Anche BenQ annuncia supporto alla tecnologia SolidBurn

Anche BenQ annuncia supporto alla tecnologia SolidBurn

Dopo Philips, anche la taiwanese BenQ annuncia il supporto alla tecnologia SolidBurn per due propri masterizzatori; l'obiettivo è migliorare qualità e velocità

di pubblicata il , alle 07:13 nel canale Storage
PhilipsBenQ
 

SolidBurn è un algoritmo studiato per migliorare il processo di scrittura di supporti CD e DVD, grazie ad una analisi dettagliata del supporto inserito (controlli su jitter e PiSum-8). In seguito ai risultati di questa analisi il masterizzatore sarà in grado di stabilire quale sia la migliore modalità di scrittura e velocità per quel particolare supporto.

Abbiamo segnalato nelle scorse settimane, con questa notizia, come anche Philips intenda sfruttare questa tecnologia nei propri prossimi masterizzatori DVDR1648 e DVDR1628, attesi al debutto proprio nel corso del mese di Agosto. Anche la taiwanese BenQ passerà ad impolementare questa tecnologia, inizialmente con i modelli DW1640 e EW164B.

Come già segnalato in quella notizia, una tecnologia simile a SolidBurn esiste da tempo. Finora, tuttavia, la modalità di scrittura finale era determinata sia da analisi meno approfondite del supporto, sia da una lista delle tipologie di supporti in commercio memorizzate nel firmware, alle quali corrispondeva in maniera predeterminata una particolare velocità e modalità di scrittura.

E' provato che la stragrande maggioranza dei masterizzatori in commercio non vengono aggiornati a livello firmware dagli utenti. Da ciò ne consegue che spesso molte masterizzazioni non vanno a buon fine anche a causa della mancanza nella lista del supporto stesso, messo in commercio posteriormente rispetto al firmware che equipaggia i masterizzatori anche di qualche mese prima.

Di seguito l'intero comunicato stampa rilasciato da BenQ

BenQ Unveils SolidBurn Technology

***

SolidBurn delivers optimal writing conditions for any recordable DVD media and makes over-speed burning possible

TAIPEI, TAIWAN, August 15, 2005 – BenQ today introduces SolidBurn Technology, a proprietary technology that ensures optimal writing conditions for any recordable DVD+/-R media. Additionally, this advanced technology allows enhanced over-speed burning 4x or 8x DVD+/-R media at 8x or higher speeds.

SolidBurn Technology addresses the age old dilemma of disc compatibility versus burning quality. While many drive manufacturers require users to frequent firmware updates in order to ensure compatibility with new discs, the BenQ Solid Burn Technology uses a sophisticated self-learning writing strategy algorithm that eliminates the need for frequent firmware downloads.

"BenQ has created a breakthrough technology that significantly reduces the compatibility bottleneck for discs from different manufacturers, and therefore, ensures solid writing quality," said Alpha Tsai, BenQ Vice-President of Storage Division, Computing Products Business Group. “In addition, SolidBurn Technology allows over-speed burning 4x or 8x DVD+/-R media at 8x or higher speeds.”

Optimal Writing Strategy

BenQ SolidBurn Technology executes a series of tests that determine the optimal writing strategy for DVD media of “unknown” quality.

Because the optimal writing strategy for a drive is dependent on the specific characteristics of the disc, it is inevitable that the media support table written in the drives firmware will need to be periodically updated to include new media. Previously, when a drive tried to write to any unknown DVD media, a less optimal “standard” writing strategy was used. This often resulted in lower recording speeds than specified, and inferior recording quality.

Now, a drive with BenQ SolidBurn applies its own self learning writing strategy algorithm to allow unknown DVD media to be written with increased quality. There is no longer a need for the users to constantly update the media support list in their DVD drive, as the drive itself ensures it uses the best writing quality on all DVD media.

SolidBurn Technology also allows enhanced over-speed burning quality. Utilizing the latest BenQ QSuite 2.0 tool, users can choose to activate/deactivate the drive’s over-speed burning function at their discretion.

Currently, the BenQ products with embedded SolidBurn Technology include DW1640 and EW164B.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
skindoc18 Agosto 2005, 07:22 #1
Aggiorno sempre il firmware, ma non noto grandi differenze. Ben venga comunque qualcosa per migliorare le masterizzazioni.
3NR1C018 Agosto 2005, 07:37 #2
Non so se questa tecnologia sia implementabile nei vecchi drive semplicemente aggiornando il FW.

In ogni caso si sa che benq sfrutta l'ottica philips... mi sarei stupito del contrario
PLASMA18 Agosto 2005, 09:38 #3
io mi sono sempre limitato a non andare oltre la velocita max specificata sulla confezione dei cd vergini.. e non mi è mai capitato di fallire una masterizzazione.
vale veramente la pena sviluppare una tecnologia simile?
Kewell18 Agosto 2005, 09:43 #4
Il problema non risiede tanto nella velocità massima specificata sul supporto, quanto nel fatto che quella stessa velocità sia specificata nel firmware del masterizzatore
3NR1C018 Agosto 2005, 09:48 #5
Originariamente inviato da: Kewell
Il problema non risiede tanto nella velocità massima specificata sul supporto, quanto nel fatto che quella stessa velocità sia specificata nel firmware del masterizzatore


Il problema ancora più concreto è che sono pochi i supporti privi di difetti ed in grado di essere scritti a velocità superiori rispetto a quelle certificate... ovviamente i FW possono limitare o meno queste velocità, ma se la base di partenza è scarsa c'è poco da fare pure masterizzando a 1x
Kewell18 Agosto 2005, 10:14 #6
A parte che imho masterizzare a velocità superiori a 16/20X è inutile (io masterizzo a 4/8x) non masterizzerei mai a velocità superiori a quelle indicate sul supporto che per quello che ne sappiamo possono già essere un po' tirate (in definitiva dubito che il solidburn individui una velocità di masterizzazione massima superiore a quella indicata sul supporto, proprio perché questa è già al limite ).

Poi se uno deve fare un cd usa e getta masterizzando al massimo (che ci può stare benissimo), allora il discorso cambia.
Special18 Agosto 2005, 12:08 #7
Vabè ragazzi, ma i problemi sono riferiti alla masterizzazione dei dvd... sono anni che non brucio un cd... anche alle max velocità...
Kewell18 Agosto 2005, 12:24 #8
Il problema non è bruciare o meno i CD/DVD (quella è un'altra cosa, ci sono i meccanismi di buffer underrun), ma la possibilità di scrivere a velocità normalmente non consentite dai masterizzatori che non abbiano questa tecnologia, con una strategia di scrittura ottimale: se un supporto non è riconosciuto nel firmware il master adotterà una velocità di scrittura conservativa, per evitare di far "danni".

Ho trovato un errorino :
Anche la taiwanese BenQ passerà ad impolementare
bjt218 Agosto 2005, 13:26 #9
Non è solo la velocità di scrittura a poter essere sbagliata, ma anche la "potenza" del laser: se è troppo bassa, la durata e/o l'affidabilità della registrazione ne risentono. Questa tecnologia tenta di stimare la potenza ottimale del laser per garantire maggiore affidabilità.
Pugaciov18 Agosto 2005, 14:03 #10
Ditemi una cosa, ma differenze tra DW1640 e EW164B?
Il DW1640 comunque è uscito da un pezzo, fine Luglio credo; si trova anche in qualche negozio online italiano.

Saluti

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^