Crucial P1, ecco i nuovi SSD M.2 NVMe PCIe da 500GB e 1TB, il 2TB entro breve

Crucial P1, ecco i nuovi SSD M.2 NVMe PCIe da 500GB e 1TB, il 2TB entro breve

Novità in casa Crucial con la presentazione di una nuova famiglia di SSD, denominata P1. Si tratta di modelli PCIe NVMe con interfaccia M.2, andando quindi a colmare una lacuna di uno dei produttori di SSD più apprezzati dal pubblico. Ecco i dettagli

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Storage
Crucial
 

Crucial, da tempo, fa registrare volumi di vendita molto elevati nel nostro paese. La ricetta del successo, condivisa con Samsung, è la realizzazione di unità molto performanti offerte a un prezzo veramente concorrenziale. Non stupisce la recente realizzazione della serie BX500, SATA 6Gbps, che va alla ricerca di una quota di mercato ancora più elevata nel settore entry-level, quello appunto dove solo chi si produce in casa i chip può proporre unità di ottima qualità e prezzo.

Oggi Crucial annuncia una nuova serie, che gli appassionati aspettavano da un po': si tratta della famiglia P1, pensata per chi dispone di slot M.2 PCIe NVMe, portando quindi ben più in là le prestazioni dei tipici Solid State Drive SATA 6Gbps. I nuovi P1 portano in dote anche i nuovi chip QLCQuad Level Cell, gestiti da un controller per ora non dichiarato (ma ne sapremo di più a breve).

I tagli disponibili sono di 500GB, 1TB e ben 2TB, sebbene quest'ultimo sarà disponibile solo a inizio dell'anno prossimo. Le prestazioni dichiarate sono di 1900MB/s in lettura e 950MB/s in scrittura per il modello da 500GB, che salgono a 2000MB/s in lettura e 1700MB/s in scrittura per quello da 1TB, giunto proprio questa mattina in redazione e in fase di test.

Si tratta di valori ottimi, specie per quello da 1TB, trattandosi di un modello PCIe non da fascia alta ma media, con prezzi dichiarati, per ora in dollari USA, rispettivamente di 109,99$ e 219,99$ rispettivamente per il 500GB e 1TB. Sono prezzi senza tasse USA, ma restano comunque ottimi trattandosi di quelli di lancio, poiché sono già ora inferiori rispetto alla concorrenza diretta come i Samsung 970 Evo.Un primo sguardo ai benchmark dimostrano un comportamento prestazionale con AS SSD in linea con il dichiarato, anche con scenari da 10GB (più elevati, di solito, con CrystalDiskMark):


1GB                                                      10GB

Una buona notizia per chi è alla ricerca di SSD M.2 PCIe, insomma. La garanzia è di 5 anni, mentre confermata la dotazione che prevede una copia di Acronis TrueImage per la migrazione dei dati.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor16 Ottobre 2018, 16:22 #1
Ma in un uso "quotidiano", si notano differenze rispetto a un comune SSD Sata?

Già oggi con un i5 di 8a generazione su gestione attività vedo che va prima al 100% il processore rispetto al disco quando faccio partire applicazioni o task "pesanti" sul fronte della lettura e scrittura...
Mparlav16 Ottobre 2018, 16:38 #2
Il modello P1 da 1TB ha un prezzo di lancio di 220$ per 5 anni di garanzia e soli 200 TBW (come l'Intel 660p)
Un MX500 da 1TB viene 160$, stessa garanzia, ma 360 TBW.

E' stato presentata anche la serie Corsair MP510 m.2 pcie (Phison + TLC): 1TB viene 236$, sempre 5 anni di garanzia, ma ben 1700 TBW e 3500/3100 - 600K iOPS.
Ammesso che si riesca a sfruttarne la differenza sul sata, per 15$ in più, prenderei questo invece di un P1.

Questi primi ssd con QLC, per ora, mi sembrano un compromesso inaccettabile.
calabar16 Ottobre 2018, 17:58 #3
Neanche a me convince particolarmente, forse i limiti (prestazionali e di TWB) sono dovuti alle celle QLC e al fatto che sia la prima volta che vengono utilizzate.
Oltretutto con celle QLC mi sarei aspettato prezzi ben più aggressivi, anche se alla fine bisognerà vedere quali saranno i prezzi reali tra qualche mese.
MiKeLezZ17 Ottobre 2018, 01:26 #4
Originariamente inviato da: calabar
Neanche a me convince particolarmente, forse i limiti (prestazionali e di TWB) sono dovuti alle celle QLC e al fatto che sia la prima volta che vengono utilizzate.
Oltretutto con celle QLC mi sarei aspettato prezzi ben più aggressivi, anche se alla fine bisognerà vedere quali saranno i prezzi reali tra qualche mese.
No è un discorso di fisica. Aumentando i bit per cella quadruplicano gli accessi per cella il che causa anche maggiore stress e un dimezzamento della vita della NAND. Questo viene mitigato con spazio extra ed algoritmi ad hoc.
Il beneficio è però che dove prima stavano 256GB ora ci stanno 512GB e quindi si dimezzano i costi (o si raddoppia la capacità a parità di costo).
Comunque anche 180TBW sono tantissimi per un utente consumer, si può anche scendere.
MiKeLezZ17 Ottobre 2018, 01:27 #5
Originariamente inviato da: Paganetor
Ma in un uso "quotidiano", si notano differenze rispetto a un comune SSD Sata?
No. Da un SSD vedi (poca) differenza solo se passi a un Intel Optane.
calabar17 Ottobre 2018, 01:40 #6
Originariamente inviato da: MiKeLezZ
No è un discorso di fisica.

Perché esordisci con "no"? Non ho detto mica il contrario.
Lionking-Cyan17 Ottobre 2018, 09:52 #7
E' cmq vero che 100tbw per il 500gb sono pochini.
Il mio m4 da 128gb sono 6 anni che ce l'ho, e va benissimo, però ci ho scritto relativamente poco. Su un 500gb ci caricherei molta più roba, ad es. videogiochi, e 100tbw forse sono pochi se lo si usa più intensamente.
amd-novello17 Ottobre 2018, 09:56 #8
m500 da 5 anni e scritti 12 tera.
anche 50 bastano per i consumer.
Lionking-Cyan17 Ottobre 2018, 11:55 #9
Cosa ci installi su? Ci installi di tutto o stai attento?

In effetti ho fatto un po' di confusione: leggevo tb ma pensavo a gb. Mettiamo che un gioco d'oggi sono circa 50gb: ne dovrei installare 20 prima di fare un solo tb.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^