Hard disk Seagate Savvio: 2,5 pollici, 10.000 giri

Hard disk Seagate Savvio: 2,5 pollici, 10.000 giri

Seagate introduce un nuovo disco per rispondere alla richiesta di soluzioni enterprise server. Il Savvio aprirà la strada anche a dischi performanti in ambito notebook?

di pubblicata il , alle 12:15 nel canale Storage
Seagate
 

Savvio, questo il nome del primo disco da 2,5" da 10.000 giri destinato al settore Enterprise, è l'ultimo nato di casa Seagate, destinato soprattuttto all'utilizzo in server di fascia alta.

La corsa alla riduzione degli ingombri ha da tempo coinvolto anche il settore server, sia per l'elevato costo degli spazi in server farm, sia per garantire la modulabilità dei sistemi.

Allo stato attuale delle cose difficilmente, in campo hard disk, serve una capienza elevata in soluzioni di questo tipo, prediligendo senza alcun dubbio le prestazioni; l'attuale tecnologia inoltre permette di archiviare un volume considerevole di dati su di un singolo piatto.

La conseguenza di queste considerazioni ha portato alla realizzazione in serie di un disco 2,5" da 10.000 giri dotato di interfaccia UltraWide SCSI, Fiber-Channel e Serial Attached SCSI (SAS), che troverà spazio in soluzioni blade server (ma non solo), con alcuni vantaggi dichiarati da Seagate che andremo ora ad esporre.

Il primo vantaggio offerto è ovviamente la dimensione, ridotta del 70% rispetto ad una soluzione 3,5". meno banale di quello che sembri a prima vista, in quanto per soluzioni blade server ciò permette di ottimizzare al meglio lo spazio, tanto da triplicare in certi casi i server per unità di volume. Oltre al peso ridotto (trascurabile a nostro avviso), ben più importante risulta il consumo di energia, inferiore del 40% rispetto allo standard di riferimento sempre da 3,5" da 10.000 giri. Ne conseguono una temperatura di esercizio inferiore ed un risparmio energetico sempre ben accetto.

Ultimo, ma non per importanza, un seek time dichiarato inferiore del 15%, dovuto anche al diametro ridotto dei piatti ed un valore di MTBF di ben 1,4 milioni di ore, dato psicologicamente confortante. 

La notizia riveste un'importanza particolare soprattutto per gli sviluppi futuri del progetto, in quanto la domanda che tutti si pongono riguarda la trasposizione al mondo notebook di tale tecnologia.

Ovviamente i tempi non sono per nulla maturi, è lecito aspettarsi l'adozione di questi dischi, in notebook di fascia alta, solo quando l'interfaccia SAS sarà realtà consolidata. Avremo modo di informarci al meglio sia al CeBIT di Hannover, sia domani in occasione della conferenza annuale di Maxtor, per eventuali considerazioni della concorrenza su soluzioni di questo tipo.

La commercializzazione del disco Savvio con interfaccia SAS è prevista per l'ultimo quadrimestre del 2004.

Fonte: Seagate

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Giaki18 Febbraio 2004, 12:54 #1
Credo comprerò questo, per sicurezza...
Marino518 Febbraio 2004, 12:56 #2
impressionante il mtbf!!
non credo sia possibile impiegarli però su notebook..
massidifi18 Febbraio 2004, 13:16 #3
Chi mi spiega un po piu in particolare questa tecnologia SAS?
zetec18 Febbraio 2004, 13:53 #4
Bello....in effetti sembra anacronistico vedere ancora su molti portatili dei 4200rpm...
MaxP418 Febbraio 2004, 14:34 #5
Un piccolo passo avanti. Sarebbe interessante se fosse prodotto anche con interfaccia S-ATA in modo da poter avere una maggiore diffusione.

Il prossimo passo però vorrei che fosse l'eliminazione di tutte le parti che girano. Solo così si potrà avere un incremento esponenziale delle prestazioni delle periferiche di memorizzazione.
marcy99618 Febbraio 2004, 14:40 #6
Il sta per serial attached SCSI e non è nient'altro che la serializzazione del canale SCSI.
SoulMan7718 Febbraio 2004, 15:06 #7

Peccato...

Pensavo sin dal titolo che parlassero di una realtà per i notebook.... invece può essere uno sviluppo futuro. E vabbè... aspetteremo! ;o)
atomo3718 Febbraio 2004, 15:12 #8
sui notebook non andranno di sicuro per le temperature, essendo hd da server hanno bisogno di essere raffreddati!
ma perchè seagate non tira fuori un bel 10000giri sata?!?!
Vangelis18 Febbraio 2004, 15:23 #9
perchè farebbe concorrenza ai suoi stessi hd scsi
atomo3718 Febbraio 2004, 16:37 #10
io non credo molto a questa storia della concorrenza incrociata o cannibalizzazione, i sata 10000giri hanno un costo, considerando anche l'assenza di controller, molto diverso dagli scsi, e anche le prestazioni sono differenti. Sarebbe come dire che un produttore si mettesse a produrre solo i 15000 o i 10000 per evitare fenomeni di cannibalizzazione tra prodotti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^