Da Corsair una pendrive USB con performance da SSD

Da Corsair una pendrive USB con performance da SSD

Corsair Voyager GTX è una chiavetta USB che consente velocità di trasferimento di 450/350 MB/s rispettivamente per lettura e scrittura di dati

di pubblicata il , alle 16:31 nel canale Storage
Corsair
 

Corsair ha mostrato al Computex un nuovo modello di pendrive USB caratterizzato da performance analoghe a quelle raggiungibili dai più complessi SSD. Stando ai numeri annunciati dalla società, si parla di 450MB/s in lettura e 350 in scrittura dei dati.

Corsair Flash Voyager GTX

Flash Voyager GTX sarà disponibile in due versioni, da 128 e 256GB, e supporta le tecnologie tipiche delle soluzioni di storage a stato solido per mantenere stabili nel tempo le performance operative. Presente il supporto a TRIM, al protocollo USB Attached SCSI e a S.M.A.R.T, mentre è garantita la compatibilità anche con USB 2.0 a patto di scendere a compromessi dal punto di vista prestazionale.

La nuova chiavetta USB di Corsair è compatibile con Windows, Mac OS X e Linux senza la necessità di installare software addizionale. Al momento mancano informazioni circa le capacità di gestire file di piccole dimensioni, i dati relativi al random I/O, né è noto il controller utilizzato o il tipo di NAND installata.

Corsair Flash Voyager GTX - prestazioni

Corsair Flash Voyager GTX è un pendrive USB caratterizzato da dimensioni leggermente più importanti rispetto ad altre soluzioni simili, giustificate ampiamente dalle capacità sensibilmente superiori. I nuovi modelli saranno disponibili a luglio, con un prezzi consigliati al pubblico molto interessanti: 119,90€ per il modello da 128GB e 199,90€ per la variante da 256GB, cifre non troppo elevate se consideriamo la particolarità delle soluzioni.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
roccia123403 Giugno 2014, 17:03 #1
Beh, in pratica è un SSD con una connessione USB...

Visto che oramai hanno raggiunto dimensioni ridicole, era da aspettarsi una soluzione del genere...
marck7703 Giugno 2014, 17:44 #2
Molto interessante, aperta la strada a micro-PC del tutto privi di controller Sata. Basterà quello USB 3.0 per avere tutte le connessioni necessarie, compreso disco di sistema.
frankie03 Giugno 2014, 18:06 #3
ma la banda dell'USB3 non è inferiore?
Braccop03 Giugno 2014, 19:08 #4
Originariamente inviato da: frankie
ma la banda dell'USB3 non è inferiore?


5 Gbit/s... sono piu' di 600 MB/s
nebbia8803 Giugno 2014, 19:47 #5
Originariamente inviato da: Braccop
5 Gbit/s... sono piu' di 600 MB/s



sì ok.. pure usb2 aveva 60 MB/s.. ma quanti REALI su un trasferimento file?
lupin 3rd03 Giugno 2014, 20:10 #6
a me il sata sembra più efficiente...
luigi.201303 Giugno 2014, 20:42 #7
Il s-ata avendo una latenza molto bassa può saturare più facilmente la banda a differenza della usb 3. Cmq s-ata 3= 6gbit/s , usb 3= 5gbit/s
kiwivda03 Giugno 2014, 22:32 #8
E' una fotocopia della mia patriot supersonic magnum da 128gb di 5 anni fa. Anche nel design solo che è rossa...
homoinformatico03 Giugno 2014, 23:09 #9
i miei test su ssd di sistema su sata 3 (renesas) dicono che va circa quanto un sata 2
maxmax8004 Giugno 2014, 01:15 #10
soluzione interessante per chi non ha spazio in borsa (120€ per il taglio da 128GB).

per chi ha spazio può sempre optate per
box USB 3.0 + SSD 128Gb Crucial M550
10€ + 75/80€

oppure per SSD più scarse che costano una decina di euro in meno..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^