Intel presenta il nuovo SSD Optane 800P, pensato per i PC di casa

Intel presenta il nuovo SSD Optane 800P, pensato per i PC di casa

Si allarga l'offerta di SSD da parte di Intel per la clientela domestica, con la presentazione di due unità davvero molto particolari che sfruttano la tecnologia Optane, con latenze molto basse e altri vantaggi rispetto agli SSD SATA. Ecco alcuni dettagli

di pubblicata il , alle 18:31 nel canale Storage
IntelOptane
 

Abbiamo avuto modo di parlare ampiamente della tecnologia Optane applicata allo storage di casa Intel. Per fare un breve riassunto possiamo dire che le unità Optane sfruttano chip con una tecnologia molto diversa rispetto a quella dei comuni SSD, anche di Intel stessa, poiché si appoggiano a quella che viene definita 3D XPoint. Intel però ci ha messo un po' del suo per confondere l'utente finale, rilasciando due tipologie di prodotti, come si vede nell'immagine che segue.

Sotto "Optane Technology" rientrano due categorie di prodotti completamente differenti ovvero Optane Memory e Optane SSD. La prima è di fatto una linea di SSD di caching, da abbinare ad un hard disk meccanico e promettendo un balzo in avanti delle prestazioni generali senza rinunciare allo spazio di archiviazione. Ovviamente si tratta di una soluzione per i sistemi desktop. La seconda, invece, riguarda SSD veri e propri, che non devono essere abbinati a niente (in teoria, lo vedremo poi), dotati appunto della tecnologia 3D XPoint.

Cosa promette questa tecnologia? Oltre a transfer rate elevati, essendo dotati di interfaccia PCIe x2 o x4 e protocollo NVMe, sono le latenze molto basse a promettere faville in termini di IOPS e reattività in genere. Oggi Intel ha presentato una nuova linea di SSD che ricade in questa categoria, con il nome di Intel Optane SSD 800P.

Come si evince dalla tabella siamo di fronte a un SSD nel formato M.2 2280 con interfaccia PCIe 3.0 x2, con una velocità di lettura massima di 1450MB/s e scritture fino a 640MB/s. In termini di IOPS i valori sono di 250k in lettura e 140k in scrittura, in riferimento allo scenario random 4k. Davvero elevato il ciclo di vita, altro vantaggio della tecnologia 3D XPoint, in quanto di parla di ben 365TBW.   I tagli disponibili sono piccoli, almeno per ora: esiste infatti la variante da 58GB e da 118GB, offerte rispettivamente ai prezzi dichiarati di 129 e 199 Dollari USA.

Nella giornata di domani pubblicheremo un articolo di approfondimento su questi SSD, per capire quali siano le reali aspettative. In molti infatti saranno tutto sommato delusi dai valori di transfer rate in MB/s, ma ci sono altri parametri da tenere in considerazione che riguardano latenze, prestazioni in situazioni di disco pieno, RAID e comportamento in base alla Queue Depth. Tutte cose di cui parleremo domani. Continuate a seguirci!

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mparlav08 Marzo 2018, 18:48 #1
Si può fare un confronto di due tipi, Intel 900p 280GB e Intel 760p 512GB

Il primo costa circa 380$, ma offre 2500/2000 read/write e 550/500 random Miops. Quindi migliore capacità/prezzo e prestazioni di gran lunga superiori.

Il secondo, un più tradizionale ssd m.2 pcie, costa sempre 200$, ma offre 3230/1625 e 340/275 random Miops.
Stesso prezzo, ma oltre 4 volte la capacità.
Sarà più lento nel range QD1-QD4, ma la capacità resta un fattore determinante per un utente consumer.

Un utente potrebbe comprarsi un Intel 800p solo per una ragione: infilarne 4 da 60/120GB in raid 0 su un Asus Hyper x16 o un Asrock Ultra Quad X16 e farci questo
TheDarkAngel08 Marzo 2018, 19:48 #2
Gli unici test da fare sono i tempi di caricamento delle applicazioni, se questi non si dimezzano, restano orpelli inutili in ambito workstation/office/gaming
benderchetioffender08 Marzo 2018, 20:02 #3
mah, mi sfugge notevolmente il campo di applicazione di questa roba se non sui server... poi a quel prezzo, credosia piu semplice e gestibile un ssd M.2 e via
Eress08 Marzo 2018, 20:13 #4
Anche a me sfugge il senso di questi prodotti. Io con 60 euri ho un ssd da 300mb/s in lettura e 200 in scrittura, rigorosamente sata 2.
supertigrotto09 Marzo 2018, 09:26 #5

Eress

Dove lo trovi?Io sul notebook ho messo un ssd sata 3 nonostante la porta del notebook sia sata 2 e quindi é stato quasi uno spreco,di ssd sata 2 in giro non mi pare ce ne siano ancora
illidan200009 Marzo 2018, 09:46 #6
edit
illidan200009 Marzo 2018, 09:50 #7
Originariamente inviato da: Mparlav
Si può fare un confronto di due tipi, Intel 900p 280GB e Intel 760p 512GB

Il primo costa circa 380$, ma offre 2500/2000 read/write e 550/500 random Miops. Quindi migliore capacità/prezzo e prestazioni di gran lunga superiori.

Il secondo, un più tradizionale ssd m.2 pcie, costa sempre 200$, ma offre 3230/1625 e 340/275 random Miops.
Stesso prezzo, ma oltre 4 volte la capacità.
Sarà più lento nel range QD1-QD4, ma la capacità resta un fattore determinante per un utente consumer.

Un utente potrebbe comprarsi un Intel 800p solo per una ragione: infilarne 4 da 60/120GB in raid 0 su un Asus Hyper x16 o un Asrock Ultra Quad X16 e farci questo


metterne quattro per fare il lavoro di uno e mezzo... forse facendo un raid10 ha più senso
Mparlav09 Marzo 2018, 09:51 #8
Non vale la pena prendere un vecchio sata 3GBs, quando si trovano i 6GBs a capacità/prezzo inferiore retrocompatibili.
Un TeamGroup L5 LITE 120GB costa 30-35 euro e farebbe il suo "sporco lavoro" anche su un pc datato con 3GBs.
GG16709 Marzo 2018, 15:07 #9
Roba senza senso.
giovanni6909 Marzo 2018, 19:21 #10

Intel SSD Optane SSD 800P, ecco le cose da sapere e test sintetici

Continuazione:
https://www.hwupgrade.it/articoli/s...tici_index.html

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^