Da SuperTalent tre nuovi flash drive USB 3.0

Da SuperTalent tre nuovi flash drive USB 3.0

SuperTalent annuncia l'arrivo sul mercato di tre flash drive in grado di sfruttare i vantaggi di USB 3.0

di pubblicata il , alle 09:06 nel canale Storage
 

Dopo che i principali produttori di schede madri hanno annunciato la volontà di voler comunque garantire supporto a USB 3.0 e SATA 6, come abbiamo riportato nelle precedenti notizie, i produttori di periferiche si fanno coraggio e iniziano a rilasciare i primi prodotti in grado di supportare la nuova tecnologia di interconnessione.

supertalent raid drive

I tre nuovi prodotti, che saranno caratterizzati dal nome commerciale di SuperSpeed USB 3.0 RAIDDrive saranno disponibili in tre tagli rispettivamente di 32GB, 64GB e 128GB. Tutti i modelli saranno ovviamente compatibili con il nuovo standard USB 3.0 ma garantiranno, come prerogativa della nuova interconnessione, retrocompatibilità con USB 2.0. Secondo i dati forniti dalla società con il comunicato ufficiale le nuove unità saranno in grado di garantire velocità di trasferimento dati fino a 200MB/s grazie ad una particolare tecnologia, definita "multiple pairs of differential serial data lines".

I modelli, di cui al momento non è conosciuto il costo di commercializzazione, arriveranno sul mercato per il mese di Dicembre. Ovviamente, come da aspettative, rimarrano prodotti di nicchia ancora per tutto il prossimo anno, fino a quando USB 3.0 non raggiungerà una sensibile diffusione sul mercato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gefri05 Novembre 2009, 09:26 #1
figa, ma 200 mega al secondo non sono più del doppio del transfer rate di un normale hd 7200 3.5"?
Fosse possibile fare un raid zero con 2 o 3 chiavette di questo tipo sarebbe grandioso :o
marck7705 Novembre 2009, 09:28 #2
perchè si chiamano "RAID"? Hanno 2 memorie in RAID 0 al loro interno? E' così che riescono ad ottenere alti bitrate? Non sarebbe male come cosa, ma il prezzo da pagare sarebbe doppio...
Manwë05 Novembre 2009, 09:39 #3
secondo me la versione da 128GB, al lancio, costerà quasi quanto un SSD di pari capienza
maurilio96805 Novembre 2009, 09:40 #4
Aspettando che sata 6 ed usb 3 vengano implementate nei chipset e non solo tramite schede aggiuntive compatbili tra l'altro solo con alcune mobo.
Cloud7605 Novembre 2009, 11:12 #5
"...la volontà di voler comunque garantire supporto a USB 3.0 e SATA 6"

Se stiamo parlando di USB 3.0 (evoluzione del 2.0 e così via) mi sembra logico parlare di SATA III ( e non di SATA 6 che non esiste) visto che stiamo parlando di generazioni evolutive di uno standard come appunto il SATA III evoluzione del SATA II e non di velocità ( 6Gb/s del SATA III).
desmogix05 Novembre 2009, 11:55 #6
ma esistono previsioni riguardo alla diffusione di questo standard ?

Per esempio a Natale prossimo quante macchine già l'avranno ?
icoborg05 Novembre 2009, 12:18 #7
io + che altro vorrei conoscerne l'affidabilita :|
maumau13805 Novembre 2009, 12:28 #8
Originariamente inviato da: Cloud76
"...la volontà di voler comunque garantire supporto a USB 3.0 e SATA 6"

Se stiamo parlando di USB 3.0 (evoluzione del 2.0 e così via) mi sembra logico parlare di SATA III ( e non di SATA 6 che non esiste) visto che stiamo parlando di generazioni evolutive di uno standard come appunto il SATA III evoluzione del SATA II e non di velocità ( 6Gb/s del SATA III).


In order to avoid parallels to the common SATA II misnomer, the SATA-IO has compiled a set of marketing guidelines for the new specification. The specification should be called Serial ATA International Organization: Serial ATA Revision 3.0, and the technology itself is to be referred to as SATA 6 Gbit/s. A product using this standard should be called the SATA 6 Gbit/s [product name]. The terms SATA III or SATA 3.0, which are considered to cause confusion among consumers, must not be used

Tradotto: un prodotto che usa la terza revision dello standard sata deve usare il nome commerciale SATA 6, e non SATA III o SATA 3.0, in quanto possono causare confusione (in quanto la seconda revision ha una velocità di 3Gb/s)
Lotharius05 Novembre 2009, 13:01 #9
Mi sembra un prodotto piuttosto inutile, non solo per via del fatto che l'USB3 non sarà presente in un buon numero di macchine ancora per molto (e l'implementazione su scheda dedicata mi sembra una pataccata che occupa slot PCI Express già di per se inutilizzabili perchè pochi o coperti dalla VGA), ma anche perchè chi vuole 128Gb esterni magari adotta un dispositivo e-Sata che, seppur più ingombrante, è molto più capiente e abbastanza veloce nel trasferimento dati da soddisfare chiunque.
Inoltre, come già detto, credo che il prezzo alla fine sia comparabile a quello di dischi SSD di pari capienza...
icoborg05 Novembre 2009, 13:03 #10
Originariamente inviato da: Lotharius
Mi sembra un prodotto piuttosto inutile, non solo per via del fatto che l'USB3 non sarà presente in un buon numero di macchine ancora per molto (e l'implementazione su scheda dedicata mi sembra una pataccata che occupa slot PCI Express già di per se inutilizzabili perchè pochi o coperti dalla VGA), ma anche perchè chi vuole 128Gb esterni magari adotta un dispositivo e-Sata che, seppur più ingombrante, è molto più capiente e abbastanza veloce nel trasferimento dati da soddisfare chiunque.
Inoltre, come già detto, credo che il prezzo alla fine sia comparabile a quello di dischi SSD di pari capienza...


solo che l'e-sata funziona raramente in modo ortodosso...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^