology, un piccolo produttore cinese di hard disk.

ExcelStor è una realtà impegnata nello sviluppo e produzione di soluzioni e tecnologie di storage, che ha inoltre fornito a Iomega gli hard disk utilizzati per i prodotti della serie REV sin dal 2004. ExcelStor è principalmente un produttore OEM che tuttavia possiede anche una linea di prodotti a proprio marchio commercializzati sul mercato retail. La produzione di ExcelStor ammonta a circa 20 milioni di unità disco all'anno.

ExcelStor è sussidiaria di Great Wall Technology Company Limited (GWT), realtà quotata presso la borsa valori di Hong Kong e anch'essa impegnata nel settore IT. GWT, a sua volta, è indiretta sussidiaria di China Electronics Corporation (CEC), una grossa conglomerata di proprietà del governo della Repubblica Popolare Cinese, che controlla più di 60 realtà impegnate sempre nel settore tecnologico. CEC possiede indirettamente il 62% di GWT.

La noiosa premessa è necessaria per spiegare l'evoluzione dell'intera vicenda. Per poter acquisire ExcelStor, Iomega dovrà emettere 84 milioni di azioni per coprire completamente la capitalizzazione di ExcelStor. Il pagamento azionario sarà ovviamente rivolto a GWT, la quale si troverà quindi nella situazione di possedere il 43% circa delle quote azionarie di Iomega diventando così il principale azionista dell'azienda Californiana. ExcelStor diverrà, invece, sussidiaria al 100% di Iomega la quale, a sua volta, si troverà giocoforza ad essere parte di CEC.

Jonathan Huberman, CEO di Iomega, ha dichiarato: "Ci aspettiamo di diventare parte integrante della famiglia CEC e per questo motivo poter incrementare la nostra crescita nei mercati statunitense ed europeo e di poter accedere con maggiore facilità al mercato cinese. Il nostro obiettivo finale è quello di costruire un leader globale nell'ambito delle periferiche per PC e di altri prodotti CE".

Per i primi due anni dopo la conclusione dell'acqisizione, il consiglio di amministrazione sarà composto da cinque membri nominati da ExcelStor e da quattro nominati da Iomega. La sede resterà comunque di stanza a San Diego, in California.

Una volta che i regolatori del mercato avranno espresso parere positivo in merito all'accordo, l'acquisizione sarà completata nel giro di circa sei mesi, ovvero entro la metà del prossimo anno. Fino a quando l'acquisizione non sarà stata perfezionata, entrambe le realtà continueranno ad operare indipendentemente.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
imayoda14 Dicembre 2007, 16:45 #1
Il mio unico hdd excelstor è ancora vivo è vegeto
viscm14 Dicembre 2007, 16:48 #2
Secondo me è sbagliato il titolo della News!!!
Sarebbe stato + giusto scrivere GWT compra Iomega o Iomega in mani cinesi.
Xchè questa è poi la verità
axias4114 Dicembre 2007, 17:17 #3
Originariamente inviato da: viscm
Secondo me è sbagliato il titolo della News!!!
Sarebbe stato + giusto scrivere GWT compra Iomega o Iomega in mani cinesi.
Xchè questa è poi la verità


Iomega nelle mani dello stato cinese...
Marcus Scaurus14 Dicembre 2007, 17:27 #4


Non credo che questo avvenimento meriti ulteriore commento... Vendersi allo stato cinese... Che tristezza!
Faustinho DaSilva14 Dicembre 2007, 18:11 #5
bhe cmq sulle nuovi aumenti d capitale hanno diritto di prelazione tutti gli azionisti... poi se vogliono pagare in azioni è un altro discorso... cmq io preferirei il contante sonante... visto cm hanno fatto buchi nell'acqua alcune realtà globali decisamente più grosse di iomega

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^