ASUS, da oggi SSD su tutta la line-up di portatili

ASUS, da oggi SSD su tutta la line-up di portatili

ASUS annuncia che a partire da oggi tutti i computer portatili della propria line-up saranno acquistabili anche con un'unità a stato solido. In precedenza la possibilità era garantita solo per i computer più alti in gamma

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Storage
ASUS
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
alexbilly06 Luglio 2016, 14:14 #11
Originariamente inviato da: Cooperdale
Sei sicuro che la garanzia sia invalidata?


ah così ho letto nel thread dei portatili... ma comunque se pure si dovesse rompere qualcosa, lo riapro e ci rimetto il disco vecchio
Balthasar8506 Luglio 2016, 14:21 #12
Originariamente inviato da: LASCO
hallelujah!!
Non compro più HD tradizionali da un bel pò.
Per le prestazioni sicuramente, ma per la sicurezza dei dati soprattutto.
La vita media di un HD tradizionale (almeno qualche anno fa era) è di circa 7 anni mi pare.
È vero che dopo 5 anni uno può comprare un nuovo HD molto più capiente e a minor prezzo, ma ogni tanto può capitare una rottura!

Chi ti ha fatto credere che un SSD sia più sicuro di un HD?

Anche io preferisco gli SSD per mille motivi ma, se si tratta di sicurezza di dati un HD prima di "morire" ti inviava varie avvisaglie tra cui l'aumento di rumorosità ed anomala lentezza del disco.
Con un SSD ciò non avviene e se l'utente comune non utilizza i software dedicati (esempio samsung magician) per monitorare lo stato dell'SSD può capitare molto facilmente di ritrovarsi l'unità corrotta e tanti saluti.

Se poi intendi "ah, l'SSD lo posso lanciare a destra ed a sinistra senza problemi" ok, ti potrei anche dar ragione ma non sono questi i problemi di sicurezza dei dati tipici che si possono incontrare in un'unità di memoria montata all'interno di un computer o di un portatile.

Comunque SSD tutta la vita.

CIAWA
Gonnario06 Luglio 2016, 14:31 #13
Ma vaff...

Continuerò comunque a non comprare un notebook fino a quando non la smetteranno di produrre device con hardware ancora paragonabile a quello del mio netbook di 7 ANNI FA ad un prezzo maggiore se non doppio o triplo.

Nella fascia medio/bassa di schermi full HD non se ne parla, come disco ti danno meccanici o eMMC più piccoli di una pen drive, le CPU sono super lente e super economiche, la durata della batteria è inferiore al mio netbook come anche il peso che è simile o solo di poco più basso. Infine la RAM a peso d'oro con dispositivi da 400 euro con 2 massimo 4 GB e USB 2.0 che ancora prevale sulla 3.0.

Analizziamo la composizione del prezzo per un qualsiasi dispositivo venduto nella fascia di prezzo tra i 300 e 450 euro:

- CPU 20 euro: prezzo consigliato sul sito Intel che di solito è almeno doppio rispetto a quello effettivo di mercato
- eMMC 10 euro
- RAM 10 euro (ricambio ufficiale su Amazon)
- Schermo 35 euro (ricambio ufficiale su Stockisti)

Totale 75 euro. Qualcuno mi spiega cosa minchia ci sta negli altri 225-375 euro? Costa così tanto la plastica? Tecnologia aliena? La webcam? Il caricatore? Il cartone della scatola?

Se poi andiamo su dispositivi di fascia alta tra i 1200 ed i 2200 euro troviamo il full HD, SSD, RAM 8 GB e processori i5/i7. C'è solo un piccolo problemino. Il ricarico di prezzo che applicano è allo stesso modo fuori dal mondo.
*aLe06 Luglio 2016, 15:02 #14
Originariamente inviato da: alexbilly
eh hanno aspettato che lo comprassi io a marzo e ne invalidassi la garanzia per metterci un ssd
Oddio io quando ho preso il mio attuale notebook non l'ho neanche avviato: ho sostituito direttamente l'HD con l'SSD senza passare dal via...
C'era lo sportellino, sia per accedere all'HD che per accedere alle RAM (anche quelle sostituite appena arrivato il notebook). Niente sigilli, solo una vite per l'HD e una vite per le RAM.
LASCO06 Luglio 2016, 15:03 #15
Originariamente inviato da: Balthasar85
Chi ti ha fatto credere che un SSD sia più sicuro di un HD?

Anche io preferisco gli SSD per mille motivi ma, se si tratta di sicurezza di dati un HD prima di "morire" ti inviava varie avvisaglie tra cui l'aumento di rumorosità ed anomala lentezza del disco.
Con un SSD ciò non avviene e se l'utente comune non utilizza i software dedicati (esempio samsung magician) per monitorare lo stato dell'SSD può capitare molto facilmente di ritrovarsi l'unità corrotta e tanti saluti.

Se poi intendi "ah, l'SSD lo posso lanciare a destra ed a sinistra senza problemi" ok, ti potrei anche dar ragione ma non sono questi i problemi di sicurezza dei dati tipici che si possono incontrare in un'unità di memoria montata all'interno di un computer o di un portatile.

Comunque SSD tutta la vita.

CIAWA


Gli SSD attuali durano una vita (diciamo si stima una media di 50 anni con uso "normale" secondo molti test che si possono trovare online.
Poi problemi di circuiteria possono sempre avvenire, ma con probabilità molto più bassa di quelli meccanici.
Inoltre, come scrivi, ci sono software che permettono di monitorarne lo stato.

Per un HD tradizionale, oltre a durare in media 7 anni, come si può evincere da molti test che si trovano online, è vero che a volte danno delle avvisaglie, ma si può anche rompere di colpo senza possibilità di recupero dati. A me è successo un paio di volte.

Io più che problemi legati al logorio in seguito a scrittura per gli SSD mi preoccupo di cadute accidentali e logorio meccanio degli HD tradizionali.
Un HD esterno USB mi è caduto una volta da mezzo metro di altezza ed ha iniziato ad essere malfunzionante! Se capita con un portatile può succedere la stessa cosa.
Haran Banjo06 Luglio 2016, 16:08 #16
Diciamocelo, i dischi rotanti sono preistoria, non li usa più nemmeno Goldrake.
Il motivo per il quale ancora esistono è che i produttori vogliono spremerci come limoni vendendoci con SSD di piccola capacità a prezzi relativamente elevati. IMHO sarebbe già possibile lavorare con SSD da 2 o 4 TB, ma i prezzi per ora sono tenuti alti.
Commercialmente, la cosa è comprensibile e financo giusta, direi.
AstonSony07 Luglio 2016, 01:39 #17

SSD su vecchi PC

Ho messo SSd opportunamente formattati a seconda del sistema operativo su tutti i pc che ho, sia mac che intel.
Sono appassionato di retrocomputer, e ho messo SSd su 386, 486 e superiori usando sia SSD veri e propri sia DOM disk , con adattatori dove lo slot e' solo ISA oppure controller PCI.
Su vecchissimi pc , compaq portable 386, ho usato un Dom disk.
A seconda del Bus le velocita di trasferimento variano da 2 MB/s a 50 MB/s ed oltre.
In questo modo ho riportato in vita macchine di altri tempi riducendo il consumo, il rumore , il peso.
E' uno spettacolo vedere applicativi di grafica pesante su Win 3.1 e dos
viaggiare a velocita' incredibili.
rockroll07 Luglio 2016, 02:24 #18
Originariamente inviato da: CarmackDocet
scelta saggia ed idea differenziante... brava ASUS


Scelta lapalissiana, più che brava Asus cattivi, molto cattivi gli altri.

Ma di che ti lagni poi? con 35 euro un ssd 64 GB lo piazzi dove vuoi, e se sei furbo di più non ti serve, i dati si conservano su HD meccanici, interni o esterni che siano. Io con XP in 32 GB ci sguazzo e vado come un razzo, ma in win 7 64 sono sostretto a 64 GB.
Se mai lagnati e anche tanto se sui portatili non ti riservano spazio per SSD aggiuntivo anzichè sostitutivo.

Certo se usi sistemi malloppo tipo sVista o Win 7 64 non addomesticati (almeno 50 GB, ma anche i successivi Win non scherzano), hai bisogno di dimensioni maggiori, ma se vuoi con 55 euro risolvi sempre.
rockroll07 Luglio 2016, 02:59 #19
Originariamente inviato da: Gonnario
Ma vaff...

Continuerò comunque a non comprare un notebook fino a quando non la smetteranno di produrre device con hardware ancora paragonabile a quello del mio netbook di 7 ANNI FA ad un prezzo maggiore se non doppio o triplo.

Nella fascia medio/bassa di schermi full HD non se ne parla, come disco ti danno meccanici o eMMC più piccoli di una pen drive, le CPU sono super lente e super economiche, la durata della batteria è inferiore al mio netbook come anche il peso che è simile o solo di poco più basso. Infine la RAM a peso d'oro con dispositivi da 400 euro con 2 massimo 4 GB e USB 2.0 che ancora prevale sulla 3.0.

Analizziamo la composizione del prezzo per un qualsiasi dispositivo venduto nella fascia di prezzo tra i 300 e 450 euro:

- CPU 20 euro: prezzo consigliato sul sito Intel che di solito è almeno doppio rispetto a quello effettivo di mercato
- eMMC 10 euro
- RAM 10 euro (ricambio ufficiale su Amazon)
- Schermo 35 euro (ricambio ufficiale su Stockisti)

Totale 75 euro. Qualcuno mi spiega cosa minchia ci sta negli altri 225-375 euro? Costa così tanto la plastica? Tecnologia aliena? La webcam? Il caricatore? Il cartone della scatola?

Se poi andiamo su dispositivi di fascia alta tra i 1200 ed i 2200 euro troviamo il full HD, SSD, RAM 8 GB e processori i5/i7. C'è solo un piccolo problemino. Il ricarico di prezzo che applicano è allo stesso modo fuori dal mondo.


Non ti semba di aver dimenticato qualcosa nella componentistica? Tipo SK madre, alimentatore, batteria, HD meccanico o ssd che sia, unità ottica, chassis, oltre a costo montaggio e verifica, costo del progetto, costo del SW (e già, come puoi sfuggire a M$ preinstallato?), altri eventuali I/O porte/devices, cavetti, imballaggio, stoccaggio, spedizione, organizzazione assistenza, spese pubblicitarie, giusto ricarico rivenditori...

Se poi sei così bravino da far tutto da te anche su un portatile di cui acquisti i vari componenti in modo che si adattino ed incastrino perfettamente gli uni con gli altri, allora OK, un buon 50% lo risparmi. Ma tieni presente che un laptop nella gran parte dei casi non lo sai manco aprire e (figurati) smontare completamente se non ti mettono a conoscenza di arcani incastri di linguette di plastica che sotto tentativi di forzatura si spaccano e ciao chassis.
xyl
rockroll07 Luglio 2016, 03:22 #20
Originariamente inviato da: Haran Banjo
Diciamocelo, i dischi rotanti sono preistoria, non li usa più nemmeno Goldrake.
Il motivo per il quale ancora esistono è che i produttori vogliono spremerci come limoni vendendoci con SSD di piccola capacità a prezzi relativamente elevati. IMHO sarebbe già possibile lavorare con SSD da 2 o 4 TB, ma i prezzi per ora sono tenuti alti.
Commercialmente, la cosa è comprensibile e financo giusta, direi.


In che mondo vivi? Hai uno strano concetto di preistoria, e sei completamente circondato da Goldrake-Man e non te ne accorgi.

Che i produttori vogliano spremerci come limoni è indubbio, e non solo i produttori, ma il motivo dei prezzi alti degli SSD è in questo caso squisitamente tecnico. Inoltre gli SSD non son in competizione con gli HD "a dischi rotanti" (come quelli che lanciava Goldrake?); i primi servono per elaborare e contenere essenzialmente il sistema operativo, programmi ed aree di sistema, i secondi servono per conservare dati in e out linea e vari Back-Up (e magari sistema di emergenza). Se poi uno pensa di farne a meno degli HD meccanici, affidandosi magari al Cloud, peggio per lui.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^