HD di capienza inferiore al dichiarato: Western Digital patteggia

HD di capienza inferiore al dichiarato: Western Digital patteggia

Il colosso dello storage ha deciso di patteggiare la causa lanciata da un gruppo di consumatori, secondo i quali la compagnia commercializzerebbe hard disk di capienza inferiore a quanto dichiarato

di pubblicata il , alle 11:14 nel canale Storage
Western Digital
 

Un folto gruppo di consumatori, circa un milione, sta portando avanti da circa un anno una azione legale collettiva nei confronti di Western Digital, accusando la compagnia di mettere in commercio hard disk di capienza inferiore rispetto a quanto dichiarato.

Western Digital ha deciso di patteggiare, offrendo gratuitamente un software per il backup e il recupero dei dati e acconsentendo a pagare 500 mila dollari di spese legali ad Adam Gutride e Seth Safier, che depositarono l'azione legale lo scorso anno.

Nonostante il patteggiamento (preferito per evitare lungaggini ed eccessive spese legali) la compagnia è fermamente convinta che le accuse siano infondate.

La diatriba infatti nasce dall'adozione di una diversa unità di misura da parte dei produttori di hard disk e delle software house che producono sistemi operativi. Normalmente, infatti, in questi ultimi viene impiegata un'unità di misura dell'informazione di tipo binario, precisamente conosciuta con il nome di Binary Byte e definita, assieme ai suoi multipli, nel 1998 dall'International Electrotechnical Committee.

In particolare i multipli del binary byte sono il kibibyte, il mebibyte e il gibibyte, salendo poi verso tebibyte, pebibyte e via discorrendo. I sistemi operativi fanno quindi uso di queste unità di misura le quali tuttavia vengono erroneamente chiamate con il nome delle corrispettive unità basate sul sistema decimale, ovvero i ben noti kilobyte, megabyte e gigabyte che sono utilizzate invece dai produttori di hard disk.

Passando all'esempio pratico, 1 gibibyte e 1 gigabyte non sono equivalenti, in quanto il primo rappresenta 1.073.741.824 di byte di informazione, mentre il secondo rappresenta 1.000.000.000 di byte di informazione.

Il problema è presto spiegato: quando sull'etichetta di un hard disk leggiamo che esso ha una capienza di 80 gigabyte, ci troviamo dinnanzi ad un dispositivo in grado di contenere 80.000.000.000 byte di informazione: in virtù di quanto detto poco sopra questi 80.000.000.000 di byte corrispondono a 74,4 gibibyte e vengono però indicati dal sistema operativo come 74,4 gigabyte.

Per ottenere il software che Western Digital cede gratuitamente è necessario che i consumatori partecipanti all'azione legale seguano queste istruzioni e dimostrino, entro il 16 Luglio, di essere in possesso di un hard disk Western Digital acquistato tra il 22 Marzo 2001 e il 15 Febbraio 2006.

In parole molto semplici? Il problema nasce dal chiamare con due nomi diversi una stessa cosa, poiché non si scampa dal fatto che la capienza effettiva sia di 80 miliardi di byte. A questo punto ci chiediamo: di chi è realmente la colpa, ammesso che di colpe si possa parlare?

Fonte: Mercury News

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

130 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Dumah Brazorf29 Giugno 2006, 11:19 #1
A quando le class action a tutti gli altri produttori?
Dreadnought29 Giugno 2006, 11:24 #2
La colpa è del solito markettaro interno all'azienda che viola le regole non scritte e si permette di violare le unità di misura che i tecnici usano ed hanno usato
Poi inizia a violarle una azienda e le altre seguono a ruota.

Come è possibile che se compro 1GB di ram ho 1.073.741.824Byte mentre se compro un HD da 100GB ho 100.000.000.000byte?

royal29 Giugno 2006, 11:26 #3
è sempre stato cosi con qualsiasi hdd in circolazione,non solo WD..
la capienza dichiarata non è mai uguale a quella effettiva è la cosa fa girare abbastanza..
a tutti noi interessa quanti dati riusciamo a scrivere sugli hdd.
Tefnut29 Giugno 2006, 11:26 #4
a quando poter far classa ction qua in italia!
jpjcssource29 Giugno 2006, 11:27 #5
Infatti io che ho avuto hd di IBM, Maxtor, Hitachi e WD nessuono era mai della capienza dichiarata, tutti avevano qualche GB in meno .

Da quel che mi ricordo questo è anche dato dal fatto che i produttori calcolano la capienza degli HD dicendo che 1000 KB sono 1 MB e 1000 MB sono un GB invece di usare il numero 1024 .
spannocchiatore29 Giugno 2006, 11:31 #6
a parte il fatto che anche chi lo vende non ne capisce na mazza o quasi..io mi ricordavo il discorso di 2^x che creava casini, mentre giga sono semplicemente un miliardo e questo creava discrepanze...sti gibibyte non li ho mai sentiti..quante cose che si imparano!! comunque la WD c'ha mangiato sopra sto fatto, non può dire nulla, se vendo un hd a 80giga vuol dire che dentro ho 80giga, no 74 e rotti (visto che alla fin fine i dvd e company usano, per la capienza, 2^x, e non 2000, e gli hd non esulano)..causa giusta e wd stia zitta, ma, aspetta un attimo, lo fanno tutti i produttori di hd!!! oh mio dio!!!!
DevilsAdvocate29 Giugno 2006, 11:31 #7
Mi sono sempre domandato come mai questo tipo di class action viene fatto verso
un solo produttore quando non ci sono evidenti motivi per cui non debba esser
fatta verso gli altri.......

L'unica spiegazione plausibile che mi viene a mente e' che queste class action
siano GIA' sponsorizzate (sottobanco) dai concorrenti di quel produttore stesso.
Se ne avete altre suggeritemele......
edivad8229 Giugno 2006, 11:34 #8
Originariamente inviato da: jpjcssource
Infatti io che ho avuto hd di IBM, Maxtor, Hitachi e WD nessuono era mai della capienza dichiarata, tutti avevano qualche GB in meno .

Da quel che mi ricordo questo è anche dato dal fatto che i produttori calcolano la capienza degli HD dicendo che 1000 KB sono 1 MB e 1000 MB sono un GB invece di usare il numero 1024 .

guarda che è giusto 1000MB = 1GB sono in scala 10^x, sostanzialmente è il sistema operativo che "sbaglia" visualizzando l'unità binaria, ovvero i gibibyte, ovvero 2^x quando invece l'unità di misura è quello in scala decimale

1 GB = 1 gigabyte = 10^9 bytes
1 GiB = 1 gibibyte = 2^30 bytes
Dreadnought29 Giugno 2006, 11:36 #9
Si ma i gibibite sono unità di misura inesistenti.

evidad, come mi spieghi che se prendo un HD samsung da 100GB ho 100x1000x1000x1000Byte, mentre se prendo un banco di ram samsung da 1GB ho 1024x1024x1024 byte?

E' una questione di convenzioni, usate come fa comodo ai produttori x fregare la gente
edivad8229 Giugno 2006, 11:37 #10
Originariamente inviato da: spannocchiatore
a parte il fatto che anche chi lo vende non ne capisce na mazza o quasi..io mi ricordavo il discorso di 2^x che creava casini, mentre giga sono semplicemente un miliardo e questo creava discrepanze...sti gibibyte non li ho mai sentiti..quante cose che si imparano!! comunque la WD c'ha mangiato sopra sto fatto, non può dire nulla, se vendo un hd a 80giga vuol dire che dentro ho 80giga, no 74 e rotti (visto che alla fin fine i dvd e company usano, per la capienza, 2^x, e non 2000, e gli hd non esulano)..causa giusta e wd stia zitta, ma, aspetta un attimo, lo fanno tutti i produttori di hd!!! oh mio dio!!!!

no... sbagliato... 80 Gigabyte sono giusti, sono 80 miliardi di byte, espressi in Gibibyte sono 74 e rotti, quindi quanto riportato sul disco è giusto, si è sempre fatto confusione con l'unità di misura sul sistema operativo che riporta 74 e rotti gibibyte usanto gigabyte come unità di misura

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^