Al debutto i primi SSD col nuovo controller JMicron 612

Al debutto i primi SSD col nuovo controller JMicron 612

Nuove unità Solid Stat Drive equipaggiate con il nuovo controller JMicron 612, cui spetta il compito di risollevare un nome sinonimo di problemi in ambito SSD

di pubblicata il , alle 11:03 nel canale Storage
 

Sebbene con un po' di ritardo rispetto alle indicazioni ottenute nel corso del Computex, fanno in questi giorni il loro debutto alcuni Solid State Drive equipaggiati con il nuovo controller JMicron 612, successore del controverso JMicron 602 che tanto ha fatto parlare di sé.

A darne la notizia è l'ex redazione di Matbe, confluita ora in PC World Francia, che ci aiuta a capire, almeno dai dati dichiarati, se le promesse sono state mantenute. Prima di questo però cerchiamo di ricordare gli antefatti. La prima generazione di Solid State Drive, specie quella di alcuni produttori taiwanesi, non è stata all'altezza delle aspettative, specie in termini di velocità di scrittura. Alla base del problema il controller utilizzato, croce e delizia di queste unità.

In seguito ad alcuni test, condotti anche da Hardware Upgrade, emerse subito un problema in scrittura, tanto da ottenere andamenti anomali e talvolta prossimi ad 1MB al secondo, in talune circostanze. Ben differente quindi dai 100MB al secondo dichiarati dai produttori, evidentemente troppo ottimistici. Alla base del problema alcune partite di controller JMicron 602, adottate in massa dalle prime linee di SSD in quando disponibile in grandi quantità e a buon prezzo.

Interrogati sull'argomento in occasione del Computex di Taipei, gli operatori JMicron ci dissero che il problema non stava tanto nell'hardware, quanto nel firmware. Un problema, a loro dire, risolto con successive partite di controller. Quella però fu anche l'occasione di sapere che di lì a poco sarebbe stato presentato anche un nuovo controller, sempre JMicron, riconoscibile per la sigla 612, fatto di tutt'altra pasta e adeguato alle nuove esigenze.

Nelle caratteristiche di questo modello un approccio "Indilinx": un quantitativo di memoria cache personalizzabile dai produttori va in aiuto alle prestazioni generali, il tutto ad un prezzo decisamente inferiore alle versioni Sansung di pari approccio e prestazioni dichiarate. Come accennato in apertura, arrivano proprio in questi giorni i primi SSD equipaggiati con il controller JMicron 612, accreditati di velocità di scrittura di circa 170MB al secondo, che salgono a ben 270MB al secondo parlando di lettura.

Sarà ovviamente nostra premura avere indicazioni in merito, sia per mezzo di test di laboratorio diretti, sia con informazioni di prima mano direttamente dai produttori, in quanto siamo attualmente nella sede USA di Kingston per un factory tour. Seguiranno ovviamente aggiornamenti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

29 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dr-omega13 Ottobre 2009, 11:16 #1
Ecco, devo giusto acquistare alcuni componenti nuovi e mi interessa molto sapere su quali modelli di ssd orientarmi.
Speriamo anche in qualche foto tratte dal factory tour a Kingston, la capitale della Giamaica!
bs8213 Ottobre 2009, 11:19 #2
si però.... ci si dimenti che ok il transferate... ma deve essere supportato con un ottima potenza in operazioni I/O.... servono niente 300MB/s se poi legge si arriva a 50MB/s reali quando ci sono da leggere o copiare 10 file assieme...
triestino8613 Ottobre 2009, 11:32 #3

curiosità

Posseggo un portatile (ACER ASPIRE 8930G) dotato chiaramente di un normale disco rigido. Sentendo parlare di questi SSD che hanno (così hanno detto) il doppio se non di più di velocità rispetto agli attuali dischi rigidi, mi è sorta questa domanda: e se io un giorno volessi sostituire il mio attuale disco rigido con un una unità SSD? Lo posso fare o incorro in problemi di compatibilità? Sappiatemi dire sono curioso...saluto a tutti!
max847213 Ottobre 2009, 11:41 #4
Originariamente inviato da: dr-omega
Speriamo anche in qualche foto tratte dal factory tour a Kingston, la capitale della Giamaica!


Scommetto quelle in cui si ritraggono i loro portentosi SSG (Solid State Girl), per saggiarne bontà e caratteristiche tecniche...



La competizione sembra un po' diminuita ultimamente...spero che quest'annuncio aggiunga un po' di sale prima della stagione natalizia...
Trapped13 Ottobre 2009, 12:40 #5
Originariamente inviato da: triestino86
Posseggo un portatile (ACER ASPIRE 8930G) dotato chiaramente di un normale disco rigido. Sentendo parlare di questi SSD che hanno (così hanno detto) il doppio se non di più di velocità rispetto agli attuali dischi rigidi, mi è sorta questa domanda: e se io un giorno volessi sostituire il mio attuale disco rigido con un una unità SSD? Lo posso fare o incorro in problemi di compatibilità? Sappiatemi dire sono curioso...saluto a tutti!


se il connettore è compatibile (sata solitamente) e anche le dimensioni fisiche per inserirlo sono compatibili (solitamente sì non avrai alcun problema di incompatibilità

se la domanda era volta a possibili incompatibilità software allora men che meno in quanto sempre hd viene visto dal O.S. (indipendentemente dall'o.s.), sia meccanico, ssd, flash, dvd etc

esistono o.s. che si avviano dal cd/dvd, da una comune chiavetta usb, dalla porta di rete direttamente, etc, insomma questi ssd sono hd a tutti gli effetti (con tanto di controller), zero problemi e solo benefici

certo che bisognerà aspettare ancora un po' affinchè il rapporto €/Gb sia conveniente-concorrenziale a quelli meccanici

ora come ora se ti senti "stretto e lento" col notebook mi sento di consigliarti di cambiare hd puntando su un altro meccanico di maggiori capacità e performance piuttosto che lanciarti su un ssd, i tempi non sono maturi IMHO

ovviamente cambiare hd meccanico per hd meccanico comporta la stessa attenzione che nel ssd, insomma vale la stessa considerazione della mia prima frase

saluti
Tuvok-LuR-13 Ottobre 2009, 12:42 #6
Originariamente inviato da: triestino86
Posseggo un portatile (ACER ASPIRE 8930G) dotato chiaramente di un normale disco rigido. Sentendo parlare di questi SSD che hanno (così hanno detto) il doppio se non di più di velocità rispetto agli attuali dischi rigidi, mi è sorta questa domanda: e se io un giorno volessi sostituire il mio attuale disco rigido con un una unità SSD? Lo posso fare o incorro in problemi di compatibilità? Sappiatemi dire sono curioso...saluto a tutti!

certo che lo puoi fare, io ne ho messo uno sul mio aspire 5920g ed è diventato tutto un'altro pc
filippo198013 Ottobre 2009, 12:42 #7
@ Triestino:
Prendi con le dovute cautele quanto ti sto per scrivere:
non dovresti avere problemi a montare un SSD, l'unico problema potrebbe essere che il tuo notebook non sfrutti al max tutta la capacità del nuovo SSD perchè non ha abbastanza banda (SATA2 se non sbaglio arriva a gestire qualcosa come 100MB mentre alcuni SSD vanno decisamente più veloci!)
Micene.113 Ottobre 2009, 12:46 #8
mah io spero che questi nuovi controller economici (ma prestazionali) e i nuovi processi di produzione possano far abbssare i prezzi a valori concorrenziali rispetto agli hd...a me andrebbe bene anche un 128gb (buono) a 100€
peolo00113 Ottobre 2009, 14:24 #9
@Filippo e Triestino
La banda passante del sata 2 non viene saturata nemmeno dagli ssd intel di fascia alta essendo ben 3Gb/sec,al massimo sarai limitato un po se il tuo portatile supporta solo sata1 ma dipende dall'ssd
MaxArt13 Ottobre 2009, 14:34 #10
Originariamente inviato da: max8472
Scommetto quelle in cui si ritraggono i loro portentosi SSG (Solid State Girl), per saggiarne bontà e caratteristiche tecniche...
SSG vuol dire Solid State Ganja

Comunque sono in attesa dei test. Sarebbe tempo di qualche comparativa per HWUpgrade

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^