Dischi Blu Ray più capienti grazie a Sony e Panasonic

Dischi Blu Ray più capienti grazie a Sony e Panasonic

Grazie allo sviluppo di un nuovo sistema di valutazione, sarà possibile realizzare dischi più capienti

di pubblicata il , alle 10:50 nel canale Storage
SonyPanasonic
 

Grazie ad una collaborazione tra Sony e Panasonic sarà ora possibile avviare la produzione commerciale di dischi Blu Ray in grado di immagazzinare fino a 33,4 GB di dati per ciascun layer, rispetto ai 25GB per layer delle soluzioni attuali.

Secondo quanto riporta il sito TechOn, la realizzazione di supporti con densità di storage di 33,4GB per layer sarà resa possibile mediante l'impiego di processazione di segnale di tipo PRML - Partial Response Maximum Likelihood. Il vero punto di svolta è pero rappresentato dallo sviluppo di un nuovo metodo per la valutazione della qualità dei media: tecniche per la produzione di dischi Blu Ray di maggiore capacità sono infatti già utilizzate in via sperimentale da qualche tempo, quello che non esisteva prima era un metodo di valutazione dell'errore che potesse funzionare con i supporti ad alta densità.

Incrementando infatti la densità di storage, come nel caso dei dischi da 33,4GB, diviene particolarmente difficile poter condurre in maniera attendibile un controllo di qualità con i metodi convenzionali basati sull'analisi dei fenomeni cosiddetti di "jitter", ovvero di variazione improvvisa del segnale.


Correlazione tra indice i-MLSE e tasso d'errore

Sony e Panasonic sono stati in grado di sviluppare un nuovo indice di valutazione, denominato i-MLSE (Maximum Likelihood Sequence Estimation) i cui principi sono stati illustrati nel corso dell'ISOM 09 dello scorso mese di ottobre. Due sono i punti chiave di questo indice: la forte correlazione con il tasso di errore anche nei media che utilizzano la tecnologia PRML e la stessa relazione con la qualità del segnale espressa dall'analisi dei fenomeni di jitter. Detto in altri termini: il tasso di errore di lettura sarà facilmente stimabile con l'indice i-MLSE esattamente come accade ora con l'analisi dei fenomeni di jitter.

Grazie a questo passo avanti non sarà necessaria alcuna variazione dell'infrastruttura Blu Ray esistente, che continuerà a fare uso di diodi laser blu-viola con lunghezza d'onda di 405 nanometri e di una lente con apertura numerica pari a 0,85. L'unico inconveniente è rappresentato dal fatto che l'analisi i-MLSE comporta calcoli piuttosto complessi, ma che dovrebbero essere affrontabili in tempo reale grazie alle potenze di calcolo disponibili attualmente. I dischi dovrebbero pertanto essere compatibili con i lettori esistenti, ma potrebbe essere richiesto un semplice aggiornamento firmware.

Il passo successivo è spingere l'adozione del nuovo sistema di valutazione e di renderlo, eventualmente, standard industriale. Un'operazione tutt'altro che difficile e che Sony pensa di condurre in porto grazie anche alla notevole influenza all'interno della Blu Ray Disc Association.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

76 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bluknigth04 Gennaio 2010, 11:06 #1
Come sempre l'unico lettore che non teme aggiornamenti è PS3.

Adesso ho capito a cosa serve il Cell, a fare l'analisi i-MLSE....

Sto scherzando, no flame vi prego....
Cosimo04 Gennaio 2010, 11:09 #2
Ovviamente ora ci saranno milioni di critiche... Ma no! Ma perchè, Sony è il diavolo!

Io invece penso che qualsiasi aggiornamento che ci dia retrocompabilitità con i dischi è player attuali, e che con un semplice aggiornamento firmware ci sia la posibilità di usare dischi più capienti sia una bella mossa.
Severnaya04 Gennaio 2010, 11:11 #3
più che altro con l'avanzare delle memorie i dischi ottici a che servono ancora?
predator8704 Gennaio 2010, 11:21 #4
Originariamente inviato da: Severnaya
più che altro con l'avanzare delle memorie i dischi ottici a che servono ancora?


servono servono
vuoi mettere il piacere di collezionare cd e dvd, completi delle loro custodie, copertine......
Severnaya04 Gennaio 2010, 11:24 #5
XD
ghiltanas04 Gennaio 2010, 11:35 #6
molto bene, se il passaggio avviene in maniera trasparente per il consumatore ben venga.
Con questa nuova densità, il signore degli anelli (versione estesa ovviamente, la cinematografica nn ha senso) entrerebbe in un solo bd
OutOfBounds04 Gennaio 2010, 11:37 #7
Originariamente inviato da: Severnaya
più che altro con l'avanzare delle memorie i dischi ottici a che servono ancora?


Quoto, io ad esempio ho rimosso l'unità ottica del mio notebook. I collezionisti dovrebbero stare attenti: è stato fatto notare (tomshw) come i cd siano soggetti a deterioramento e abbiano vita breve negli anni (se nn di buona qualità, magari è lo stesso per i blueray.
Piuttosto potrebbero servire come backup (a non troppo lungo termine), tanto per diversificare ed avere supporti di diverso tipo.
Revan198804 Gennaio 2010, 11:55 #8
Originariamente inviato da: OutOfBounds
Quoto, io ad esempio ho rimosso l'unità ottica del mio notebook. I collezionisti dovrebbero stare attenti: è stato fatto notare (tomshw) come i cd siano soggetti a deterioramento e abbiano vita breve negli anni (se nn di buona qualità, magari è lo stesso per i blueray.
Piuttosto potrebbero servire come backup (a non troppo lungo termine), tanto per diversificare ed avere supporti di diverso tipo.


Cosa ci hai messo al posto dell'unità ottica?
Mietzsche04 Gennaio 2010, 12:02 #9
Originariamente inviato da: Severnaya
più che altro con l'avanzare delle memorie i dischi ottici a che servono ancora?

Purtroppo cause varie, tra cui soprattutto le battaglie per l'affermarsi dei vari formati, hanno impedito un lineare sviluppo dei supporti ottici.

A tutt'oggi avremmo dovuto avere supporti da 1Tb, non 25 Gb ne 33gb!

Quando ho preso il mio masterizzatore CD - 600Mb - avevo un Hd da 2,5gb, per non parlare di quando ho visto i primi cd in giro, avevo un hd da 60Mb!
Severnaya04 Gennaio 2010, 12:05 #10
idem!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^