Hitachi, dischi rigidi fino a 4TB nel 2011

Hitachi, dischi rigidi fino a 4TB nel 2011

Il produttore giapponese annuncia una nuova tecnologia che permetterà di costruire dischi rigidi di capacità quadrupla rispetto alla produzione attuale

di pubblicata il , alle 09:08 nel canale Storage
 

Nel corso della Perpendicular Magnetic Recording Conference di Tokyo, Hitachi ha avuto occasione di presentare una nuova tecnologia, definita "nanometer recording technology", applicata ovviamente alla realizzazione di dischi rigidi basati su piatti rotanti. Hitachi ha dichiarato di aver messo a punto una nuova testina di lettura-scrittura di dimensioni incredibilmente ridotte, con valori nell'ordine dei 30-50 nanometri, 2000 volte più piccole di un capello umano.

Le nuove testine vengono indicate per ora con la sigla CPP-GMR, acronimo di Current-Perpendicular-to-the-Plane Giant MagnetoResistive, e fondano la propria forza proprio sulle ridottissime dimensioni, che permettono di archiviare molti più dati nella stessa unità di superficie. Per fare ciò è necessario disporre di piatti di nuova concezione, in grado di arginare i problemi di superparamagnetismo che si vengono a creare riducendo di molto le dimensioni della singola unità di archiviazione dell'informazione.

Un problema superato, sempre stando a quanto affermato da Hitachi, in quanto i primi dischi dotati di testina da 50nm saranno disponibili già a partire dal 2009. La testina da 30nm, quella che permetterà di realizzare dischi rigidi per desktop da 4TB e da 1TB per il mondo notebook, vedranno la luce nel 2011. Maggiori informazioni su ComputerWorld.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

43 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
que va je faire15 Ottobre 2007, 09:12 #1
a quanto pare gli hd tradizionali ce li dovremo sorbire per molto tempo ancora..
cacchione15 Ottobre 2007, 09:17 #2
beh,il trend di raddoppio di capacità ogni 18-24 mesi circa prosegue come al solito..
raptus15 Ottobre 2007, 09:19 #3

MA non voleva vendere?

Hitachi (ex IBM) non voleva vendere?
NOn mi stupirei se notizie come queste fossero molto sopravalutate per far crescere un po' il prezzo di vendita.E' successo in molti altri settori, questo mi sembra prorpio l'esempio giusto.
Inoltre tra il 2007 ed il 2001 ci sono 4-5 anni. Mi sembra la naturale evoluzione della specie HDD, visto che già oggi ci sono dischi da 1T, e +o- si raddoppia nel giro di 2 anni (legge di moore rivista per gli HDD?).

Chiaramente non perderemo mai i dischi a piatti rotanti: Li vedo perfetti per le grosse moli di dati, quelli flash più avanti ma non arriveranno velocemente alla capacità di memorizzazione di questi!
Mparlav15 Ottobre 2007, 09:29 #4
E' stata acquistata in perdita da Ibm, ed è sempre rimasta tale.
Hai ragione raptus: è una notizia fatta per rivendersi meglio :-)

Spero solo che non sia Seagate a farlo: troppo accentramento.

Se oggi stanno ad 1Tb, anche fosse 18 mesi a 2Tb (metà 2009), e poi 4Tb nel 2011, magari con 4 dischi da 1Tb, direi che è la "naturale evoluzione della densità per pollice quadro".
Imho, gli hd tradizionali non verranno soppiantati dagli SSD, ma li affiancheranno.
La tendenza sarà Pc/notebook con 2 hd: uno per SO e programmi, l'altro per i dati.
SpikeS15 Ottobre 2007, 09:40 #5
Ma non capisco.. 4 tb su piatti rotanti tra 3 o 4 anni che senso hanno??
A chi dice che quelli "flash" sono indietro ricordo che in una news di nemmeno 5 giorni fa è stato annunciato un disco a 640GB ed entro la fine del prossimo anno si passa a 1,2TB..non la vedo così impossibile per il 2011(!!) arrivare a 4..
traider15 Ottobre 2007, 09:52 #6
4 TB ?

Con la tecnologia attuale a piatti magnetici se solo si rompesse un Hard Disk del genere fai causa alla marca che me lo ha venduto...

4 TB di Dati persi nel nulla, e non è certo una cosa impossibile visto che i guasti agli Hard Disk di OGGI sono FREQUENTISSIMI .

Solo pochi giorni fà mi si è rotto un HD 80 gb della Maxtor sostituito con uno da 160 gb, non è quello il problema, il problema è aver perso 68 Giga di DATI IMPORTANTISSIMI , e quelli chi me li ripaga ?

La tecnologia attuale a testine magnetica è altamente rischiosa e ormai OBSOLETA .

E' ora che qualcuno abbia il coraggio di investire sugli Hard Disk SOLID STATE a memorie , MOLTO PIU' PERFORMANTI e sopratutto PIù SICURI .
Davis515 Ottobre 2007, 09:52 #7
per 640gb attuali ci vogliono 19.000 dollari... e' un acquisto che non valutano neanche le aziende del settore enterprise, che hanno budget elevati.

i piatti rotanti sono meglio delle alabarde spaziali... ce li terremo a vita, anche perche' un raid 0 a 4 dischi sata 7200 , costa un millesimo rispetto ai 640gb flash e va molto di piu'.

SpikeS15 Ottobre 2007, 09:57 #8
sì ma qua non si parla di costi ma di capacità di memorizzazione..
inoltre 19.000 per questi primi modelli non li trovo per niente una cifra esagerata..è normale, la tecnologia ed il processo di costruzione devono ancora essere raffinati e per ora non sono ammortizzati come i vecchi hd.
Fra 4 anni quella cifrà sarà molto diversa (come per tutti i prodotti, del resto).

Riguardo al raid 0 a quattro dischi 7200, visto che va molto di più, mi spieghi cortesemente se si avvicina almeno lontanamente a queste cifre: "800 Mbytes al secondo in lettura e circa 600 Mbytes al secondo in scrittura" (un solo disco)?? Grazie
Aerox15 Ottobre 2007, 09:58 #9
bhe io non decanterei troppo i dischi "non rotanti"...sono composti di chip di memoria...e le memorie possono rompersi pure loro...poco tempo fa avuto in mano una chiavetta usb andata (con i suoi dati dentro andati pure loro)

Oggi la soluzione piu equilibrata è un raid con dischi da 250/500gb da 7200giri..avendo una buona affidabilita e robuste prestazioni ad un costo non elevato.
=Cipo2003=15 Ottobre 2007, 09:59 #10
Originariamente inviato da: traider
Solo pochi giorni fà mi si è rotto un HD 80 gb della Maxtor sostituito con uno da 160 gb, non è quello il problema, il problema è aver perso 68 Giga di DATI IMPORTANTISSIMI , e quelli chi me li ripaga ?


se erano così importanti perché non avevi un backup?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^