AutoPatcher chiude: Microsoft chiede la sospensione del servizio

AutoPatcher chiude: Microsoft chiede la sospensione del servizio

Microsoft ha contattato i responsabili del progetto Autopatcher chiedendo l'immediata sospensione del servizio

di pubblicata il , alle 09:14 nel canale Software
Microsoft
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

242 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Yokoshima30 Agosto 2007, 09:30 #11
Se era per tutelarsi non era necessario intimidire, era sufficiente informare (e magari per una volta dimostrare!) che il servizio di upgrade "originale" e' piu' sicuro.

Avrebbero potuto dare supporto invece che far chiudere! Avrebbero anche goduto di un effetto benefico sull'immagine ingrigita di un'azienda che sta perdendo crediblita'.

IMHO
Cappej30 Agosto 2007, 09:31 #12
NOOOOOOO !!!!!!

... sono sempre i migliori i primi ad andarsene...
Klontz30 Agosto 2007, 09:39 #13

Nota polemica !

Ben gli sta a quelli di Autopatcher !!

La prossima volta ci penseranno due volte prima di perdere tempo e risorse umane a sviluppare "a gratis" software per una società come la Microsoft !!
Mde7930 Agosto 2007, 09:40 #14
Fa delle grinze invece, anche se è nel loro diritto potevano aspettare di migliorare win update in modo da non far pesare così tanto la mancanza.
Visto che sono 4 anni perchè proprio ora?
Non voglio dire che vogliano rendere scomodo XP per spingere Vista però non capisco
Em@30 Agosto 2007, 09:44 #15

Sembra che sia trapelata un'indiscrezione.

Ieri notte ho letto, non ricordo più dove, le motivazioni del gesto Microsoft attraverso le dichiarazioni di un suo portavoce. Costui affermava che non si vuole più consentire la distribuzione di pacchetti di aggiornamenti tramite AutoPatcher per impedire la diffusione di codice maligno nascosto da individui senza scrupoli all'interno degli aggiornamenti ufficiali...
faber8030 Agosto 2007, 09:46 #16
qualunque "motivazione" possa trovare la Microsoft, crolla nel momento che uno pensa: ma dopo 4 anni se ne accorgono ?

questa è stata una mossa indegna per moltissimi utenti che avevano trovato un metodo semplice per aggiornare il loro SO, senza contare che la stragrande maggioranza prendeva quello di Xp: già, xkè bisogna inoltre sapere che ancora nn si degnano di dare il Sp3 per Xp (motivi puramente commerciali), quindi o mi scarico 1200Mb di aggiornamenti, o faccio un ghost del pc alla fine dei downloads.

complicare la vita dell'utente nn è certo encomiabile.....

l'unica cosa che mi fa sorridere in questa news.... è che già immagino le reazioni del popolo emule/torrent: lì si potranno sempre trovare le ultime release di Autopatcher, a disposizione di chiunque; certo è una cosa che lascia anche l'amaro in bocca: in questa società bisogna far valere i propri diritti passando per vie illegali ? E società che fanno chiudere una valida (ed in buona fede) attività di supporto informatico invece sono nel giusto ? (solo per spingere a comprare Vista? o in alternativa 3 giorni di download con Adsl ?)

spero in un'inversione di marcia della Microsoft, xkè capisca che così si spinge all'illegalità come nel settore musicale,
ma resto parzialmente tranquillo poichè il mondo sa anche alzare la testa, seppur in maniera "ritenuta illegale" (emule/torrent)
Bongio230 Agosto 2007, 09:47 #17
L'ipotesi dio non avere tutto il processo di patching sotto controllo è il terrore di ogni sistemista serio, in questo modo evitano che magari qualcuno del team di autopatcher possa "potenzialmente" fare qualcosa.
Lo so anch'io che il team di autopatcher è composto da gente seria, che nel corso degli anni ha dimostrato quello che vale, ma, nel mondo aziendale, conta molto la garanzia che ciò che faccio (come azienda) non dipende in nessun modo dal lavoro di altri.
Detto questo, visto che il lavoro svolto è ottimo e molto utile, perchè non assumere il team in modo da gestirne direttamente lo sviluppo?
Anche se dalla news si dice solo che devono togliere il download, niente vieta di creare una pagina con tutti i link alle singole patch + le istruzioni per installarle in modalità batch.....
afterburner30 Agosto 2007, 09:50 #18
Originariamente inviato da: Klontz
Ben gli sta a quelli di Autopatcher !!

La prossima volta ci penseranno due volte prima di perdere tempo e risorse umane a sviluppare "a gratis" software per una società come la Microsoft !!


Nota caustica ma purtroppo vera.
Per chi ha ancora il 56k scaricare Autopatcher a casa di amici (o all'universita' o al lavoro) era una vera comodita'.

Finira' che molti rinunceranno a fare gli aggiornamenti di windows e cosi' facendo microzozz otterra' l'effetto opposto di quello dichiarato ossia ci saranno sempre piu' pc windows infetti a causa della mancanza di aggiornamenti.
Fr3drust30 Agosto 2007, 09:50 #19
ovviamente la vera motivazione non è quella del malware...anche perchè i "codici maligni" girano da ben più di 4 anni. Un bel gg a microzozz che pur di vendere vista arriva a danneggiare un altro suo prodotto nonchè gli utenti. Ma si sa, darsi in faccia milioni di copie di un software publicato per disperazione costa
riccardosl4530 Agosto 2007, 09:50 #20
Originariamente inviato da: Klontz
Ben gli sta a quelli di Autopatcher !!

La prossima volta ci penseranno due volte prima di perdere tempo e risorse umane a sviluppare "a gratis" software per una società come la Microsoft !!


Non è che sviluppavano software per la Microsoft ma per gli utenti che con un unico installer potevano comodamente portare il loro sistema operativo alle ultime patch ufficiali senza bisogno di scaricare per ore

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^