Intel, presto SSD da 80 e 160GB?

Intel, presto SSD da 80 e 160GB?

Tornano a far parlare di sé le promesse di Intel in fatto di Solid State Disk, con nuovi prodotti di elevata capacità

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 10:28 nel canale Storage
Intel
 

Intel, qualche mese fa, annunciò la produzione di chip memoria specificatamente pensati per l'archiviazione dati, da utilizzarsi in svariati ambiti, come ad esempio i Solid State Disk. Stiamo parlando del chip Z-P140, realizzato in tagli dai 2 ai 16GB con transfer rate di 30MB al secondo e 40MB al secondo, rispettivamente in scrittura e lettura.

Passarono un paio di settimane, ed Intel non mancò di esporre presso il CES di Las Vegas 2008 i primi dischi, rigorosamente sotto vetro e privi di ogni indicazione riguardanti le caratteristiche tecniche. Le uniche indicazioni disponibili riguardavano infatti i form factor scelti, ovvero 1,8 e 2,5 pollici.

Gira ora in rete la notizia secondo la quale Intel avrebbe intenzione di produrre dischi con interfaccia SerialATA II, form factor da 1,8 e 2,5 pollici, con capienze comprese fra gli 80 ed i 160GB. Informazioni molto interessanti, in quanto Intel decide con questa mossa di giocare pesante nel settore SSD, anche contando sulla velocità di lettura di ben 100MB al secondo. Sembra quindi che il chip Z-P140 abbia trovato una sua collocazione ben precisa, dotato inoltre di caratteristiche tecniche molto interessanti che testimoniano il grande lavoro che Intel sta svolgendo in questo settore.

Resta da vedere quando Intel intenderà presentare sul mercato queste soluzioni, finora soltanto annunciate e mai viste, se non in forma di mock-up al CES. maggiori informazioni saranno sicuramente disponibili nel corso dell'imminente IDF di Shangai.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
adynak11 Marzo 2008, 10:34 #1
Se Intel inizia a muoversi nel mercato è perché ha intravisto dei guadagni notevoli e non vuole che altre case (Samsung e Mtron tra tutte) possa raggiungere il monopolio del settore nel prossimo anno.
Visto come stanno andando le cose sembra che lo sviluppo dei SSD stia prendendo un'improvvisa accelerazione: meglio per noi utenti finali !!!
Intanto su ebay si trovano già dischi SSD Sata da 2.5 pollici in tagli da 64GB e velocità di 100 MB/s in read e 80 MB/s in write sugli 800 euro.
1 anno e i SSD inizieranno a comptere per prezzo e prestazioni con gli attuali SCSI (per quanto riguarda il mercato consumer penso che ci vorranno diversi anni ancora).
ilratman11 Marzo 2008, 10:47 #2
ci psero veramente in un 2.5" da 160GB e 100MB/s di lettura, sarebbe una manna per i portatili come il mio, usando proe ho accessi continui al disco e mi servirebbe più velocità ma soprattutto il tempo di accesso nullo che hanno gli ssd.

aspetto!
Jackari11 Marzo 2008, 10:51 #3
160GB ???
direi veramente non male
chissà il prezzo di queste soluzioni, se incrementano ancora un pò la capienza potrebbero essere ottime per lo storage. Dovrebberp essere più sicure dei dischi fissi vista l'assenza di parti in movimento.
LZar11 Marzo 2008, 11:06 #4
I portavoce di Intel hanno anche parlato di una riduzione progressiva dei costi delle unità SSD del 40% di anno in anno.

Se a previsione dovesse rivelarsi esatta, riferendomi all'esempio riportato da Adynak:

oggi 800 Euro.
2009 480 Euro
2010 <300 Euro
2011 <180 Euro
2012 circa 100 Euro, che è più o meno il prezzo di un Raptor 74 Gb.

tra 4 anni insomma potremmo avere un disco SSD super performante ad un costo accettabile. (E probabilmente Western Digital non venderà più Raptor ... )
ilratman11 Marzo 2008, 11:22 #5
Originariamente inviato da: LZar
I portavoce di Intel hanno anche parlato di una riduzione progressiva dei costi delle unità SSD del 40% di anno in anno.

Se a previsione dovesse rivelarsi esatta, riferendomi all'esempio riportato da Adynak:

oggi 800 Euro.
2009 480 Euro
2010 <300 Euro
2011 <180 Euro
2012 circa 100 Euro, che è più o meno il prezzo di un Raptor 74 Gb.

tra 4 anni insomma potremmo avere un disco SSD super performante ad un costo accettabile. (E probabilmente Western Digital non venderà più Raptor ... )


magari fanno un raptor da 15k e 1TB al posto che 10k e 150GB, avrebbe un suo senso e gli ssd con le stesse caratteristiche costerebbero sempre di più.

la vera rivoluzione saranno gli ssd 2.5" da notebook dove veramente serve più velocità rispetto ad oggi.
LZar11 Marzo 2008, 11:55 #6
Originariamente inviato da: ilratman
magari fanno un raptor da 15k e 1TB al posto che 10k e 150GB, avrebbe un suo senso e gli ssd con le stesse caratteristiche costerebbero sempre di più.

la vera rivoluzione saranno gli ssd 2.5" da notebook dove veramente serve più velocità rispetto ad oggi.


Beh, secondo me velocità accoppiata a silenziosità (hai presente il casino che fanno i Raptor ) e bassi consumi servono dappertutto, non solo sui portatili. Che poi sui portatili servano di più, sono d'accordo con te.
ghiltanas11 Marzo 2008, 12:55 #7
Intel in genere nn fa le cose a caso, e se ha deciso di investire in questo settore sono sicuro che presto vedremo dei buoni sviluppi
Malekh11 Marzo 2008, 13:02 #8
Scusate non so se ho capito bene..ssd con 30mb/s in scrittura e 40mb/s in lettura?? No perchè considerando:

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Mi tengo il mio vecchio sata coi suoi obsoleti piatti...Ho capito male io vero? Spero almeno..
bLaCkMeTaL11 Marzo 2008, 13:05 #9
concordo col casino del raptor...mi fa quasi pentire,,,poi però vedo i caricamenti ed i trasferimenti e penso: meno male!
Si...ci vuole molta performance e molto silenzio (unito a consumi più efficienti): decisamente la domanda c'è su tutti i fronti.
Speriamo che si muovano di pari passo anche i produttori classici di HD (e non vogliamo pacchi ibridi..vogliamo dischi full SSD prodotti in massa ed accessibili!).
ilratman11 Marzo 2008, 13:24 #10
Originariamente inviato da: Malekh
Scusate non so se ho capito bene..ssd con 30mb/s in scrittura e 40mb/s in lettura?? No perchè considerando:

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Mi tengo il mio vecchio sata coi suoi obsoleti piatti...Ho capito male io vero? Spero almeno..


sono 80 e 100 i 30-40 erano i primi prototipi

ma anche se fossero solo 40 ne varrebbe la pena visto i tempi di accesso nulli, il 50% del tempo negli hd viene perso per i tempi di accesso ai dati.

quindi anche a parità di velocità di lettura nell'uso quotidiano avresti un notevole aumento di prestazioni.

Originariamente inviato da: bLaCkMeTaL
concordo col casino del raptor...mi fa quasi pentire,,,poi però vedo i caricamenti ed i trasferimenti e penso: meno male!
Si...ci vuole molta performance e molto silenzio (unito a consumi più efficienti): decisamente la domanda c'è su tutti i fronti.
Speriamo che si muovano di pari passo anche i produttori classici di HD (e non vogliamo pacchi ibridi..vogliamo dischi full SSD prodotti in massa ed accessibili!).


quoto il casino dei raptor, io cerco sempre e solo la silenziosità ma volevo solo dire che le prestazioni si possono ottenere anche con i dischi normali e anche i consumi.
i nuovi p7k500 della hitachi sono dischi silenziosissimi e da 80-100 MB/s e consuma 4W in lettura scrittura rispetto ai vecchi maxtor che ne consumavano anche 15W.

sono daccordo che non voglio pacchi ibridi, magari in futuro si andrà con un ssd velocissimo per l'os e un disco lento silenzioso e risparmioso per i dati.
tutto si evolve e credo anche i dischi normali possano ancora dire la loro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^