Da TDK hard disk con tecnologia HAMR fra circa un anno

Da TDK hard disk con tecnologia HAMR fra circa un anno

La tecnologia Heat-Assisted Magnetic Recording, HAMR, farà il suo debutto fra circa un anno negli hard disk tradizionali, raddoppiando le capienze delle unità

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 09:12 nel canale Storage
 

Se nel settore dello storage ampio spazio viene dato ai Solid State Drive, forti di prestazioni molto elevate, non va dimenticato che la quasi totalità del mercato rimane saldamente nella mani dei dischi rigidi tradizionali, in grado di vantare vantaggi notevoli in termini di costo per GB.

Seppur in sordina, la tecnologia evolve anche sui dischi a piatti rotanti, garantendo al passare del tempo capienze sempre più elevate e superando di volta in volta i limiti dei media e delle tecniche di scrittura. Hothardware riporta una notizia importante che parla proprio dei progressi tecnologici nel campo degli hard disk, di cui si dovrebbero vedere i frutti già a partire dal prossimo anno.

La tecnologia che troveremo all'interno dei dischi di prossima generazione è la già nota HAMR, Heat-Assisted Magnetic Recording, di cui abbiamo già parlato in questa notizia. Riassumiamo brevemente i concetti base: un laser, affiancato alla testina di scrittura, provvede a scaldare la superficie dei piatti realizzati con materiali appositi, che possono essere magnetizzati solamente a determinate temperature. Raggiunta la temperatura ideale, la testina provvede a scrivere l'informazione; una volta raffreddata, la porzione contenente l'informazione manterrà il proprio magnetismo senza incorrere nell'effetto superparamagnetico.

A portare in commercio questa tecnologia, o mettendola a disposizione anche di altri, sarà TDK, che promette capienze ben più elevate di quelle attuali, con margini di incremento sensibili con il progresso della tecnologia. Già dall'anno prossimo potremmo vedere hard disk da 2,5 pollici da 1TB realizzati con un solo piatto, oppure modelli da 3,5 pollici da 16GB e 4 piatti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor10 Ottobre 2011, 09:28 #1
Tecnologia molto interessante! bisogna però valutare i consumi, perchè sui dischi da 2.5" (in genere destinati ai portatili o come dischi esterni autoalimentati) può fare la differenza...
beppe9010 Ottobre 2011, 09:29 #2
Alla redazione:

Che vuol dire "oppure modelli da 3,5 pollici da 16GB e 4 piatti."

è un'errore o non ho capito bene io?? Perchè 16 GB e 4 piatti sono 4 gb a piatto , o 16x4 fa 64gb che mi sembrano un pò pochi per un HDD meccanico, forse volevate scrivere 16 TB....
stefanogiron10 Ottobre 2011, 09:32 #3

3,5 pollici 16GB e 4 piatti.....

ahahah siamo tornati indietro di qualche annetto con questa tecnologia? o stiamo parliamo di TB? ahahah
Vabbè, è lunedì per tutti e il buon giorno si vede dal mattino. Ciao.
RR210 Ottobre 2011, 09:36 #4
Originariamente inviato da: beppe90
Alla redazione:
...


Dai che è lunedì per tutti Basta guardare la notizia originale: "In the 3.5-inch space, this could translate to 8TB hard drives (four 4TB platters)."


Edit: ehm ma four 4TB platters... 8TB hard drives? Mi sa che per alcuni è il lunedì, per altri la domenica...
roccia123410 Ottobre 2011, 09:45 #5
Alla fine della fiera, vogliono dire che si arriverà a 4 TB a piatto (giusto? ).

Comunque si sentiva il bisogno di una tecnologia di questo genere... era da un po' che l'aumento di capacità degli HDD tradizionali era in stallo (o quasi).
Paganetor10 Ottobre 2011, 09:49 #6
certo che con dischi da 16 TB ci si diverte parecchio!
s12a10 Ottobre 2011, 10:38 #7
Ma visto che oramai la capienza supera le reali necessita` della maggior parte degli utenti, per dare un po' di vita in piu` agli hard disk non potrebbero fare una spece di raid interno fra i vari piattelli per aumentare le velocita`? Magari con i piattelli sfasati angolarmente per ridurre i tempi di seek.
Perseverance10 Ottobre 2011, 12:11 #8
E' già stato fatto in passato raddoppiando o quadruplicando il blocco testine, ma i problemi di gestione della lettura\scrittura fecero poi desistere dal proseguire. Non è detto che in futuro qualcuno non ci riprovi.
rb120510 Ottobre 2011, 13:24 #9
Originariamente inviato da: s12a
Ma visto che oramai la capienza supera le reali necessita` della maggior parte degli utenti, per dare un po' di vita in piu` agli hard disk non potrebbero fare una spece di raid interno fra i vari piattelli per aumentare le velocita`? Magari con i piattelli sfasati angolarmente per ridurre i tempi di seek.


Beh, per quanto riguarda la ridondanza interna puoi ottenerla manualmente partizionando il disco e facendo un soft raid1 delle due partizioni. Ma, avendo in comune praticamente tutto, non so che aumento d'affidibilità puoi avere, mi aspetto sia poco più che trascurabile. A sto punto, meglio comprare due drive di metà capacità e fare un raid "vero".
+Benito+10 Ottobre 2011, 13:47 #10
Mi soprenderei se non ci fosse lo zampino di Sony visto che ha "sviluppato" questa tecnologia per 15 anni con i MiniDisc.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^