Dual Drive WD Black2: SSD 120GB e HDD da 1TB in una sola unità da 2,5"

Dual Drive WD Black2: SSD 120GB e HDD da 1TB in una sola unità da 2,5"

Aria nuova nel settore storage, con la presentazione da parte di Western Ditigal dell'unità Dual Drive WD Black 2: non si tratta del solito ibrido ma di qualcosa di diverso. Ecco di cosa si tratta.

di pubblicata il , alle 10:37 nel canale Storage
 

Western Digital presenta una interessante novità per il settore storage, portando all'estremo il concetto di disco ibrido. Fino ad oggi abbiamo assistito alla presentazione, seguita da un successo veramente limitato, di periferiche SSD+HDD, solitamente equipaggiate con un quantitativo veramente ridotto di NAND Flash e viste dal PC come unica periferica.

La conseguenza? Fidarsi ciecamente degli algoritmi di smistamento e stoccaggio dati, senza alcun controllo su quali dati finivano poi nel comparto SSD per essere letti o scritti in maniera più veloce, a beneficio delle prestazioni generali. Oltre a questo, il costo degli hard disk ibridi non è certo limitato, motivo per cui questa tipologia di dispositivo non è mai decollata nel mercato storage, nemmeno a livello di OEM.

Dual Drive WD Black 2 nasce come un progetto in risposta a questi problemi lamentati dagli utenti, messi nelle condizione di avere due drive in uno e visti singolarmente dal sistema, senza compromessi anche in termini di capienza. Il nuovo nato di casa Western Digital è infatti dotato di ben 120GB di memoria NAND Flash, abbinati a un comparto HDD da ben 1TB. La conseguenza è quella di avere in un solo disco da 2,5 pollici (spessore 9,5mm) sia un SSD, sia una capienza molto elevata.

La destinazione d'uso è ovviamente il notebook, che nella quasi totalità dei casi ha un solo slot da 2,5 pollici disponibile per l'unità di archiviazione. Con Dual Drive WD Black 2 è quindi possibile avere di fatto due unità disco nello spazio di una sola, a tutto vantaggio di prestazioni e capienza, quando fino ad oggi era praticamente inevitabile scegliere fra l'una o l'altra.


Immagine: Techreport

Le prestazioni dichiarate da Western Digital per il comparto SSD (controller JMicron JMF667H, come si vede su Techreport che lo ha aperto) non sono al top della produzione attuale (350MB al secondo in lettura e 140MB al secondo in scrittura), ma sono comunque molto più elevate di quelle garantite dagli hard disk a piatti rotanti, specie se si considerano gli importantissimi tempi di accesso e non ci si fossilizza sul transfer rate. 140MB al secondo massimi sono invece le prestazioni dichiarate per la sezione HDD, costituita da un piatto singolo dalla capienza già citata di 1TB.

L'unità, garantita 5 anni, non ha certo un prezzo contenuto, ovvero 299,00 Euro (ipotizziamo IVA inclusa, il comunicato non lo specifica), ma sicuramente verrà incontro alle esigenze di molte persone che da tempo si bloccano sull'opzione prestazioni/capienza. In questi giorni dovremmo comunque ricevere un'unità in test, motivo per cui gli interessati sono invitati a leggere l'articolo dedicato al prodotto verosimilmente la settimana prossima.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

49 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
monzaparco26 Novembre 2013, 10:40 #1
soluzione interessante!

il top sarebbe un'interfaccia pci-express
kliffoth26 Novembre 2013, 10:47 #2
Sinceramente il prezzo non è neanche esagerato: certo non è regalato, ma alla fin fine ci ritroviamo con un SSD e un HDD, e non dovrebbero essere memorie proprio di basso livello visto che hanno 5 anni di garanzia.

Personalmente spero che la parte meccanica sia a 5400rpm per via del contenimento di rumore e calore
diddum26 Novembre 2013, 10:51 #3
Chiaramente ha senso solo se deve essere inserito in un portatile, dato il costo decisamente superiore ad una accoppiata SSD+HD.

E purtroppo funziona solo sotto Windows (no linux, no mac) necessitando di driver specifici per vedere entrambi gli hard disk con un solo "attacco".

amd-novello26 Novembre 2013, 10:58 #4
Peccato siano due dischi separati. Non lo chiamerei ibrido se la parte ssd è chiaramente visibile come unità separata. Sono due dischi con un unico attacco.

Peccato. Ci potevo fare un pensiero per qualche console nuova
threnino26 Novembre 2013, 11:00 #5
La prossima generazione di ultrabook sarà ancora più valida, eliminando l'ultimo degli aspetti potenzialmente negativi, lo storage!
Dato che vedo un attacco Sata (non mSata), credo che non si sposeranno bene con i tablet convertibili, troppo poco spazio?
AceGranger26 Novembre 2013, 11:02 #6
Originariamente inviato da: kliffoth
Sinceramente il prezzo non è neanche esagerato: certo non è regalato, ma alla fin fine ci ritroviamo con un SSD e un HDD, e non dovrebbero essere memorie proprio di basso livello visto che hanno 5 anni di garanzia.

Personalmente spero che la parte meccanica sia a 5400rpm per via del contenimento di rumore e calore


a me sembra esagerato.

un SSD Crucial M500 SATA 3 da 500 Mb/s da 480 Gb si trova a 260 euro, la versione da 960 Gb a 450 euro.

vedremo se lo street price sara inferiore.
calabar26 Novembre 2013, 11:11 #7
1 TeraByte in un singolo piatto da 2,5"?
Cavolo, sono rimasto indietro.

Trattandosi di un disco spesso 9,5", speravo che un eventuale 500 GB con metà dei piatti potesse essere stipato nei soliti 7mm buoni per i portatili slim.

Comunque dico... finalmente!
Possibile che nessuno l'abbia mai fatto prima? Da quando ci sono gli SSD aspetto una soluzione di questo tipo.
Certo, sono soluzioni di passaggio, ma ad oggi utilissime per un utenza che ha bisogno di velocità e spazio di archiviazione senza dover dedicare due slot nel notebook.

Se questo venderà decentemente, secondo me si apriranno le porte a modelli più economici.
Se il prezzo è troppo elevato, l'utente generico penso preferirà prendere direttamente un SSD di elevate dimensioni, oggi con 300 euro prendi un SSD da 512 GB che in molti casi è sufficiente per chi cerca un disco veloce con una discreta capacità di archiviazione.
acerbo26 Novembre 2013, 11:23 #8
bello, cosi' se si rompe il controller invece di un disco se ne rompono due ...
kliffoth26 Novembre 2013, 11:26 #9
Originariamente inviato da: AceGranger
a me sembra esagerato.

un SSD Crucial M500 SATA 3 da 500 Mb/s da 480 Gb si trova a 260 euro, la versione da 960 Gb a 450 euro.

vedremo se lo street price sara inferiore.


Qui il vantaggio è di averli insieme occupando l´unico spazio disponibile di solito presente sui portatili e soprattutto di avere due unità fisicamente separate, di cui una meccanica, che per lo storage è decisamente più indicata.

Certo è da vedere come andrà dal lato driver, ma ribadisco che per me è un prodotto interessante ad un prezzo relativamente giusto per una "primizia" destinata ad un uso ben preciso, anche tenendo presente che non ci sono prodotti simili ...certo ora non lo comprerei, ma con un ssd da 256 GB, la certezza del corretto funzionamento dei driver e una limatura al prezzo, ci potrei fare un pensiero

EDIT: effettivamente sarei curioso di sapere se in seguito ad una morte dello SSD, evento sempre in agguato, è possibile recuperare normalmente i dati dall´altra unità come avviene con un normale HDD.
calabar26 Novembre 2013, 11:28 #10
@Acerbo
Se hai lo spazio per un solo disco, non hai molta scelta.
Pensi che abbia un unico controller? Io creo che internamente siano di fatto due dischi separati.
Oltretutto, a parte i casi di controller con noti difetti, quanto spesso accade che sia il controller a guastarsi?

@threnino
Francamente su un ultrabook non lo vorrei.
Al di la delle dimensioni per il momento non compatibili, su un dispositivi ultramobile non avere piatti rotanti e testine è un pregio non da poco.

@kliffoth
Ma se a quel prezzo puoi comprare un SSD abbastanza grande da soddisfare le tue esigenze di archiviazione, non serve affatto avere due dischi.
Queste soluzioni non sono "primizie", sono implementazioni banali che ancora non mi è chiaro perchè vengano proposte solo ora.
Sono molto utili, ma potranno sfondare solo se avranno un prezzo accessibile. A mio parere 300 euro è un po' troppo (magari il prezzo su strada sarà ben inferiore, chissà.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^