In commercio gli hard disk a elio da 8TB HGST Ultrastar He8

In commercio gli hard disk a elio da 8TB HGST Ultrastar He8

Pensati per il mondo professionale, arrivano sugli scaffali nuovi hard disk HGST He8 riempiti a elio, con capacità record di ben 8TB

di pubblicata il , alle 12:31 nel canale Storage
 

Sebbene i Solid State Drive stiano diventando sempre meno cari e più capienti, il gap con gli hard disk tradizionali in termini di costo per GB è ancora molto elevato. Se da una parte è vero che ormai un buon SSD da 120/128GB può essere acquistato per meno di 100 Euro, esistono ambiti in cui è necessaria una capienza di gran lunga superiore. Le cose peggiorano ulteriormente in molti ambiti professionali e server (si pensi a servizi come il cloud storage), motivo per cui gli hard disk tradizionali sono ben lungi dall'essere impensieriti dal fenomeno SSD.

HGST

Parliamo spesso di hard disk tradizionali, ma l'evoluzione tecnologica va a coinvolgere anche questo settore e la dimostrazione viene proprio dagli hard disk commercializzati proprio in questi giorni da HGST, caratterizzati dall'essere letteralmente riempiti di elio al fine di minimizzare le distanze fra dischi e fra le testine di lettura/scrittura dalle superfici rotanti. Conseguenza diretta è la possibilità di raggiungere capienze molto elevate, semplicemente sfruttando un "ambiente interno" differente.

La serie HGST He8, a dimostrazione di quanto appena affermato, è caratterizzata da unità da ben 8TB di capienza e 7200 giri al minuto di rotazione, ottenuta stipando ben 6 dischi nel normale form factor da 3,5 pollici. HGST dichiara prestazioni massime in termini di transfer rate nell'ordine dei 205MB al secondo, mentre trova giustificazione parlare di famiglia prodotti (esistendo di fatto un solo taglio) considerando le tre varianti di interfaccia  SAS-6Gb/s, SAS-12Gb/s e SATA-6Gb/s.

I prezzi? In base a quanto riportato da Kitguru negli USA si parla di 899-933 Dollari a seconda del negozio, mentre in Europa le cifre dovrebbero partire da 619,00 Euro a cui aggiungere tasse e/o balzelli in stile SIAE/Franceschini.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo13 Novembre 2014, 12:36 #1
come tutte le nuove tecnologie i prezzi sono esorbitanti, sarà interessante quando caleranno e si troveranno dischi a elio da 2.5" da 4TB a 100 Euro
roccia123413 Novembre 2014, 13:14 #2
Beh dai... a più di due anni dopo la presentazione del primo disco da 4 tb... sono riusciti a raddoppiare la capacità
netdevil13 Novembre 2014, 13:33 #3
la cosa che mi preoccupa che tipo di vita hanno questi hard disk credo che dopo un pò l'elio tenda a sparire anche se contenuto in una zona stagno ??? e in caso di perdita di dati come possono agire se bisogna smontare i piattelli ?? mmmm
roccia123413 Novembre 2014, 13:50 #4
Originariamente inviato da: netdevil
la cosa che mi preoccupa che tipo di vita hanno questi hard disk credo che dopo un pò l'elio tenda a sparire anche se contenuto in una zona stagno ??? e in caso di perdita di dati come possono agire se bisogna smontare i piattelli ?? mmmm


Se l'area in cui è contenuto l'elio è stagna, l'elio non se ne va... altrimenti non è più stagna.

Per smontare i piattelli l'elio è l'ultimo dei problemi dato che serve una camera bianca, un disco di ricambio e professionisti che sanno quello che fanno anche per dischi senza elio.
rollo8213 Novembre 2014, 13:53 #5
uhmmmmm....

ma non erano rimaste solo seagate e western digital come marchi "veri"???
hrossi13 Novembre 2014, 14:01 #6
Rimane pur sempre un hard disk meccanico, l'elio permette una minor distanza testina-piatto e quindi la capienza aumenta per il maggior numero di piatti. Il target è quello determinato dall'interfaccia SAS, quindi non proprio quello domestico. Secondo me è il canto del cigno della tecnologia magneto-meccanica.

Hermes
acerbo13 Novembre 2014, 14:11 #7
Originariamente inviato da: hrossi
Rimane pur sempre un hard disk meccanico, l'elio permette una minor distanza testina-piatto e quindi la capienza aumenta per il maggior numero di piatti. Il target è quello determinato dall'interfaccia SAS, quindi non proprio quello domestico. Secondo me è il canto del cigno della tecnologia magneto-meccanica.

Hermes


sarà un canto ancora lungo allora. Vai a rimpiazzare tera e tera di storage composti da dischi meccanici con memorie flash ... con sta crisi poi.
Oggi una media impresa che genera un volume dati nell'ordine dei 50 tera annui (senza contare i backup) non puo' certo permettersi di passare a unità SSD, é già tanto che qualcuno compra i RACK a memoria flash per usarli come cache da mettere "davanti" allo storage vero e proprio.
Se penso a entità come netflix o i vari hoster che offrono spazio illimitato per pochi euro al mese non vedo come possano rimpiazzare i loro dischi con unità SSD nei prossimi 10 anni.
floc13 Novembre 2014, 14:12 #8
mah, ogni tanto lo penso anche io. Poi penso ai problemi (non mortali per carita') emersi di recente su pur ottimi 840 samsung e capisco che forse ci vuole un altro po' prima di fidarsi completamente della nuova tecnologia, mi immagino a dover aggiornare una batteria di server...
hrossi13 Novembre 2014, 14:19 #9
Originariamente inviato da: acerbo
sarà un canto ancora lungo allora. Vai a rimpiazzare tera e tera di storage composti da dischi meccanici con memorie flash ... con sta crisi poi.
Oggi una media impresa che genera un volume dati nell'ordine dei 50 tera annui (senza contare i backup) non puo' certo permettersi di passare a unità SSD, é già tanto che qualcuno usa i RACK a memoria flash per usarli come cache da mettere "davanti" allo storage vero e proprio.


Non lo so, non è che devi montare i dischi ad elio per forza e con quello che costano quando superi la decina rientri dalle spese di un armadio aggiuntivo zeppo di dischi SAS normali.
Non mi riferivo agli ssd anche se, ora che ne parli, mi pare che il loro taglio stia velocemente aumentando. Un articolo di qualche tempo fa http://www.extremetech.com/computin...n-hard-drives/2

Hermes
roccia123413 Novembre 2014, 14:29 #10
Originariamente inviato da: hrossi
Rimane pur sempre un hard disk meccanico, l'elio permette una minor distanza testina-piatto e quindi la capienza aumenta per il maggior numero di piatti. Il target è quello determinato dall'interfaccia SAS, quindi non proprio quello domestico. Secondo me è il canto del cigno della tecnologia magneto-meccanica.

Hermes


Imho no.
Fino a che gli SSD non avranno un rapporto prezzo/capacità simile a quello dei meccanici... questi ultimi avranno ancora vita lunga, almeno per storage.

Oggi siamo a circa 40 cent/gb per gli ssd mainstream (crucial mx100, samsung 840) contro i 3,5 cent/gb (circa) per i meccanici come i wd red.

Certo, gli ssd sono estremamente più veloci... ma prova a fare un paio di conti sui prezzi di 4/6/8/12 TB di storage ridontanti prima con SSD poi con i meccanici.
Anzi, faccio io:
4TB
2x wd red 4tb raid 1: 300€
5x samsung 840 1 tb raid 5: 1800€
12 TB
4x wd red 4 tb radi 5: 600€
14x samsung 840 raid 6: 5100€ (raid 6 d'obbligo vista la quantità di unità

Il futuro, se i meccanici continuano a (non) aumentare di capacità a questo ritmo, è sicuramente degli SSD, visto quanto sono calati e stanno calando di prezzo e al contempo aumentando di capacità e vista la stagnazione nel campo dei meccanici.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^