Allo studio un consorzio per i Solid State Disk

Allo studio un consorzio per i Solid State Disk

I produttori taiwanesi avrebbero intenzione di confrontarsi per stabilire alcuni standard riguardanti la realizzazione di Solid State Disk

di pubblicata il , alle 12:05 nel canale Storage
 

Stando ad una notizia apparsa su Digitimes, alcuni produttori taiwanesi di moduli NAND Flash si starebbero confrontando per standardizzare alcuni parametri dei Solid State Disk, al fine di abbattere i costi ed utilizzare una linea comune a livello produttivo. Sebbene queste unità siano ben lontane dalla commercializzazione di massa, è pur vero che attualmente i modelli in circolazione risultino particolarmente eterogenei sotto il profilo delle caratteristiche tecniche, a volte molto differenti.

E' il caso per esempio di Solid State Disk con transfer rate molto bassi, denominati SSD esattamente come altri modelli molto più performanti. La differenza in questo caso sta tutta nel tipo di chip memoria utilizzati. Appare chiaro in questo caso dunque come il cliente possa cadere in inganno, ritenendo un SSD uguale ad un altro, quando la realtà dei fatti smentisce questa credenza.

L'impegno dei produttori taiwanesi in ogni caso è finora stato ignorato dai big del settore, come per esempio Samsung, Intel e SanDisk. Il motivo è facilmente intuibile: ognuno di questi grandi produttori vuol sentirsi libero di realizzare i propri prodotti senza particolari vincoli, oppure di proporre un proprio consorzio con i propri standard.

Il discorso resta in ogni caso aperto, sebbene le grandi potenzialità del settore in termini economici possano fare da freno alla creazione di un consorzio che stabilisca le regole per tutte le case produttrici coinvolte.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
magilvia11 Dicembre 2007, 12:14 #1
MMMh finchè si tratta di form-factor, dimensioni e interfaccia ben venga ma qui parlano di regole sulle performance, e non vorrei che si mettessero d'accordo per fare cartello e produrre unità poco veloci tutti insieme con la scusa di non farle troppo lente...
realista11 Dicembre 2007, 12:26 #2
quoto
Luca6911 Dicembre 2007, 12:36 #3
Invece secondo me creare dei nomi standard sulle varie performance sarebbe una bella idea (in po' come le DDR)
marchigiano11 Dicembre 2007, 13:45 #4
be ma non ci sono già? ata33 ata66 ata133... si riportano le stesse su ssd no?
uvz11 Dicembre 2007, 15:58 #5
SSD sempre più capienti e più veloci ma per navigare in Internet basta un banalissimo hd 2,5" 4.200 rpm.

Oggi per chi vuole sostituire il suo modesto hd del suo portatile, usato solo per navigare, quale SSD consigliate?
fabrylama11 Dicembre 2007, 16:12 #6
Originariamente inviato da: marchigiano
be ma non ci sono già? ata33 ata66 ata133... si riportano le stesse su ssd no?


quelle sono velocità dell'interfaccia, non velocità del disco
freeeak11 Dicembre 2007, 17:34 #7
ma serve per fare cartello sui prezzi?
al13511 Dicembre 2007, 17:51 #8

x uvz

rileggendo quello che hai scritto si nota solo contraddizione
e a cosa serve preoccupartene ora degli ssd visto che andranno avanti ancora per molto i normali dischi?
oltretutto se il portatile per navigare e basta lo usi solo tu non significa che ne facciano lo stesso uso gli altri IMHO
Lucas Malor13 Dicembre 2007, 20:31 #9
Originariamente inviato da: magilvia
MMMh finchè si tratta di form-factor, dimensioni e interfaccia ben venga ma qui parlano di regole sulle performance, e non vorrei che si mettessero d'accordo per fare cartello e produrre unità poco veloci tutti insieme con la scusa di non farle troppo lente...


Ma invece direi che con uno standard comune ci sarebbe una vera concorrenza ed uno sviluppo aperto, cosa che invece i grandi produttori non hanno alcun interesse a fare..... come tra l'altro e' scritto nella stessa notizia.
uvz14 Dicembre 2007, 18:51 #10
Consumare di meno e, di rado quando muovo "svariati" mb, meno secondi in attesa. Invece l'assenza di rumore non è un problema, visto che non sento l'hd del mio ThinkPad.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^