I prezzi degli SSD non possono diminuire ulteriormente: società a rischio bancarotta

I prezzi degli SSD non possono diminuire ulteriormente: società a rischio bancarotta

Secondo l'amministratore delegato di Phison non c'è spazio per ulteriori tagli di prezzo alla memoria NAND. Il dirigente ritiene che altri cali rischierebbero di portare alla bancarotta, ma guarda al futuro del settore con ottimismo.

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Storage
Phison
 

In una conferenza tenutasi nei giorni scorsi, K.S. Pua, amministratore delegato di Phison, ha delineato un quadro piuttosto critico per il settore della memoria NAND, come riportato da Digitimes. Tuttavia, l'azienda guarda al futuro con ottimismo tanto da aumentare il budget per la divisione ricerca e sviluppo.

Secondo Pua, i prezzi degli SSD e in generale delle memorie NAND non possono essere ulteriormente tagliati, in quanto i produttori rischierebbero la bancarotta. In effetti, l'ultimo periodo ha fatto registrare un'importante contrazione dei prezzi a causa di vendite in forte diminuzione. Questi tagli hanno rappresentato una perdita di circa 10 miliardi di dollari complessivi per aziende come Samsung, Kioxia, Micron, SK Hynix e Western Digital.

Il dirigente, quindi, ritiene che se tali aziende provassero a tagliare ulteriormente i prezzi dei loro prodotti la perdita potrebbe determinare il fallimento. A tal proposito, Pua sostiene che piuttosto sarà la produzione a essere tagliata così da agevolare un livellamento se non un aumento dei prezzi in modo da migliorare i margini sul venduto.

D'altro canto, è stata proprio Micron ad annunciare recentemente che non avrebbe applicato ulteriori tagli di prezzo. Allo stesso modo, anche Phison ha dichiarato che non intende prendere parte a eventuali campagne di riduzione dei prezzi, poiché ha come obiettivo a lungo termine di mantenere un margine lordo superiore al 27%, seppur con l'intenzione di espandere la propria presenza sul mercato.

I risultati del Q1 2023 evidenziano proprio la direzione intrapresa da Phison. La società ha registrato un calo nelle vendite del 18%, in linea con l'andamento generale del mercato. Tuttavia, ha tagliato la produzione di alcune soluzioni a basso margine e proposto un mix di prodotti migliore, raggiungendo un margine lordo del 31,78%.

Per tale motivo, l'azienda investirà l'80% del budget annuale in ricerca e sviluppo. Pua fa notare che molti dei suoi concorrenti hanno ridotto le spese per R&D, il che rappresenta un'importante occasione per Phison di consolidare il vantaggio strategico nei confronti degli avversari commerciali.

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ginopilot10 Maggio 2023, 10:06 #1
Che investano nell'aumento di capacità e contestuale riduzione dei prezzi per i tagli sopra 1TB.
coschizza10 Maggio 2023, 10:32 #2
Originariamente inviato da: Ginopilot
Che investano nell'aumento di capacità e contestuale riduzione dei prezzi per i tagli sopra 1TB.


non devi aver letto l'articolo se scrivi questo, li porterebbe alla bancarotta come mostrano gia varie trimestrali delle aziende
kbios10 Maggio 2023, 11:44 #3
I prezzi sono fin troppo bassi, piuttosto investissero nel differenziare un po' i prodotti invece di sfornare tutti della schifosa nand tlc e qlc
Ginopilot10 Maggio 2023, 11:59 #4
Originariamente inviato da: coschizza
non devi aver letto l'articolo se scrivi questo, li porterebbe alla bancarotta come mostrano gia varie trimestrali delle aziende


L'ho letto eccome. Investano in una maggiore densità per ridurre i costi e di conseguenza tagliare i prezzi. I tagli sotto 1TB oggi non hanno piu' molto senso, vengono usati principalmente dagli oem per configurazioni a bassissimo costo.
Micene.110 Maggio 2023, 12:14 #5
margine 31 nn mi sembra cmq poco
phmk10 Maggio 2023, 13:58 #6

E' finita la (loro) cuccagna ...

Almeno per un pò ...
Opteranium10 Maggio 2023, 14:11 #7
dovrebbero sfornare qualche bel pezzo in mlc, anche solo per entusiast, ricordo ancora con nostalgia il 970 pro, superiore tutt'ora a qualsiasi soluzione in scrittura di grandi volumi, in quanto gli altri dischi una volta finita la cache slc crollano a picco mentre questo resta costante
Final5010 Maggio 2023, 14:14 #8
con il mercato pc consumer in calo è logico che sarebbero calate anche le vendite di SSD... certo abbassare la produzione per tenere su i prezzi potrebbe essere anche controproducente considerando lo stato dell'economia mondiale e che difatti chi ha già un ssd nvme gen 3 non ha motivo di cambiare ssd.
benderchetioffender10 Maggio 2023, 14:15 #9
esagerati! e prima che si pagavano piu del peso oro? magnati tutti a champagne e mortadella quei guadagni?

a parte che poi, il problema che hanno è che questi nvme oramai son così performanti che quasi non c'è piu distinzione da fascia pro e consumer (si ci son garanzie, migliori buffer/controller etc, ma migliori di poco)

peccato, aspettavo qualche offerta che calasse il prezzo di un 15/20% per prenderne uno da 1Tb, mi toccherà cedere ai prezzi attuali
cecofuli210 Maggio 2023, 14:50 #10
8 TB sopra i 1000 euro...
4 TB li trovi a 230 euro...

Mettete gli 8 TB a prezzi umani e iniziate a produrre i 16 TB mainstream.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^