HP cerca licenziatari per i masterizzatori LightScribe

HP cerca licenziatari per i masterizzatori LightScribe

Per via delle vendite inferiori alle aspettative HP sta cercando nuovi licenziatari per la realizzazione di masterizzatori con tecnologia LightScribe

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:59 nel canale Storage
HP
 

Hewlett-Packard è alla ricerca di licenziatari addizionali per la tecnologia LightScribe presso i produttori Taiwanesi di dischi ottici dal momento che le vendite di prodotti caratterizzati da questa tecnologia non ha risposto alle stime della compagnia.

BenQ e Lite-On IT sono produttori licenziati di masterizzatori DVD LightScribe, mentre CMC Magnetics detiene la licenza per dischi LightScribe. La tencologia LightScribe permette di stampare direttamente sulla superficie non registrabile di un disco ottico, utilizzando lo stesso laser impiegato per la masterizzazione.

HP ha iniziato a promuovere i masterizzatori LightScribe nel mese di Gennaio, tuttavia le vendite sono rimaste al di sotto delle aspettative per via della difficoltosa reperibilità sul mercato dei supporti adeguati. Il prezzo dei masterizzatori LightScribe non è, infatti, di molto superiore rispetto a modelli tradizionali. La compagnia ha effettuato uno spin-off dell'unità (chiamata, guardacaso, LightScribe) che attualmente si occupa della ricerca di nuovi licenziatari.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
JohnPetrucci27 Giugno 2005, 17:06 #1
Il lightscribe è una funzione utile ma non indispensabile, credo sia questo uno dei principali limiti della sua diffusione.
Anche perchè si allungano i tempi di masterizzazione in modo evidente, pur realizzando ad es. la stampa laser del solo titolo.
ciop7127 Giugno 2005, 17:10 #2
Il prezzo dei masterizzatori compatibili LightScribe è decisamente più alto rispetto a quelli chiamiamoli 'classici'. Il modello della Philips costa tra gli 89€ e i 109€ (io l'ho preso a 89€ con inclusi 3 CD lightscribevoli), il modello della Benq l'ho vista a 99€ e a 75€, inoltre non si trovano facilmente nei negozi, mentre i masterizzatori dvd di pari caratteristiche costano ormai sotto i 60€ (e anche più vicino ai 50€) ed è possibile acquistarli ovunque.
Anche i supporti compatibili non sono molto diffusi, io ho trovato solo CD a 99 centesimi (in rete ho visto prezzi tra 1.50€ e 1.70€ per un CD ), DVD compatibili devo ancora vederne.
Il risultato finale comunque è molto carino, alla massima qualità si ottengono dei CD molto belli da vedere (anche se ci vogliono tra i 20 e i 30 minuti se ci sono parecchie immagini).
lucasante27 Giugno 2005, 17:11 #3
insomma.. il prezzo e' quasi il doppio.. in pratica dai 45-55 si passa a oltre 80.. poi c'e' mettere il costo del supporto idoneo e il tempo di scrittura..
dovra' diventare una caratteristica standard o non prendera' piede
serassone27 Giugno 2005, 17:27 #4
Secondo me è meglio usare i cd/dvd printable con le stampanti abilitate, il risultato è superiore essendovi i colori, la velocità, poi, non è paragonabile e i supporti si trovano facilmente e praticamente allo stesso prezzo di quelli normali. Il fatto che la tecnologia Lightscribe non decolli quindi non mi stupisce affatto...
Motosauro27 Giugno 2005, 17:46 #5

x serassone

Vabbè, ma devi anche avere la stampante che stampi su cd (normalmente sono anche ingombranti) in più hai l'usura dell'inchiostro, ugelli otturati per lo scarso uso e tutte le rogne tipiche delle inkjet.
Il mio prossimo mast. DVD avrà il lightscribe, se non sarà troppo il divario di prezzo a parità di qualità.
Per il DVD con i filmini di casa vale senz'altro la pena
Dumah Brazorf27 Giugno 2005, 18:02 #6
Di dubbia utilità, può interessare come non interessare, essere utile come non esserlo. Per me possono anche implementarla su tutti i masterizzatori ma è molto improbabile che la utilizzi. Considerando che dovrei acquistare dei cd appositi... dopotutto la storia è come i cd/dvd printable: devi comprare i supporti compatibili e ti serve l'hardware (stampante o master compatibile) per pittarli.
Una volta che la tecnologia sarà compresa per forza in tutti i master comincerà a essere utilizzata.
Ciao.
zuLunis27 Giugno 2005, 18:25 #7
supporti costosi
velocità di masterizzazione più lenta
utilizzo del lightscribe lentissimo (36 min per un full label)
consumo eccessivo del laser e diminuizione dela logevità del master.

e te credo ke non è decollata sta tecnologia.. -_-
vincino27 Giugno 2005, 18:44 #8
Le inkjet che stamapno su cd printable nn sono affatto + ingombranti di quelle normali. E poi se ti devi fare un stampa su CD a colori o ti stampi le etichette adesive o stampi sui CD printable. Le stampanti che stampano su CD e DVD sono tantissime (epson praticamente tutte). Nn vedo il motivo per consumare il laser del masterizzatore ad incidere un cd-dvd quando posso usare la inkjet. E cmq ricordo che sta tecnologia venne lanciata molti anni or sono nei masterizzatori yamaha e nn ebbe nessun riscontro significativo da parte del pubblico. Nn vedo quindi il motivo di riproporla!
rdefalco27 Giugno 2005, 19:06 #9

Yamaha

Effettivamente comprai due masterizzatori Yamaha F1 44x: ho usato la funzione su 3 cd e poi me la sono scordata. Oltretutto scriveva sul lato sotto che non serviva a un emerito nulla e poi dovevi anche lasciare il cd mezzo vuoto per avere lo spazio su cui scrivere...
Cfranco27 Giugno 2005, 19:09 #10
Originariamente inviato da: Motosauro
Vabbè, ma devi anche avere la stampante che stampi su cd (normalmente sono anche ingombranti) in più hai l'usura dell'inchiostro, ugelli otturati per lo scarso uso e tutte le rogne tipiche delle inkjet.

Il sovrapprezzo rispetto a una stampante normale é nullo , certo se la stampante non la usi il discorso é diverso , ma uno normalmente ce l' ha .
I CD/DVD printable sono facilmente reperibili allo stesso prezzo di quelli normali , di versioni LightScribe invece non si vede niente , meno ancora dei DVD doppio strato .
Alla fine il sovrapprezzo per avere un CD/DVD printable é pressoché nullo , mentre per i LightScribe la differenza é apprezzabile , senza contare la differenza di resa tra una stampa a colori su fondo bianco rispetto a un grigio scuro su grigio chiaro .

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^