Corsair, nuovi SSD per la famiglia performance

Corsair, nuovi SSD per la famiglia performance

La società americana amplia la propria famiglia di SSD introducendo due nuovi modelli caratterizzati dalla capacità di 64 e 128GB

di pubblicata il , alle 07:33 nel canale Storage
Corsair
 

Come abbiamo avuto modo di osservare recentemente, il mercato degli SSD stenta ancora a decollare: il limite che lascia ancorato questo particolare tipo di prodotto al suolo non è la resa prestazionale, quanto il costo al pubblico. Se infatti le unità SSD sono in grado di garantire performance pari e in alcuni casi superiori alle soluzioni tradizionali, andando però ad eliminare i problemi legati alla mobilità delle parti meccaniche, risultando di fatto molto più resistenti agli urti, è anche vero che il costo per GB di questi prodotti è ancora troppo elevato.

Corsair, nota società americana ha da tempo intrapreso la strada delle unità SSD: la serie Performance vede i modelli destinati alla fascia alta del mercato tra cui spicca il modello P256, in grado di garantire oltre a velocità di funzionamento degne di nota anche 256GB di spazio. La società americana amplia ora la propria offerta, presetando i modelli P128 e P64. Il primo, della capacità di 128GB, è in grado di raggiungere velocità di lettura e scrittura 220MB/sec e 200MB/sec, mentre la versione da 64GB si ferma a 120MB/sec in scrittura.

Con il modello di punta da 256GB le due nuove soluzioni condividono il memory controller Samsung in grado di supportare correttamente la tecnologia NCQ (Native Command Queueing) e i 128MB di cache. Mancano al momento informazioni circa il costo e la data di commercializzazione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
skyscreaper27 Giugno 2009, 09:10 #1
ne venderebbero a vagonate se abbassassero i prezzi! per ora se li tengano sugli scaffali.
devilred27 Giugno 2009, 10:58 #2
quoto al 100%
max847227 Giugno 2009, 11:01 #3
Nell'analisi iniziale dell'articolo metterei anche il grande dubbio sull'affidabilità di tali giocattoli. Anche se i produttori sparano MTBF a 25 zeri, anche se dicono che scrivendo 1Gb al giorno un SSD dura 15 anni, etc. personalmente ho ancora molti dubbi. E gli SSD basati sulle celle di tipo SLC costano ancora di più, rendendoli ancora un prodotto assai di nicchia.
Simedan198527 Giugno 2009, 11:14 #4
Ragazzi penso : Ogni cosa a suo tempo ...tra un annetto si potra fare ,complice anche la molta concorrenza scenderanno di parecchio.
Severnaya27 Giugno 2009, 11:15 #5
quest'anno gli SSD sono ancora "di nicchia", speriamo che il 2010 ci porti SSD a prezzi umani con queste prestazioni
Xile27 Giugno 2009, 12:11 #6
Originariamente inviato da: skyscreaper
ne venderebbero a vagonate se abbassassero i prezzi! per ora se li tengano sugli scaffali.


Tu sai vero che sono prodotti nuovi quindi le aziende oltre a guadagnarci devono recuperare i soldi della ricerca?!
ice_v27 Giugno 2009, 12:28 #7
''Il primo, della capacità di 128GB, è in grado di raggiungere velocità di lettura e scrittura 220MB/sec e 200MB/sec, mentre la versione da 64GB si ferma a 120MB/sec in scrittura.''

Questo significa che quello da 64 arriva a 220MB/sec in lettura? Se è così, non è malaccio.
Speriamo che per il 2010 i prezzi si abbassino un pocchino...avevo in mente di installare Se7en su uno di questi aggeggi
AceGranger27 Giugno 2009, 12:46 #8
Originariamente inviato da: max8472
Nell'analisi iniziale dell'articolo metterei anche il grande dubbio sull'affidabilità di tali giocattoli. Anche se i produttori sparano MTBF a 25 zeri, anche se dicono che scrivendo 1Gb al giorno un SSD dura 15 anni, etc. personalmente ho ancora molti dubbi. E gli SSD basati sulle celle di tipo SLC costano ancora di più, rendendoli ancora un prodotto assai di nicchia.


boiata...

I produttori dichiarano MTBF di 1-2,5 milioni di ore, che sono di poco superiori a quelle dei dischi meccanici che si attestano intorno al 1-1,5 milioni.
Per la cronaca sono 50 GB al giorno per 15 anni per un SSD da 30 GB ( e fra l'altro gli anni dipendono dalla dimensione dell'SSD).

http://www.supertalent.com/datasheets/6_132.pdf

Gli SLC per il mercato home non hanno ragione di esistere, in quando non credo che un utente home con l'uso classico del pc, vedra mai la morte per riscrittura delle celle di un SSD.
Darfen27 Giugno 2009, 13:15 #9
Il 128gb sarebbe ottimo per programmi e sistema operativo a quelle velocità. Speriamo veramente che entro un anno si possa trovare sui 150 euro anche se non credo.
Linux Lover27 Giugno 2009, 13:15 #10
Azz. non lo sapevo che questi Drive SSD avevano addirittura 128MB di cache!

Mediamente la concorrenza ne integra fino a 64MB di cache, se non ricordo male.. forse anche per questo che prestazionalmente Corsair, Samsung e pure Kingston sopravanzano la concorrenza.

I prezzi sono un tormentone, lontani dalla realtà di 3 o 4 volte; le prestazioni da tutti i test che emergono dalle migliori testate giornalistiche del settore informatico sono contrastanti: se gli SSD hanno un controller scadente -> buttateli pure via nel cestino, se hanno il controller a 4-10 vie sono dei buoni SSD.

Il difetto che viene spiegato da test approfonditi e che gli SSD soffrono quando li si riempie di dati.. le prestazioni scendono, infatti non per niente escono firmware a tutto andare, per cercare di gestire meglio il refresh di tutte le celle di memoria (MLC=multi livel cell) che perdono tanti cicli per verificare se i dati scritti o letti siano effetivamente dati giusti e non di transizione (pena=corruzione dei dati).

HO un Domandone: ma se i dischi SSD li si lascia spenti per dei mesi o degli anni, i dati li perdono..???

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^