chiudi X
Age of Empires Definitive Edition in DIRETTA

Segui la diretta sui nostri canali YouTube - Twitch - Facebook

ASUS ROG RAIDR, SSD Raid PCI Express a prezzo ragionevole

ASUS ROG RAIDR, SSD Raid PCI Express a prezzo ragionevole

Anche ASUS di lancia nel mondo degli SSD enthusiast, facendoli ricadere nella famiglia ROG destinata all'utenza più esigente. Ecco caratteristiche e prezzi delle unità che vedremo sugli scaffali a maggio

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 11:01 nel canale Storage
ASUS
 

ASUS ROG RAIDR non fa la sua prima comparsa in assoluto in questi giorni, poiché aveva già fatto mostra di sé nel corso del CES di Las Vegas. Le specifiche però non erano ancora definitive, così come rimanevano sconosciute alcune caratteristiche molto importanti come i prezzi, dotazioni e prestazioni definitive.

Techpowerup riporta una notizia che va a colmare queste lacune, offrendo a noi la possibilità di fare una breve panoramica sulle caratteristiche principali di questo nuovo SSD PCIe destinato all'utenza casalinga più esigente, ammiccando ai videogiocatori.

Iniziamo col dire che la declinazione ASUS per il proprio super SSD è quella che prevede l'impostazione in stile scheda video: abbiamo quindi in PCB molto ampio che ospita chip NAND Flash  Toshiba 19nm, coordinati da due controller SandForce SF2281, il tutto connesso al sistema attraverso il connettore PCI-Express 2.0 x2.

Viene garantito il supporto a TRIM, NCQ e SMART, pur in presenza di una configurazione RAID 0. L'unità è ovviamente impostabile come boot e non servono driver per essere riconosciuta dal sistema. Per ora i tagli disponibili sono di 120GB e 240GB, che sembrano pochi in quanto abituati alle soluzioni della concorrenza che sfruttano lo spazio a disposizione per proporre unità anche molto più capienti (ma ovviamente molto costose).

ASUS intende invece portare le prestazioni ben al di là dei limiti di SATA 6Gbps, senza per questo svenarsi. L'unità da 120GB è accreditata di 765 MB/s in lettura e 775 MB/s in scrittura, mentre con la 240GB si sale rispettivamente a 830MB/s e 810MB/s. In bundle con ROG RAIDR troviamo anche una licenza per Kaspersky Antivirus 2013.

I costi? Voci non ufficiali parlano di circa  parla di circa 180 Dollari per la 120GB, che salgono a circa 300 Dollari per quella da 240GB. Cifre importanti, certo, ma sicuramente buone considerando ciò che siamo di fronte a una unità RAID 0 già pronta e configurata senza i problemi che possono nascere scegliendo due SSD SATA da mettere in RAID.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor18 Aprile 2013, 11:12 #1
se ami il brivido può essere una soluzione...
Mparlav18 Aprile 2013, 11:32 #2
Non mi piacciono queste versioni di ssd pci-e consumer, sono meno versatili rispetto alle unità da 2.5" o msata, ma il prezzo proposto da Asus è buono.

Da prendere in considerazione da chi non dispone di sata 6GBs nativo, anche se io preferirei cmq un "classico" 240-256GB.
Dumah Brazorf18 Aprile 2013, 12:00 #3
Secondo me è anche meglio del disco. Cavi in meno nel case, velocità maggiore e prezzi che tutto sommato erano quelli che gli ssd avevano un annetto fa. La portabilità inferiore è un dettaglio; un disco fisso nel 99% dei casi viene installato e più toccato vita natural durante. La versatilità è simile ai dischi da 3,5", fatti per i soli pc desktop.
Bestio18 Aprile 2013, 12:01 #4
Costa comunque il doppio di una coppia di SSD di pari capacita' complessiva, che in Raid0 vanno anche piu' veloci superando 1 Gb/s.

Interessante solo per chi non ha una interfaccia Sata3 imho.
Alex-Murei18 Aprile 2013, 12:12 #5
Ma si possono usare anche per buttarci il sistema operativo ?
moddingpark18 Aprile 2013, 12:51 #6
Originariamente inviato da: Alex-Murei
Ma si possono usare anche per buttarci il sistema operativo ?


Secondo l'articolo è possibile impostarlo come unità di boot, quindi probabilmente si.

Comunque sembra un disco interessante...
marchigiano18 Aprile 2013, 14:08 #7
Originariamente inviato da: Bestio
Costa comunque il doppio di una coppia di SSD di pari capacita' complessiva, che in Raid0 vanno anche piu' veloci superando 1 Gb/s.

Interessante solo per chi non ha una interfaccia Sata3 imho.


chiedo ai più esperti di me:

ho fatto un raid0 su chipset P55 (nehalem/westmere in pratica) e funzionava benino, solo che l'ho tolto perchè non avevo il trim abilitato e sopratutto i dati smart venivano filtrati dal controller raid del chipset e non li visualizzavo bene da windows, quindi non mi sentivo sicuro

con i chipset più moderni si sono risolti questi problemi o per i dati smart bisogna per forza avere i dischi singoli?
ranma over18 Aprile 2013, 15:48 #8
Originariamente inviato da: Bestio
Costa comunque il doppio di una coppia di SSD di pari capacita' complessiva, che in Raid0 vanno anche piu' veloci superando 1 Gb/s.

Interessante solo per chi non ha una interfaccia Sata3 imho.


Sarà difficile che superi i 600mb/sec in quanto è il massimo del sata 3
Interessante per tutti visto il prezzo e le prestazioni.
Bestio18 Aprile 2013, 16:35 #9
Originariamente inviato da: ranma over
Sarà difficile che superi i 600mb/sec in quanto è il massimo del sata 3
Interessante per tutti visto il prezzo e le prestazioni.


Mai sentito parlare di Raid?
Mettendo 2 unita' in raid0 sfrutti 2 canali sata3, di fatto raddoppiando il transfer rate a 1200Mb/s.
Se avessi 4 canali Sata3 e 4 SSD potresti anche arrivare a 2400Mb/s, e cosi' via.

Link ad immagine (click per visualizzarla)
leoben18 Aprile 2013, 21:01 #10
Originariamente inviato da: pulsar68
Mi sembra un "deja vu".
In cosa differiscono dagli OCZ Revodrive?


Rispetto agli attuali Revo3 X2, costano (e vanno) la metà...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^