I piani di di Intel per gli SSD nel 2012

I piani di di Intel per gli SSD nel 2012

Affiora dal mare della rete la roadmap Intel relativa ai Solid State Drive, mettendo in mostra le intenzioni dell'azienda in ambito SSD per l'anno a venire

di pubblicata il , alle 08:53 nel canale Storage
Intel
 

Intel ha creduto fin dal primo momento negli SSD, sebbene all'inizio fossero prodotti veramente molto costosi e destinati a pochi fortunati. Passato qualche anno la situazione vede comunque gli SSD, specie quelli di rango, posizionarsi in fasce di prezzo non certo per tutte le tasche, ma si assiste a una frammentazione di mercato che mette nelle condizioni tutti, o quasi, di pensare all'acquisto di una di queste unità.

Anche Intel, nel tempo, ha esteso la propria offerta, offrendo differenti famiglie di SSD in base alla destinazione d'uso. Attualmente sono 3 le famiglie prodotto disponibili, indicate da numeri a tre cifre. La serie 7xx è quella più performante e senza compromessi, passando poi alla 5xx per la clientela casalinga più esigente, per finire poi con la serie "value", la 3xx.

In questi giorni emerge la conferma di questa certezza, in seguito alla pubblicazione di una interessante roadmap da parte di VR-Zone, che permette di delineare una continuità per il futuro con la linea scelta, oltre che confermare un aggiornamento di gamma più vicino, per frequenza, a quello dei processori che a quello degli SSD Intel del passato.

La produzione attuale prevede le serie 311, 310 e 320 per la fascia entry, con differenti tagli e interfaccia 3Gbps. A salire troviamo il modello 510, contraddistinto dall'interfaccia SATA 6Gbps, mentre per la famiglia 700 troviamo Lyndonville,  il sostituto del veccio X25-E, pensato per l'utilizzo in server. Da qui alla fine dell'anno assisteremo alla commercializzazione dei modelli 520 Cherryville, già annunciati da tempo, che prenderanno il posto degli attuali 510 mettendo a disposizione maggiori modelli differenziati per capienza e, verosimilmente, con prestazioni più elevate.

Nella fascia alta farà il suo debutto il  modello Ramsdale con interfaccia PCIe e realizzato con chip SLC. Per l'anno a venire sarà il terzo trimestre a regalare le prime novità. Si partirà dal nuovo "Ramsdale MLC", con capienze raddoppiate e, con buona probabilità, affiancato ai modelli SLC attesi per la fine di quest'anno. La dicitura MLC indica che verranno utilizzati chip 25 nm MLC-HET NAND flash, in grado di garantire l'affidabilità degli SLC ma mettendo a disposizione capienze doppie e prezzi inferiori.

Più o meno nello stesso periodo assiteremo alla presentazione di "King Crest", il successore della famiglia SSD 520 "Cherryville", ovvero quella per gli utenti casalinghi più esigenti. La differenza più evidente sarà nell'utilizzo di chip 25 nm MLC-HET NAND flash al posto dei "normali" 25 nm NAND flash della serie 520. Ad aumentare dovrebbero essere le prestazioni e l'affidabilità, mentre non sono attese particolari novità in fatto di capienze. "King Crest" verrà ovviamente commercializzato con form factor da 2.5 pollici e interfaccia SATA 6Gbps.

Altre novità arriveranno nel terzo trimestre: la prima sarà la serie "Taylorsville", ovvero la sostituta della famiglia SSD 710 "Lyndonville", portando in dote modelli di maggiore capienza, che arriveranno a 800GB. Anche in questo caso saranno utilizzati chip MLC-HET NAND flash, form factor da 2,5 pollici e interfaccia SATA 6Gbps.

"Lincoln Crest" prenderà invece il posto della famiglia SSD 320. La novità più importante è l'utilizzo, anche nella fascia value, dell'interfaccia SATA 6Gbps, oltre ad accogliere anche in questo caso chip MLC-HET NAND flash. Non si hanno informazioni, ad ora, su capienze e prestazioni, anche se ci si attendono scelte mirate a mantenere bassi i prezzi di acquisto rispetto alle famiglie SSD di maggior lignaggio.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ulk11 Ottobre 2011, 10:03 #1
......anche se ci si attendono scelte mirate a mantenere bassi i prezzi di acquisto rispetto alle famiglie SSD di maggior lignaggio......



Come sempre ovviamente, lavorano per noi, ci rimettono per noi.
megawati11 Ottobre 2011, 10:48 #2
Embè? Chi vende dice quanto costa, chi compra dice sì o no. Tutto il resto sono seghe mentali...
Mparlav11 Ottobre 2011, 11:34 #3
Porteranno queste nand MLC-HET dagli attuali 5 euro/GB della serie 710 a meno di 1 euro della serie Lincoln Crest tra 1 anno, perchè ovviamente i concorrenti non staranno lì ad aspettare
lostx8712 Ottobre 2011, 02:00 #4
edit...
Pakko14 Ottobre 2011, 15:17 #5
Soddisfatissimo utilizzatore di un ssd intel, il mio prossimo ssd per l'os sarà di nuovo un'intel.. devo solo decidere quando spendere e soprattutto quanto visto i prezzi!
dagio8514 Ottobre 2011, 21:51 #6
speriamo scendano quanto prima i prezzi!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^