ADATA anticipa il Computex e annuncia tre nuovi SSD

ADATA anticipa il Computex e annuncia tre nuovi SSD

Giocando di anticipo, ADATA toglie i veli a tre nuove serie di SSD che avremo modo di vedere nel corso del Computex 2014 di Taipei che aprirà i battenti la settimana prossima

di pubblicata il , alle 16:31 nel canale Storage
ADATA
 

ADATA ha deciso di non aspettare il Computex di Taipei, che si terrà nel corso della prossima settimana, e mostra le proprie carte in ambito SSD. Sono ben tre le nuove serie che troveremo presto sugli scaffali, differenziate per prestazioni e form factor. Iniziamo a descrivere le due serie Premier Pro SP900 M.2 2242 e 2280; la prima cosa da dire è che viene sfruttato il form factor M.2, che sta prendendo piede in maniera significativa non solo in ambito Ultrabook e simili, ma anche nelle più recenti schede madri.

Questo significa che anche il mercato desktop potrà guardare a queste alternative, ampliandone di molto la commercializzazione almeno a livello potenziale. Non è un caso che molte aziende che commercializzano SSD stiano adeguando il proprio listino aggiungendo linee M.2, forti anche della standardizzazione garantita dalle più recenti piattaforme Intel.

ADATA

Torniamo però ai nuovi SSD. Le due famiglia M.2 Premier Pro SP900 M.2 2422 e 2280 sono accreditate di un transfer rate di 550MB al secondo in lettura e 530MB al secondo in scrittura, con tagli da 128GB, 256GB e 512GB. Il controller utilizzato è il noto LSI SF-2281 su entrambi i modelli e se vi state chiedendo cosa cambia fra una serie e l'altra... ecco, ce lo chiediamo anche noi. Una ricerca in rete non ha dato grandi risultati, motivo per cui chiederemo direttamente ad ADATA la settimana prossima di spiegarci le differenze.

Premier Pro SP910 è invece una serie con form factor da 2,5 pollici slim (7mm), che utilizza invece l'appezzato controller Marvell controller 88SS9187. Le prestazioni dichiarate sono nell'ordine dei 560MB al secondo per la lettura e 460MB al secondo per la scrittura, mentre i tagli sono di 128GB, 256GB, 512GB e 1TB.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
s12a29 Maggio 2014, 16:59 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Torniamo però ai nuovi SSD. Le due famiglia M.2 Premier Pro SP900 M.2 2422 e 2280 sono accreditate di un transfer rate di 550MB al secondo in lettura e 530MB al secondo in scrittura, con tagli da 128GB, 256GB e 512GB. Il controller utilizzato è il noto LSI SF-2281 su entrambi i modelli e se vi state chiedendo cosa cambia fra una serie e l'altra... ecco, ce lo chiediamo anche noi.


2422 e 2280 indicano semplicemente form factor diversi dello stesso SSD nel formato M.2 (NGFF). Per convenzione, le prime due cifre dovrebbero indicare la larghezza in mm, mentre le ultime due la lunghezza, sempre in mm.

In ogni caso o c'è un errore nella press release oppure avete sbagliato voi: in realtà dovrebbero essere 2242 e 2280 ossia 22x42mm e 22x80mm.

Link ad immagine (click per visualizzarla)
Più grande: http://i.imgur.com/iZZOGCu.png

Link ad immagine (click per visualizzarla)
EmaGuzzetti29 Maggio 2014, 17:48 #2
Dalle prestazioni masime si direbbe che sarà l'ennesimo ssd basato su sata3 (anche gli m2 posson esser connettori sata3).
Ci libereremo mai di questo vincolo?
Nhirlathothep29 Maggio 2014, 18:09 #3
ma senza prezzi che serve sapere che esistono?
Maneroz30 Maggio 2014, 00:10 #4
Ci libereremo mi pare eccessivo; senza presunzioni affermerei che se oggi si potesse ragionare, in termini di transfer rate, sulle connessioni tra i vari dispositivi, in piena espansione del settore delle memorie allo stato solido, allora proprio al sata non si potrebbe imputare nulla.
Siamo stabilmente sopra i 500 MB/s che sino a qualche tempo fa erano valori teorici, poi raggiunti con il progresso degli SSD. E ancora lo standard usb 2 sta bene al suo posto, dall'alto dei suoi 30 megabyte.
Per superare la soglia ci stanno comunque già pensando, basta guardare ad alcune soluzioni su connettore M.2 tipo SR1020NP della Adata stessa, con supporto Pcie 2.0 x4; al prossimo passo si adotteranno controller migliorati e con plausibile supporto alla versione 3.0 da 3120 MB/s
EmaGuzzetti30 Maggio 2014, 00:52 #5
@maneroz ci staranno pensando ma apple è 2 quasi anni che offre hdd pci express e ora ha praticamente tutta la linea cosi.. L'hdd 1 tb del mb pro tocca i 1150 mbps come velocità massima.. Più del doppio di questi hdd. Oramai sono 2 anni che la banda sata è saturata eppure al momento i pochi portatili che supportan ssd usano msata o m2 sata3 (e lo so perchè sto cambiando ora il portatile e mi tocca ripiegar su msata).. Sono tremendamente in ritardo sull'evoluzione tecnologica delle memorie.. Probabilmente a questo punto ci saranno interessi dietro per sfruttare al massimo economicamente le tecnologie esistenti prima di perderle..
sbudellaman30 Maggio 2014, 01:49 #6
Originariamente inviato da: EmaGuzzetti
@maneroz ci staranno pensando ma apple è 2 quasi anni che offre hdd pci express e ora ha praticamente tutta la linea cosi.. L'hdd 1 tb del mb pro tocca i 1150 mbps come velocità massima.. Più del doppio di questi hdd. Oramai sono 2 anni che la banda sata è saturata eppure al momento i pochi portatili che supportan ssd usano msata o m2 sata3 (e lo so perchè sto cambiando ora il portatile e mi tocca ripiegar su msata).. Sono tremendamente in ritardo sull'evoluzione tecnologica delle memorie.. Probabilmente a questo punto ci saranno interessi dietro per sfruttare al massimo economicamente le tecnologie esistenti prima di perderle..


lol ma è veramente necessaria tutta sta velocità ? 500mbs è già da pazzi. Se puntano piuttosto sulla riduzione del prezzo invece che ricercare le pure prestazioni è meglio... quando il loro costo inizierà a diventare davvero competitivo con gli HD ci sarà una vera e propria esplosione di vendite secondo me. All'utente medio basta già il tempo d'accesso infinitesimo che è ottimo per tutti gli ssd... e l'affidabilità ovviamente.
Maneroz30 Maggio 2014, 11:22 #7
Vorrei precisare ulteriormente la mia affermazione.
I connettori M.2 presto diventeranno disponibili per tutti il che comporterà una massiccia produzione di unità di archiviazione, con conseguente abbassamento dei prezzi; spirale positiva che porterà all'uscita di dischi performanti per cifre proponibili.
Necessitando di banda a disposizione, basterà solo avere linee Pcie dedicate a sufficienza.
Dal bus sata si passerà gradualmente allo sfruttamento del pieno potenziale del Pcie quando si adotterà come interfaccia per host controller lo standard NVMe al posto dell'attuale AHCI.
EmaGuzzetti30 Maggio 2014, 17:40 #8
@sbudellaman
Perchè non si dovrebbe? I chip attuali possono andare a quelle velocità senza sacrificare tutto il resto. Sono semplicemente tappati dalla banda passante.
Limitarla non migliora tutto il resto che resta tale e quale. Perchè non si dovrebbe volere?

@Maneroz
Di sicuro ma qual'è l'utilità di produrre m2 sata e soprattutto qual'è lo scopo di questo connettore in versione sata se non creare confusione? Perchè non tutte le porte m2 supportano sia sata che m2. Anzi quasi tutti i portatili con m2 al momento sono solo sata. Senza gli m2 sata questi portatili avrebbero già potuto esser pci express o al massimo ci sarebbe finito il m.sata che offre prezzi molto più abbordabili, molta piu scelta e le stesse prestazioni del m2 sata.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^