Intel, investimenti da miliardi di dollari per i chip NAND Flash

Intel, investimenti da miliardi di dollari per i chip NAND Flash

L'azienda californiana pianifica un investimento di ben 5,5 miliardi di dollari in 5 anni per riqualificare un centro produttivo in Cina, con lo scopo di produrre ingenti quantitativi di memorie NAND Flash, quelli usati nei Solid State Drive e non solo

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Storage
Intel
 

In base ad alcune notizie circolanti in rete, una delle quali riportata da Kitguru, Intel sarebbe in procinto di mettere ottime basi a una produzione davvero massiccia di chip NAND Flash, attraverso uno dei propri centri produttivi dislocati in Cina. Si pensa spesso che i centri produttivi dei colossi dell'informatica siano costantemente aggiornati e dediti alla produzione di modernissimi chip, ma non è così che stanno le cose.

Intel, e anche altri, dispongono ovviamente di centri produttivi concentrati sulla produzione di chip ultramoderni con il processo produttivo più raffinato, ma anche sedi dove viene prodotta componentistica di due-tre generazioni precedenti rispetto al non plus ultra della tecnica. E son quelli che fanno i grandi volumi. Ebbene, proprio uno di questi centri dovrebbe essere al centro di una forte ristrutturazione e riqualificazione, con investimenti previsti di ben 5,5 miliardi di dollari in 5 anni.

Cosa bolle in pentola? Sembra che Intel sia intenzionata ad una produzione davvero massiccia di chip NAND Flash, quelli utilizzati nei Solid State Drive per citare un esempio, cogliendo di sorpresa ben più di un analista. Intel è infatti impegnata da anni in una collaborazione molto stretta con Micron per realizzare chip NAND Flash, ed è proprio a questa che si fa carico della produzione materiale dei chip.

In futuro lo scenario potrebbe cambiare con possibili ripercussioni sia su Intel che su Micron. La prima potrebbe contare su una produzione massiccia di chip fatti "in casa", con ovvi benefici dal punto di vista economico, mentre la seconda vedrebbe calare, e di molto, le richieste per la propria produzione. Si tratta in ogni caso di ipotesi, poiché ad ora l'unica cosa certa è l'investimento e la sede scelta per la riqualificazione, ma sicuramente vedremo in futuro una Intel molto più agguerrita nel settore dei chip memoria non volatile.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TheQ.24 Ottobre 2015, 10:05 #1
sususu che devo cambiare l'HDD del notebook
^_^''
LMCH24 Ottobre 2015, 10:11 #2
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
con lo scopo di produrre ingenti quantitativi di memorie NAND Flash, quelli usati nei Solid State Drive e non solo

Non saranno NAND flash, ma le nuove memorie che ha presentato recentemente. Quelle con cui vuole sostituire le NAND flash.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^