Anche A-Data nel mercato dei Solid State Drive ad elevate prestazioni

Anche A-Data nel mercato dei Solid State Drive ad elevate prestazioni

Annunciati da tempo, i nuovi Solid State Drive A-Data ad alte prestazioni XPG si mostrano al CeBIT di Hannover

di pubblicata il , alle 14:32 nel canale Storage
 

A-Data SSD

A-Data ha mostrato al CeBIT di Hannover una interessante famiglia di Solid State Drive, caratterizzata dalle elevate prestazioni, in linea con la migliore produzione attuale. Stiamo parlando della serie XPG, esposta nei tagli da 384GB e 512GB ed accreditata di velocità di ben 230MB al secondo in lettura e 160MB in scrittura.

I Solid State Drive A-Data XPG entrano quindi in competizione con i modelli di fascia alta, dai quali si distingue però per un paio di caratteristiche. La prima riguarda l'integrazione di una porta mini-USB, che permette di collegare l'unità anche attraverso la comunissima porta USB; si tratta di una funzione più che altro di emergenza o per spostamento dati in genere, dati i limiti insiti nell'interfaccia USB 2.0, ma che può tornare comunque utile.

La seconda, ben più importante, riguarda la compatibilità con la tecnologia RAID. Questa caratteristica, sottintesa per i dischi tradizionali, non è per nulla scontata in campo SSD, così come non è per nulla certo che il collegamento di unità in RAID 0 siano sinonimo di maggiori prestazioni. A riguardo, invitiamo a leggere un nostro articolo in cui è evidente la problematica citata. A-Data ci tiene a sottolineare, giustamente, l'importanza di questa compatibilità, ottenuta grazie ad un controller di ultima generazione che permette non solo di configurare in RAID le unità XPG, ma anche di trarne i benefici conseguenti. Rimane ovviamente tutto da confermare con prove pratiche, ma è buona cosa che vi sia l'interesse di fare chiarezza su questi punti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Knukcles06 Marzo 2009, 14:41 #1
Ma adesso che cominciano a sfornare tutti quest ssd con capacità così elevate, perchè non abbassano i prezzi di quelli da 64-128gb?....poi....2000 modelli, 2000 aziende che li producono e ancora stiamo ai prezzi di oggi.....che facciano cartello?.....
cacchione06 Marzo 2009, 14:45 #2
Mi chiedo quando accadrà che gli hd ssd avranno il 30% del mercato. Magari esclusi i tagli più piccoli per i netbook.
Azzardo una previsione: 2012.
Quando 1TB ssd costerà 120€ ? 2013.
qualcuno potrebbe postare le sue previsione e poi ripassare a controllare tra 3-4 anni
Therinai06 Marzo 2009, 14:55 #3
Originariamente inviato da: Knukcles
che facciano cartello?.....


che facciano pure tutti i cartelli che vogliono. Ma a questi prezzi se li possono permettere in pochi, comunque.
s12a06 Marzo 2009, 14:55 #4
Originariamente inviato da: cacchione
Mi chiedo quando accadrà che gli hd ssd avranno il 30% del mercato. Magari esclusi i tagli più piccoli per i netbook.
Azzardo una previsione: 2012.
Quando 1TB ssd costerà 120€ ? 2013.
qualcuno potrebbe postare le sue previsione e poi ripassare a controllare tra 3-4 anni


Secondo me anche prima.
Il freno e` il costo delle memorie NAND, che attualmente e` di circa 3 euro/GB, che pero` negli ultimi 5 anni hanno avuto un calo di prezzo di mediamente il 50% annuo, il quale potrebbe ulteriormente aumentare vista la diffusione sempre crescente di questi drive.
Per me quanto ti auguri succedera` entro un anno e mezzo.
frankie06 Marzo 2009, 15:23 #5
Io prevedo di fare l'upgrade del SSD del eeePC900A che è scandaloso, peggio del 701, con un modello non mi ricordo cosa e dove da 16GB ma che a prestazioni era in gamma media
zorro10106 Marzo 2009, 15:39 #6
una cosa non ho capito
se ho capito bene questi hd ssd si basano su memorie flash che hanno come "difetto" quello di poter essere scritti un numero di volte limitato (se non ricordo male 10k)
come hanno risolto il massivo uso del file di paging?
ciao e grazie
themac06 Marzo 2009, 15:49 #7
Originariamente inviato da: s12a
Secondo me anche prima.
Il freno e` il costo delle memorie NAND, che attualmente e` di circa 3 euro/GB, che pero` negli ultimi 5 anni hanno avuto un calo di prezzo di mediamente il 50% annuo, il quale potrebbe ulteriormente aumentare vista la diffusione sempre crescente di questi drive.
Per me quanto ti auguri succedera` entro un anno e mezzo.


Me lo auguro anche io, ma oggettivamente non credo proprio.

Innanzitutto consideriamo che oggi "c'e' grossa crisi" e questo, al di la' di tutto, non fara' che frenare gli investimenti (impianti produttivi e/o tecnologie nuove o meno costose 'per GB').
E poi gia' oggi un HD 'magnetico' buono costa 120€, in soli 18 mesi secondo me non ce la facciamo.

...fra 18 mesi anche io saro' curioso di ri-leggermi e capire quanto ero pessimista/ottimista !

TheMac
atomo3706 Marzo 2009, 16:12 #8
ottima news, il rapporto prezzo prestazioni dei prodotti a-data è sempre stato elevato!
sniperspa06 Marzo 2009, 16:53 #9
Originariamente inviato da: atomo37
ottima news, il rapporto prezzo prestazioni dei prodotti a-data è sempre stato elevato!


Quoto...ank per me è una buona notizia infatti
mail9000it06 Marzo 2009, 17:12 #10
Originariamente inviato da: zorro101
una cosa non ho capito
se ho capito bene questi hd ssd si basano su memorie flash che hanno come "difetto" quello di poter essere scritti un numero di volte limitato (se non ricordo male 10k)
come hanno risolto il massivo uso del file di paging?
ciao e grazie


ricordi "quasi bene". Esistono flash riscrivibili anche 1 milione di volte e altre solo 10.000. Ovviamente quello che cambia è il prezzo.
Le SLC sono le migliori sia come prestazioni, sia come numero di riscritture.

Credo che la maggior dei chip (anche quelli MLC) siano sui 50-100k. Quelli da 10k dovrebbero essere fuori produzione (spero).

Originariamente inviato da: Knukcles
Ma adesso che cominciano a sfornare tutti quest ssd con capacità così elevate, perchè non abbassano i prezzi di quelli da 64-128gb?....poi....2000 modelli, 2000 aziende che li producono e ancora stiamo ai prezzi di oggi.....che facciano cartello?.....


Più semplice... non possono calare le dimensioni senza calare le prestazioni.
Stesso discorso di prima, differenza tra SLC e MLC.

Un sdd MLC da 32 (trentadue) GB costa 95 euro.
Un sdd SLC da 8 (otto) GB che ha prestazioni molto superiori costa 90 euro.

Mettendo in raid molti chip MLC riescono ad ottenere dischi ssd con prestazioni massime simili agli SLC. Nel trasferimento di file di grandi dimensioni le prestazioni sono paragonabili proprio per l'alto parallelismo in lettura e scrittura ottenibile.
Nella scrittura di file di piccole dimensioni (come anche sulle penne usb) le prestazioni calano drasticamente proprio perchè il controller interno che gestisce i chip non riesce a sfruttare il parallelismo.

Non stanno aumentando le dimensioni dei dischi perchè sono calati i costi o la tecnologia migliora. Aumentano le dimensioni perchè con questo sistema ti fanno credere di aver aumentato le prestazioni del disco.
Il disco MLC da 256GB ha prestazioni doppie (sui grandi file) rispetto a un disco da 128Gb MLC perchè in realta sono due 128GB MLC in raid 0.

Io ho una penna da 2Gb SLC (20 lettura / 20 scrittura) e una 16GB MLC (30/20) con tre anni in meno. Se trasferisco un film da 1gb la differenza è minima. Se lancio una applicazione portabile dalla chiave da 16GB questa è 3 volte più lenta che dalla 2GB. La differenza passa dall'usabile (2GB) al quasi inutilizzabile (16GB) 20 secondi contro 30 per aprire il programma e 2 secondi contro 5 in alcuni passaggi nell'uso del programma.

Calare le dimensioni mantenendo le prestazioni massime significa passare da chip MLC a SLC ma i costi triplicano.

Ricordati infatti che esistono centinaia di marche che producono ssd ma i chip li fanno sempre quei quattro gatti con due sole tecnologie.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^