Da Intel e Micron il primo chip da 128Gb a 20 nanometri

Da Intel e Micron il primo chip da 128Gb a 20 nanometri

Intel e Micron, insieme con il nome di IMFT, annunciano l'entrata in produzione di massa dei chip da 64Gb sviluppati a 20 nanometri

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 14:38 nel canale Storage
Intel
 

Intel e Micron lavorano da tempo insieme per lo sviluppo di nuovi chip di memoria capaci d i fornire un nuovo livello prestazionale e, al tempo stesso, costi di produzione più contenuti. La joint venture, che prende il nome di IMFT, annuncia così l'inizio della produzione in massa dei primi chip NAND da 64Gb (8GB) sviluppati a 20 nanometri. L'annuncio arriva insieme al raggiungimento di un nuovo traguardo: la produzione del primo chip da 128Gb a 20 nanometri.

"Il nuovo prodotto nato dalla joint venture IM Flash Techologies rappresenta la prima soluzione capace di portare 1 Terabit di dati in un package che può stare su di un dito", è quanto viene riportato dal comunicato stampa ufficiale. La nuova soluzione da 128Gb è in grado di andare a rispettare le specifiche ONFI 3.0, garantendo una velocità di 333 megatransfers al secondo (MT/s), garantendo agli utenti finali una soluzione sì a basso a costo ma al tempo stesso anche capace di fornire interessanti prestazioni. I dispositivi saranno adatti allo sviluppo di tablet, smartphone e SSD.

IMFT

Riuscire a rimpicciolire costantemente il processo produttivo permette a Intel e Micron di riuscire a ridurre anche i costi di produzione, con effetti diretti sul mercato finale: grazie alle modifiche apportate al design i nuovi prodotti a 20 nanometri saranno in grado di fornire le stesse performance e la stessa affidabilità delle soluzioni a 25 nanometri.

Il nuovo dispositivo da 128Gb entrerà nel pieno della sua produzione solo nel mese di giugno del prossimo anno: ad arrivare prima, ovviamente, saranno le soluzioni basate su moduli da 64Gb.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
floop07 Dicembre 2011, 15:08 #1
Bene allora per l'estate vedremo 128gb a 1€/GB? Speriamo anche se in quel periodo arriverà l'iva da 23%
Mparlav07 Dicembre 2011, 15:59 #2
1 euro/GB, iva inclusa, volendo c'è già ora

Diciamo che tra gennaio e febbraio si spera di vedere quel prezzo anche sui modelli migliori che adesso si aggirano sugli 1.2-1.3 euro/GB.

Questa news apre la strada al successore del Crucial M4: sarà roba della primavera prossima, perchè Intel i "King Crest" con le nand 20nm li ha previsti per il Q3 2012.
MadMax of Nine07 Dicembre 2011, 17:03 #3
Tutti con questo euro per giga... poi magari buttate i soldi in lucine e simili...

Per me gli ssd sono stati convenienti da praticamente subito ora non averlo vuol dire follia...

sempre imho
gpat07 Dicembre 2011, 21:28 #4
Spero di potermi prendere una 64GB a 50 euro prima del rialzo dell'IVA..
lucusta07 Dicembre 2011, 22:54 #5
per l'estate, a meno di qualche altra catastrofe ambientale od economica (che costringera' a mettere l'iva al 33%), avremo SSD da 128GB (16 chips)a una novantina di euro, con Transfer rate limitato dal SATA6... il teorico mi da' oltre 650MB/s lordo, al netto almeno 550MB/s.
l'abbassamento del prezzo e' dovuto anche al fatto che con lo stesso controller a 16 canali usabile per il 128GB, che diverra' il taglio "medio", si otterranno gia' le performance al limite della specifica, quindi lo stesso controller, con gli stessi 16 canali va' bene sia per SSD a 8 che a 16 che a 32 chip nand, e ne beneficeranno anche i 256GB ed i 64GB, che useranno i controller con qualche canale non funzionante, quindi di "recupero".
il taglio minimo da 64GB avra' pero' un'inferiore velocita' (circa 300MB/s in lettura) dovuta all'uso di solo 8 canali e 8 chip nand, ma costera' anche meno di 60 euro.

(bisognera' inventarsi presto una nuova specifica, perche' questa e' gia' stretta!)
ionet08 Dicembre 2011, 14:21 #6
Originariamente inviato da: lucusta

(bisognera' inventarsi presto una nuova specifica, perche' questa e' gia' stretta!)


in realta' gia' esiste,e' il pci express,ma sono poco usati per i costi notevolmente maggiorati(vedi i revo drive)

ma cmq il sata prossimo venturo prevede proprio la fusione con il pci express
si chiamera' appunto serial ata express,scalabile fino a 16Gbs

http://www.sata-io.org/documents/SA...ess-Release.pdf
1consigliere08 Dicembre 2011, 17:15 #7

Che palle questa corsa ai sette nani

Tutta questa Nanologia ha stufato. Fanno dei CPU che possono cuocere le uova. E non si preoccupano che il calore puo compromettere i dati. Questa e' una corsa al risparmio perche la vera velocita viene con un buon Bus e con la suddivisione dei carichi di lavoro. Io ho perso un nuovo computer per via di un processore video che scaldava troppo. Inoltre bisogna cambiare spesso la pasta termica tra CPU e alette di raffreddamento ogni qualvolta diventi troppo secca. Qui paghiamo quando si romPono e per di piu sono talmente fatti a cacchio di cane che non durano abbastanza o non sono buoni abbastanza per darli ai poveri. Ho comperato notebooks da 4000 euro. Stessa schifezza, tre anni ed era una mondezza dove si romPeva tutto.
1consigliere08 Dicembre 2011, 18:32 #8

400MT/s

MT/s non e' la stessa cosa di Mb/s. MT/s viene misurato con un bus di 1 byte ma non si limita al bus come i Mb/s.
Questo significa che raddoppiando il bus si raddoppia la velocita'.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^