Definite le specifiche della nuova revisione dello standard Serial ATA

Definite le specifiche della nuova revisione dello standard Serial ATA

SATA-IO, il consorzio che stabilisce gli standard tecnologici del Serial ATA ha annunciato le specifiche della revisione 3.2

di Nino Grasso pubblicata il , alle 08:31 nel canale Storage
 

La Serial ATA Internazional Organization (SATA-IO) ha annunciato le nuove specifiche per la versione SATA 3.2 che introduce il SATA Express, un nuovo standard che rende possibile la coesistenza fra dispositivi SATA e PCI Express. Fra le novità abbiamo anche alcune migliorie nella gestione energetica, un nuovo form factor SATA e ottimizzazioni per i dischi a stato solido ibridi (SSHD).

"La tecnologia SATA continua ad evolversi per accogliere le mutevoli esigenze del settore dello storage", ha dichiarato Mladen Luksic, presidente di SATA-IO. "Gli aggiornamenti presenti nelle specifiche della revisione 3.2, come SATA Express e le novità sui dischi ibridi a stato solido, sono guidati dalle tendenze attuali del mercato. Le nuove feature dimostrano il continuo impegno di SATA-IO nel fornire soluzioni di storage a basso costo e ad alte prestazioni."

SATA Express

SATA Express è stato annunciato inizialmente lo scorso gennaio e permette ad un singolo host compatibile con la specifica di supportare allo stesso tempo sia un dispositivo SATA che uno PCI Express. Quest'ultima permette di avere velocità sino a 2GB/s, sensibilmente superiore rispetto alla 0,6GB/s raggiungibile ad oggi con lo standard Serial ATA. I dispositivi di archiviazione più lenti, come gli HDD e le unità ottiche saranno ancora supportati dallo standard SATA.

SATA rev. 3.2 supporterà anche M.2, un nuovo form-factor di dimensioni estremamente contenute specificamente pensato per tablet e computer portatili. Di seguito riportiamo alcune caratteristiche chiave e miglioramenti dell'ultima revisione SATA.

  • microSSD: standard per le unità embedded a stato solido (SSD) che permette agli sviluppatori di produrre implementazioni SATA a singolo chip per applicazioni di storage embedded.
  • Universal Storage Module (USM): consente di avere soluzioni di storage rimovibili ed espandibili per i dispositivi consumer elettronici. SATA rev. 3.2 introduce USM Slim, che riduce lo spessore del modulo permettendo di avere soluzioni rimovibili più piccole.
  • DevSleep: il livello di gestione energetica più basso possibile in cui il dispositivo è quasi spento per soddisfare i requisiti energetici dei dispositivi sempre accesi, sempre connessi come gli Ultrabook.
  • Transitional Energy Reporting: consente all'host di avere informazioni dettagliate riguardo un dispositivo di storage, facilitando una migliore gestione energetica.
  • Hybrid Information: fornisce un sistema in cui l'host può comunicare i dati nella cache al disco, aumentando le prestazioni dei dischi a stato solido ibridi (SSHD).
  • Rebuild Assist: accelera il processo di ricostruzione dei dati nelle configurazioni RAID.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick13 Agosto 2013, 08:54 #1
secondo me è un inutile revamp... il sata è morto, passiamo tutto su pci-e e in uscita su usb3/4 con banda ritoccata... ram non volatili e via...

fine del modello di von neumann o meglio... fine degli schemini che segnano la ram come una memoria volatile separata dalla memoria di massa...

direttamente memoria <-> unità di elaborazione
coschizza13 Agosto 2013, 09:09 #2
Originariamente inviato da: Rubberick
secondo me è un inutile revamp... il sata è morto, passiamo tutto su pci-e e in uscita su usb3/4 con banda ritoccata... ram non volatili e via...


da quello he hai scritto si direbbe che non hai nemmeno letto l'articolo, quello che chiedi è appunto il SATA Express introdotto dalle specifiche 3.2, non necessita di nessun SATA link o transport layer, quindi non ha il tipico overhead dovuto dal protocollo di comunicazione, è un puro collegamento PCI express.

memoria ram e ssd sono su 2 livelli diversi a livello di velocità, mantenimento del dato, endurance e latenze quindi non esiste alternativa oggi ad avere queste 2 entita separate, non puoi usare la ram come storage e non puoi usare un disco ssd come ram.
djfix1313 Agosto 2013, 09:41 #3
Originariamente inviato da: Rubberick
secondo me è un inutile revamp... il sata è morto, passiamo tutto su pci-e e in uscita su usb3/4 con banda ritoccata... ram non volatili e via...

fine del modello di von neumann o meglio... fine degli schemini che segnano la ram come una memoria volatile separata dalla memoria di massa...

direttamente memoria <-> unità di elaborazione


Originariamente inviato da: coschizza
da quello he hai scritto si direbbe che non hai nemmeno letto l'articolo, quello che chiedi è appunto il SATA Express introdotto dalle specifiche 3.2, non necessita di nessun SATA link o transport layer, quindi non ha il tipico overhead dovuto dal protocollo di comunicazione, è un puro collegamento PCI express.

memoria ram e ssd sono su 2 livelli diversi a livello di velocità, mantenimento del dato, endurance e latenze quindi non esiste alternativa oggi ad avere queste 2 entita separate, non puoi usare la ram come storage e non puoi usare un disco ssd come ram.


diciamo pure che ridisegnare l'intero parco Dischi per questa conformazione non sarà affatto rapido e quindi il problema per almeno 1 anno resterà sul fatto che gli SSD attuali saturano di brutto il sata 3...solo che se da un lato la diffusione di questa nuova interfaccia sarà lenta, dall'altro i produttori di SSD devono continuare a sfornare nuovi dischi che oramai stanno diventando quasi sempre equivalenti, assestando il prezzo a ~ 0,5€/GB.

ora nei prossimi anni ci sarà comunque l'arrivo ormai annunciato della produzione di RRAM che a dirla tutta potrebbe presto affiancare o successivamente sopperire alla RAM stessa di sistema (per lo meno a livello desktop/office user).
è solo una questione di tempistiche; il Sata 3.2 era da elaborare già all'arrivo della 3a generazione di SSD e non aspettare così tanto tempo (siamo alla 5a ormai).
roccia123413 Agosto 2013, 09:50 #4
Originariamente inviato da: djfix13
diciamo pure che ridisegnare l'intero parco Dischi per questa conformazione non sarà affatto rapido e quindi il problema per almeno 1 anno resterà sul fatto che gli SSD attuali saturano di brutto il sata 3...solo che se da un lato la diffusione di questa nuova interfaccia sarà lenta, dall'altro i produttori di SSD devono continuare a sfornare nuovi dischi che oramai stanno diventando quasi sempre equivalenti, assestando il prezzo a ~ 0,5€/GB.

ora nei prossimi anni ci sarà comunque l'arrivo ormai annunciato della produzione di RRAM che a dirla tutta potrebbe presto affiancare o successivamente sopperire alla RAM stessa di sistema (per lo meno a livello desktop/office user).
è solo una questione di tempistiche; il Sata 3.2 era da elaborare già all'arrivo della 3a generazione di SSD e non aspettare così tanto tempo (siamo alla 5a ormai).


Eh ma le novità te le devono dare col contagocce.

Prima ti faccio prendere un SSD che satura il tuo sata 3, ma continuo a venderti mobo sata 3.

Poi tiro fuori il sata 3.2, così avrai un motivo in più per cambiare la tua mobo sata 3 presa 6mesi-1 anno fa.

Poi tiro fuori SSD con RRAM (che è pronta già da qualche anno), prima con prezzi gonfiati all'inverosimile, vedi primi SSD, poi con prezzi in graduale calo.

Ops, ma ora non basta nemmeno il sata 3.2: ecco a voi sata 4 (che tenevamo in cantina dalla presentazione di sata 3)!!
Bivvoz13 Agosto 2013, 10:11 #5
Ogni tanto vi proiettate troppo avanti gente.
Che tecnologicamente il sata3 ormai sta stretto è vero, ma a sentire voi sembra che c'è gente per strada che si spara perché il suo ssd satura il sata3
In realtà è molto difficile che qualcuno nell'uso pratico si accorga della differenza tra sata2 e sata3, oh si se fate dei benchmark la differenza la vedete subito e forse c'è qualche modo per notarla anche in qualche uso particola, ma il tutto finisce li.

Chiaro che la tecnologia non si ferma, i dati da trasferire diventeranno sempre di più (prima o poi arriverà il 4k a muovere enormi quantità di dati) e bisogna preparare dischi e tecnologie per farli comunicare sempre più velocemente per evitare un collo di bottiglia tra qualche anno.
Ma per adesso me sto benissimo con la mia mobo che ha un sata2
coschizza13 Agosto 2013, 10:12 #6
Originariamente inviato da: djfix13
diciamo pure che ridisegnare l'intero parco Dischi per questa conformazione non sarà affatto rapido e quindi il problema per almeno 1 anno resterà sul fatto che gli SSD attuali saturano di brutto il sata 3...solo che se da un lato la diffusione di questa nuova interfaccia sarà lenta, dall'altro i produttori di SSD devono continuare a sfornare nuovi dischi che oramai stanno diventando quasi sempre equivalenti, assestando il prezzo a ~ 0,5&#8364;/GB.

ora nei prossimi anni ci sarà comunque l'arrivo ormai annunciato della produzione di RRAM che a dirla tutta potrebbe presto affiancare o successivamente sopperire alla RAM stessa di sistema (per lo meno a livello desktop/office user).
è solo una questione di tempistiche; il Sata 3.2 era da elaborare già all'arrivo della 3a generazione di SSD e non aspettare così tanto tempo (siamo alla 5a ormai).


una disco sata standard è comunque compatibile con questo nuovo connettore sata express quindi dal punta di vista fisico e meccanico non ci sono problemi ad ospitare dischi nativi sata expresse e dischi sata 1,2,3.

La RRAM non puo soppiantare la ram di sistema sia per la durata delle celle (superiore alle nand ma infinitamente inferiore a quella necessarie per una ram di sistema) sia per la latenza della memoria rispetto alla ram, la rram è nata per colmare il divario fra la ram di sistema e lo storage.
coschizza13 Agosto 2013, 10:17 #7
Originariamente inviato da: roccia1234

Poi tiro fuori SSD con RRAM (che è pronta già da qualche anno), prima con prezzi gonfiati all'inverosimile, vedi primi SSD, poi con prezzi in graduale calo.


stai confondendo il termine "pronto" con "in sviluppo" da quanche anno, appena adesso è stata annunciata la priam fase di produzione di massa.

Inoltre nessun SSD satura il sata 3, non devi guardare i benchmark ma l'utilizzo reale in condizioni strandard.

Prendi oggi un ssd sata 3 e usalo sul tuo pc in modalità sata 2, nei benchmark puoi passare da 500MB/s di lettura sequenziale a 250MB/s quindi a te sembrera di avere un ssd sfruttato al 50% eppure nel'utilizzo reale vedresti che la differenza fra le 2 configurazioni e davvero limitata, diciamo il sata 3 ti da un 20% di performance in piu in media a fronte di un incremento teorico del 100%.

Quindi oggi il sata 3 non limiata realmente nessun ssd su nessun pc consumer.
AceGranger13 Agosto 2013, 10:27 #8
Originariamente inviato da: roccia1234
Eh ma le novità te le devono dare col contagocce.

Prima ti faccio prendere un SSD che satura il tuo sata 3, ma continuo a venderti mobo sata 3.

Poi tiro fuori il sata 3.2, così avrai un motivo in più per cambiare la tua mobo sata 3 presa 6mesi-1 anno fa.

Poi tiro fuori SSD con RRAM (che è pronta già da qualche anno), prima con prezzi gonfiati all'inverosimile, vedi primi SSD, poi con prezzi in graduale calo.

Ops, ma ora non basta nemmeno il sata 3.2: ecco a voi sata 4 (che tenevamo in cantina dalla presentazione di sata 3)!!


Hi-Tech victim ? perchè adesso bisogna cambiare sistema ogni volta che esce una cazzatina nuova ?

se oggi uno sta stretto con il sata 3 puo tranquillamente comprarsi un SD PCI-EX, e tenerselo per i prossi anni a venire.
roccia123413 Agosto 2013, 10:32 #9
Originariamente inviato da: AceGranger
Hi-Tech victim ? perchè adesso bisogna cambiare sistema ogni volta che esce una cazzatina nuova ?

se oggi uno sta stretto con il sata 3 puo tranquillamente comprarsi un SD PCI-EX, e tenerselo per i prossi anni a venire.


"Motivo in più", non "unico motivo".

E se guardi la mia configurazinoe, sono tutt'altro che hi-tech victim .
AceGranger13 Agosto 2013, 10:42 #10
Originariamente inviato da: roccia1234
"Motivo in più", non "unico motivo".

E se guardi la mia configurazinoe, sono tutt'altro che hi-tech victim .


non era riferito a te .

dico in generale; l'unica motivazione per cambiare sistema ogni anno e quello di essere un appassionato; motivazioni teniche di chisa quale portata non ne ho mai viste e anceh in questo caso, proprio non ne vedo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^