Barracuda 1,5TB, Seagate ammette le colpe

Barracuda 1,5TB, Seagate ammette le colpe

Con una mail l'azienda fa il punto della situazione e illustra la strategia che adotterà per risolvere il problema

di pubblicata il , alle 10:06 nel canale Storage
Seagate
 

Contatta da Tech report, la società americana ammette pubblicamente il suo problema e, sempre per mezzo mail, spiega in quale modo intende procedere per risolvere definitivamente il problema.
Per tutti coloro che non avessero seguito la vicenda, riportiamo alla notizia di ieri; sintetizzando, grazie ad un post sul forum di supporto, Seagate ha scoperto di aver messo in commercio alcuni dischi da 1,5TB che, causa un malfunzionamento, si arrestavano per una trentina di secondi, nel bel mezzo di sessioni lavorative.
Il problema, secondo quanto possibile riscontrare sul forum sopra citato, affligge tutti i tipi di sistema operativo, da Windows Vista a Linux, passando per Mac OS X.

A prendere le redini della situazione è Mike Hall, un portavoce della società, che afferma:

"Seagate sta portando avanti le ricerche per capire perchè una piccola parte di Barracuda 7200.11 (1,5TB) vada in blocco per alcuni secondi durante le sessioni di scrittura. Questo non comporta la perdita di dati e non danneggia il disco, ma è comunque un inconveniente che contiamo di risolvere con un upgrade firmware.

Tutti i clienti che hanno problemi con questo tipo di prodotto, non esitino a segnalare il problema al nostro supporto tecnico.

I prodotti affetti dal problema hanno il part number 9JU138-300, 336 con firmware SD15, SD17, o SD18."

Per le nazioni come l'Italia il numero di supporto può essere trovato a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Human_Sorrow11 Novembre 2008, 10:12 #1
secondo me i problemi possono accadere in una materia così complessa come l'informatica, quello che DEVE essere fatto è - come Seagate - ammettere il problema e sforzarsi di distribuire una cura.
Come la path e gli aggiornamenti per i Software.

Ovvio che tira sempre un po', aver comprato un HD nuovo di pacca da ben 1.5Tb e... non funziona

bye
Eraser|8511 Novembre 2008, 10:14 #2
sentire che è un problema risolvibile mediante upgrade firmware allevia un po' la situazione.. in ogni caso un disco da 1,5TB viene sicuramente usato per storage di dati (ad esempio film). Dover ritrovarsi nel bel mezzo della visione di un film un blocco di 30 secondi non dev'essere carino :|
*Caos*11 Novembre 2008, 10:17 #3
Si parla di scrittura e non lettura.
hibone11 Novembre 2008, 10:21 #4
smile! you are on candid camera!
Crisa...11 Novembre 2008, 10:29 #5
Originariamente inviato da: *Caos*
Si parla di scrittura e non lettura.


peggio! pensa a professionisti che per lavoro fanno registrazioni audio o video in tempo reale...
tommy78111 Novembre 2008, 10:35 #6
dire che i dischi non funzionano è una esagerazione, non vi sono perdite di dati ma rallentamenti e questo è già un dato positivo a mio avviso perchè non ha procurato danni alle persone. ora bisognerà vedere se effettivamente è un problema risolvibile tramite aggiornamento o se si è trattato di una partita difetosa a livello hardware.
dantes7611 Novembre 2008, 10:48 #8
Originariamente inviato da: tommy781
dire che i dischi non funzionano è una esagerazione, non vi sono perdite di dati ma rallentamenti e questo è già un dato positivo a mio avviso perchè non ha procurato danni alle persone. ora bisognerà vedere se effettivamente è un problema risolvibile tramite aggiornamento o se si è trattato di una partita difetosa a livello hardware.


dire che i dischi non fanno il propio lavoro non e' una esagerazione...
riva.dani11 Novembre 2008, 10:51 #9
Speriamo calino di prezzo ora che nessuno li vorrà!

Ovviamente scherzo. In ogni caso piano coi complimenti a Seagate: la prima risposta che avevano dato era la classica "Linux non è supportato quindi non possiamo farci niente" o, peggio ancora, "i nostri dischi non sono garantiti per funzionare in RAID, quindi è normale che non funzionino". Non proprio quello che ci si aspetterebbe da un'azienda tanto seria e tanto grande.
Cristallo11 Novembre 2008, 10:51 #10
Ciao a tutti,

scusate ma la mancata perdita di dati in caso di blocco è vera fintanto che è disponibile un'area di buffer. Al flusso teorico di 300mbit/sec (equivalenti a 37.5 megabyte) un blocco di 10 secondi come può essere gestito dal disco ?

Saluti

Cristallo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^