Fujitsu: nuovi dischi SerialATA da 2.5 pollici

Fujitsu: nuovi dischi SerialATA da 2.5 pollici

Fujitsu commercializzerà ad aprile i primi dischi da 2.5", destinati al mondo notebook, dotati di interfaccia SerialATA. Marketing o scelta determinata da effettive esigenze prestazionali?

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 15:04 nel canale Storage
Fujitsu
 

Fujitsu

Stando a quanto afferma The Inquirer, Fujitsu sembra pronta a presentare, nel mese di aprile, una serie di hard disk da 2,5" dotati di interfaccia SerialATA, con capienze di 40, 60 e 80 GB, regime di rotazione di 5400 giri e 8MB di buffer memory. In elenco i modelli, differenziati solamente per il taglio:

  • MHT2040BH, 40GB
  • MHT2060BH, 60 GB
  • MHT2080BH, 80GB

L'introduzione diell'interfaccia SerialATA in ambito notebook (questo il settore in cui tali dischi vengono maggiormente utilizzati) non deve far pensare a conseguenti ed immediati miglioramenti prestazionali, ma deve essere vista come un adeguamento delle soluzioni desktop e al trend generale del settore hard disk.

Innalzare il limite teorico a 150MB al secondo per l'interfaccia cui saranno collegati dischi di questo tipo non ha alcun senso, essendo le prestazioni ben lontane dal saturare anche un quarto di tale bandwidth. La scelta è più che altro di immagine, venendo a mancare quei piccoli vantaggi attribuibili ai dischi SerialATA da 3,5" per soluzioni desktop.

I cablaggi ParallelATA dei "vecchi modelli" erano già ridotti ai minimi termini, quando presenti (in alcuni casi il disco viene alloggiato in uno chassis con connettore); inutile anche il supporto all'hot swap, funzionalità praticamente sconosciuta in ambito notebook.

Interessante piuttosto il peso delle unità della serie, contenuto in soli 99 grammi, a tutto vantaggio della standardizzazione di notebook sempre più leggeri, ed il regime di rotazione di 5400 giri, che contribuisce non poco al miglioramento delle prestazioni rispetto ad un comune 4200 giri.

Scrivere SerialATA fra le caratteristiche di un notebook porterà sicuramente qualche cliente in più; speriamo che a tale iniziativa corrisponda una risposta della concorrenza che permetta a brevi termini la standardizzazione quantomeno del regime di rotazione di 5400 giri e di cache da 8MB.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
seccio05 Gennaio 2004, 15:09 #1



bellissimo!! sarà anche funzionale!? credo di si !
Gandalf6405 Gennaio 2004, 15:42 #2
Peccato che non abbiano sfruttato l'alimentazione a 3,3V del serial ata si sarebbero potuti abbattere ulteriormente i consumi....
Keymaker05 Gennaio 2004, 16:23 #3
Wow, 80GB in 99g!
MaxP405 Gennaio 2004, 17:35 #4
Si potrebbero facilmente utilizzare senza adattatori anche in sistemi home theater dove conta molto la silenziosità oppure in case ai minimi termini.
lasa05 Gennaio 2004, 17:40 #5
Sembra che finalmente si sia cominciato a capire l'importanza del peso nei portatili...se si facesse qualcosa di più per l'autonomia sarebbe ancora meglio però.....
~efrem~05 Gennaio 2004, 21:25 #6
serial ata sugli hd dei portatili.... e quando devi fare interventi di emerganza nn rischi più di attaccare il convertitore ATA all'incontrario e fiammare il povero disco
a1793506 Gennaio 2004, 01:31 #7
marketing o scelta prestazionale? MARKETING!
dragunov06 Gennaio 2004, 09:58 #8
Be anche se non è una rivoluzione dal punto di vista velocistico forse credo sia un bene anche solo la standarizzazione.
Marco7106 Gennaio 2004, 11:25 #9
Mi piacerebbe sapere dove sono i 3 (tre) grammi in più (dichiarati) rispetto ai 102gr. massimi (dichiarati) del modello da 80GB della famiglia 5K80-Hitachi (forse una smussatura a qualche angolo in più ?).
Max Power08 Gennaio 2004, 11:11 #10
La roba giapponese non vale un bellino!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^