Anche per Lexar Solid State Disk per slot ExpressCard

Anche per Lexar Solid State Disk per slot ExpressCard

Dopo Transcend anche Lexar presenta il proprio disco Solid State da collegare al PC tramite slot ExpressCard o USB 2.0

di pubblicata il , alle 08:59 nel canale Storage
 

Lexar

A distanza di circa un mese dalla presentazione da parte di Transcend di un Solid State Disk da 16 GB per interfaccia ExressCard, anche Lexar si appresta a presentare una soluzione del tutto simile, con capienze di 4, 8 e 16 GB. Come per il concorrente, anche Lexar commercializzerà una soluzione con interfaccia USB 2.0, per poter essere sfruttata da Windows Vista come periferica compatibile con la tecnologia ReadyBoost.

Lexar fornisce tuttavia un valore aggiunto, costituito da un software di auto-backup in grado di attivarsi all'atto del collegamento dell'unità al PC, indipendentemente che si tratti del modello USB o ExpressCard. I prezzi dell'unità annunciati da Lexar parlano di 129,99 Dollari USA per il modello a 4 GB, che salgono a 199,99 Dollari per il modello di capacità doppia. Nessuna indicazione di prezzo per il modello di punta da 16 GB.

Interessante notare in ogni caso l'interesse sempre crescente per la tecnologia Solid State, che avrà un ruolo sempre più importante nel panorama informatico, pur non essendo destinata a soppiantare la tecnologia piatti rotanti, di gran lunga più economica ed in grado di fornire capienze superiori. Maggiori informazioni su Dailytech.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tarek03 Maggio 2007, 09:13 #1
se uno ha 2gb di ram sono inutili pure vista vero?
Crux_MM03 Maggio 2007, 09:36 #2
In che senso Tarek?

Comunque molto meglio il Solid..almeno non ci vorranno 10 anni per la commercializzazione di massa!
Vista non è che sui prenda troppa ram..512 mega!il Ready Boost non sembra male come tecnologia..ma se uno ha 2 giga..non si notano differenze!
Catan03 Maggio 2007, 09:48 #3
io credo che ready boost sia nato solo per quelli che hanno le vecchie chiavette usb che gli avanzano.
pernsateci bene se ho una vecchia chiavetta che non uso magari da un 256mb se ho il pc da 2gb di ram la metto e nn noto differenze se magari ho il pc con 1 gb di ram questi 256mb possono ritornare utili.
personalmente se devo spendere un 40E di chiavetta usb per fare il ready boot preferisco spendere 40E in + per comprare della ram.
MaxP403 Maggio 2007, 09:52 #4
Originariamente inviato da: tarek
se uno ha 2gb di ram sono inutili pure vista vero?


Anche io ho sentito da più parti questa voce.
MaxP403 Maggio 2007, 09:54 #5
Originariamente inviato da: Catan
io credo che ready boost sia nato solo per quelli che hanno le vecchie chiavette usb che gli avanzano.
pernsateci bene se ho una vecchia chiavetta che non uso magari da un 256mb se ho il pc da 2gb di ram la metto e nn noto differenze se magari ho il pc con 1 gb di ram questi 256mb possono ritornare utili.
personalmente se devo spendere un 40E di chiavetta usb per fare il ready boot preferisco spendere 40E in + per comprare della ram.


Le chiavette devono avere determinate un buon transfer rate e molte vecchie chiavette non lo supportano.
gianly198503 Maggio 2007, 10:55 #6
1) la chiavetta usb deve essere veloce (no schifezze da 12euro)
2) la chiavetta usb deve avere capienza pari a 2-3-4 volte la tua ram per avere vantaggi tangibili (scritto nella guida di windows), quindi la 256mb è inutile
3) ok tenere una porta usb occupata su 3-4 usb totali ma tenere la UNICA express card SEMPRE per il ready boost...
riveccia03 Maggio 2007, 13:09 #7
la versione USB credo che sarà quella per il Ready-Boost, per cui da utilizzare al posto delle normali chiavette. La versione ExpressCard potrebbe invece essere affiancata all'hard disk tradizionale del notebook per installarci il sistema operativo. In questo modo si avrebbe la grande capienza dei dischi a piati rotanti e la velocità dei SSD abbinate.

Già quella da 4 GB attorno ai 100€ sarebbe un buon metodo per aumentare le prestazioni del proprio notebook, dato che solitamente usano dischi da 5400 RPM non molto performanti.
riva.dani03 Maggio 2007, 20:14 #8
Boh, a me pare una rivisitazione della classica chiavetta USB solo più veloce e terribilmente costosa.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^