Windows 7: upgrade anche in ambiente corporate

Windows 7: upgrade anche in ambiente corporate

Windows 7 potrebbe rappresentare, anche in ambito corporate, quel punto di svolta per l'upgrade dei sistemi così come non è stato per Windows Vista

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:40 nel canale Sistemi Operativi
WindowsMicrosoft
 

In più occasioni Microsoft ha rimarcato di non attendersi, dal debutto del sistema operativo Windows 7, una impennata delle vendite, memorie probabilmente dell'insuccesso nel lancio del sistema operativo Windows Vista. E' evidente come Windows 7 sia destinato a raggiungere elevati volumi di vendite, ma questo dovrebbe avvenire progressivamente col passare dei mesi seguenti al debutto del 22 Ottobre.

Con il debutto di Windows Vista buona parte dei sistemi, in ambito professionale e d'azienda, non era stata aggiornata in quanto i requisiti minimi di sistema richiesti dal sistema operativo erano troppo elevati per molti di questi PC. Stando ai dati resi disponibili da Softchoice, al debutto di Windows Vista solo il 6% dei sistemi presenti nelle aziende era in grado di gestire il sistema operativo nella sua configurazione ottimale.

A titolo di confronto si stima che al debutto di Windows 7 il 65% dei PC presenti nelle aziende sarà in grado di utilizzare il nuovo sistema operativo con le impostazioni ottimali. Riducendo le specifiche a quelle minime per il funzionamento del sistema operativo si stima che il numero di PC compatibili salirà all'88% del totale presente sul mercato. Al debutto di Windows Vista questo secondo indicatore dava una copertura del 50% del totale di mercato.

Softchoice ha eseguito un sondaggio tra aziende, totalizzando risultati su circa 450.000 sistemi utilizzati in ambienti corporate. Il risultato delinea uno scenario che vede 9 PC su 10 che utilizzano sistema operativo Windows XP, con la restante parte basata su sistemi operativi come Windows 2000 e Windows NT 4.0 che non sono più ufficialmente supportati da Microsoft. Di questi sistemi censiti solo il 3% utilizza Windows Vista: una situazione di questo tipo lascia intendere come vi siano margini per una elevata adozione di sistemi basati su Windows 7, anche di nuovo acquisto.

Queste stime lasciano quindi intendere come l'aggiornamento a Windows 7 non solo sia facilmente applicabile alla maggior parte dei sistemi presenti nelle aziende, ma questo permetta di aggiornare sistemi che per la maggiore utilizzano Windows XP al momento attuale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

66 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
maurilio96819 Ottobre 2009, 09:28 #1
Sono molto scettico per il mercato italiano. In molte aziende italiane medio piccole presso cui ho fatto consulenze informatiche ho trovato addirittura gestionali che girano su ms-dos. La maggior parte dei pc montano win 2000 ed addirittura alcuni imprenditori avevao pacchetti ancora incellofanati con win 2000 pro pronti per essere inatallati su eventuali nuovi pc.
Quelli che lavorano con programmi professionali tipo autocad o photoshop hanno licenze del 2006 o precedenti, per non parlare di office fermo alla versione 2000 o ,se va di lusso, 2003.
Nessuno di questi sente il bisogno di passare ad autocad 2010 o a photoshop cs, fanno già tutto quello che gli serve con le versioni in loro possesso. Per office: si lamentano perchè non possono aprire i file delle versioni recenti (per es. il famigerato, per loro, docx) e chiedono di installare i convertitori di formato perchè non sopportano l'interfaccia ribbon. Proprio venerdì ho dovuto fare il downgrade ad xp su due nuovi notebook acquistati uno da un venditore di auto ed uno presso una pasticceria.

Insomma la vedo molto dura per l'adozione di seven nelle aziende italiane. però vorrei sbagliarmi.
djfix1319 Ottobre 2009, 09:29 #2
...contando poi che non ci sia una licenza upgrade da xp a seven...è tutto guadagno!
serpone19 Ottobre 2009, 09:30 #3
Passare a windows 7 dopo xp o se si aggiorna la propria macchina, è una scelta giusta.
Personalmente possao dire che dopo 8 anni di onorato servizio di xp, ho provato vista e debbo dire che potrebbe durare anche il "7" tanti anni.
Tutt'altra cosa che Vista

Brava microsoft, hai saputo sfornare un sistema operativo ben fatto
FRANLELLI19 Ottobre 2009, 09:36 #4
a dire il vero a volte è anche peggio: ho visto un sedicente "grafico pubblicitario" (ovviamente un dipendente) che sbraitava col nuovo capo che gli aveva comprato cs4, perchè lui voleva cs1!!
E credetemi, non è una barzelletta. Aveva imparato a lavorare lì, e poi non gi fregava niente di imparare due funzioni in più.... E dire che c'è gente che venderebbe la suocera per un aggiornamento del software su cui lavora.... e invece i dipendenti pigri, pur di non dover aggiornarsi, continuano a volere il vecchio programma e il vecchio sistema operativo che da li sanno entrare su facebook e su vista non sanno come si fà ...
Vabbè ...
Human_Sorrow19 Ottobre 2009, 09:59 #5

@maurilio968

Le Aziende Italiane non fanno testo!
Sono piccole (al max medie) imprese che fanno ciabattine e costumi da bagno e che (NEL 2010) vengono affossate dai cinesi ...

Che rimangano con i loro MS-DOS e con i loro OS pirati
(e si tengano 1000 euro per le vacanze in Sardegna invece di fare un'abbonamento MSDN)

Povera Italia...
Spyto19 Ottobre 2009, 10:09 #6
Sto usando la RTM di Win7 da quando è uscita e ammetto che è come il buon vecchio XP ovvero un ottimo sistema.
Fate solo attenzione a testare i software che usate perché qualcuno non è ancora bel fixato per W7.

Le grandi aziende e anche quelle piccole per una questione di affidabilità e compatibilità tendono a passare a versioni successive di software una volta che è ben consolidato.
Lavorando per diverse banche posso assicurarvi che su macchine x64 non mettono manco il Java64 perché non si fidano ancora. E se ne sapete un po di informatica fare girare un prodotto a 32bit su di una macchina Itanium64 non è cosa buona
AL19 Ottobre 2009, 10:17 #7

Caro Human_Sorrow........

Il tuo intervento è veramente illuminante e descrive perfettamente questa "povera Italia", molto povera se fatta solo di gente come te......ma meno male che il mondo è bello perchè è vario.
Il tuo odio verso le piccole aziende italiane (che tanto vengono affossate dai cinesi.....parole tue) è tipico di una classe politica che noi tutti ben conosciamo e che non vede l'ora di vivere in un mondo globalizzato, dove siamo tutti uguali (magari cinesi) che fa rima con statali e cambiamo computer e software a comando, a comando di mamma Microsoft si intende.....e poveri Humani.
frankie19 Ottobre 2009, 10:36 #8
in ambienti corporate. Il risultato delinea uno scenario che vede 9 PC su 10 che utilizzano sistema operativo Windows XP ...windows 2000 e Windows NT 4.0 che non sono più ufficialmente supportati da Microsoft. Di questi sistemi censiti

solo il 3% utilizza Windows Vista

Cioè in aziende è più usato W2k che vista? mi sa che microzoz deve riflettere.

Principio fondamentale: se non serve non lo cambio.
Stigmata19 Ottobre 2009, 10:44 #9
Originariamente inviato da: frankie
in ambienti corporate. Il risultato delinea uno scenario che vede 9 PC su 10 che utilizzano sistema operativo Windows XP ...windows 2000 e Windows NT 4.0 che non sono più ufficialmente supportati da Microsoft. Di questi sistemi censiti

solo il 3% utilizza Windows Vista

Cioè in aziende è più usato W2k che vista? mi sa che microzoz deve riflettere.

Principio fondamentale: se non serve non lo cambio.


Confermo: da noi usiamo ancora xp con gran soddisfazione: vista è stato provato (non in produzione, logicamente) e subito scartato. Differente situazione lato server: lì siamo decisamente più aggiornati.
CloNeAuS19 Ottobre 2009, 11:38 #10
lavoro in una "grande" azienda "italiana" ( )

qui è presente xp ovunque, con qualche raro caso di win 2k.

Lato server è presente dal vecchio nt al 2k server e 2003 server. se non ho visto male, sta girando anche 2008 o cmq è in fase di test...

il fatto è che molti applicativi girano solo su xp, addirittura ci tocca tenere vecchie macchine nt / 98 proprio per questo motivo: non esiste la versione aggiornata su xp.

Dico solo che per utilizzare certi applicativi ultravecchi, si è obbligati a connettersi tramite terminal server a macchine nt

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^