Dotcom e i server del nuovo mega.co.nz: al via la campagna acquisti

Dotcom e i server del nuovo mega.co.nz: al via la campagna acquisti

Attraverso Twitter appare uno dei rack del futuro mega.co.nz, sulla via della piena operatività attesa fra circa un mese. Eppure ci sono ancora dei lati poco chiari nella struttura e soprattutto sul "chi paga".

di pubblicata il , alle 08:56 nel canale Storage
Twitter
 

Un baldanzoso Kim Dotcom ha pubblicato sul proprio profilo Twitter l'immagine di uno dei server che andranno a formare l'infrastruttura di mega.co.nz, atteso al debutto per il 20 di gennaio, con una presentazione ufficiale per stampa e interessati direttamente nella sua reggia in Nuova Zelanda.

Server

A corredo dell'immagine si parla di consegna giornaliera di rack siffatti, che nello specifico garantisce circa 720TB di spazio di archiviazione. Cosa ci sia all'interno, per ora, non è dato sapere. Rimangono però altri dubbi, sollevati anche da The Register. In base a recenti dichiarazioni di Dotcom, il servizio dovrebbe partire come gratuito, ma è in corso una vera e propria ricerca di partnership per mantenerlo gratuito il più a lungo possibile.

Spieghiamo meglio: in recenti documenti inviati in giro per il mondo, Kim chiede di fatto un supporto per il nuovo servizio, sia in forma di denaro che di infrastrutture server, da dislocare un po' in tutto il mondo ad eccezione degli Stati Uniti. Se in passato Megaupload funzionava con un numero limitato di nodi enormi, dislocati in server farm prestigiose, con il nuovo servizio tutto sarà diverso, con una maggiore frammentazione dei server ma con alcuni vincoli messi da Kim Dotcom stesso: per il numero di server, più sono e meglio è, avere almeno 20TB di spazio di archiviazione e sostituzione dischi guasti entro 24 ore, controller RAID di qualità, 1Gbps in uplink, meglio 2, sistema operativo Linux.

I partner interessati potranno inoltre contare su spazi pubblicitari. Il nuovo mega.co.nz, insomma, non lo pagherà tutto lui. E non sono ancora chiare le forme di eventuali pagamenti futuri per usufruire del servizio, solo inizialmente gratuito.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
p4ever19 Dicembre 2012, 09:21 #1
aspetto con ansia il ritorno del personaggio certo che quando si impunta con un progetto, non molla, da ammirare

comunque santissimo Dio che foto avete messo del tipo in alto a sx?
assomiglia a questo

http://www.greenewave.com/wp-conten...utt-600x320.jpg

cambiatela!!
WarSide19 Dicembre 2012, 09:39 #2
Un baldanzoso Kim Dotcom ha pubblicato sul proprio profilo Twitter l'immagine di uno dei server che andranno a formare l'infrastruttura di mega.co.nz



Quello è un RACK da 42U con all'interno 10 server 4U, non è un solo server...
PhoEniX-VooDoo19 Dicembre 2012, 09:47 #3
di sicuro saranno contenti alla Supermicro
ulk19 Dicembre 2012, 09:56 #4
Ma sono SSD o normali HD?

Comunque la foto fa la sua porca figura.
PhoEniX-VooDoo19 Dicembre 2012, 09:57 #5
Originariamente inviato da: ulk
Ma sono SSD o normali HD?

Comunque la foto fa la sua porca figura.


intendi quella del tipo?
WarSide19 Dicembre 2012, 09:57 #6
Originariamente inviato da: ulk
Ma sono SSD o normali HD?

Comunque la foto fa la sua porca figura.


E che te ne fai degli ssd? Sono semplici hd, probabilmente green edition, in raid...
ulk19 Dicembre 2012, 09:58 #7
Originariamente inviato da: WarSide
E che te ne fai degli ssd? Sono semplici hd, probabilmente green edition, in raid...


Giusto per curiosità, acquisti in massa di SSD potrebbero dare il loro contributo alla discesa dei prezzi degli SSD.
WarSide19 Dicembre 2012, 10:00 #8
Originariamente inviato da: ulk
Giusto per curiosità, acquisti in massa di SSD potrebbero dare il loro contributo alla discesa dei prezzi degli SSD.


100, 200, facciamo anche 1000 SSD comprati in nuova zelanda farebbero abbassare i prezzi in europa? Magari
HostFat19 Dicembre 2012, 10:28 #9
E' la concorrenza che fa abbassare i prezzi non il semplice aumento della domanda.

Per il resto non vedo l'ora che sia gennaio e che apra il suo nuovo servizio! (al di la poi che io lo usi o meno)
Rubberick19 Dicembre 2012, 11:13 #10
ma di questo personaggio non avete una foto senza la faccia da tonto e la linguetta da fuori? .D

gli avete appioppato proprio una brutta foto.. xD

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^