Zen 4 e RDNA 3, AMD vuole migliorare nettamente le prestazioni per watt

Zen 4 e RDNA 3, AMD vuole migliorare nettamente le prestazioni per watt

Non contenta del lavoro svolto sulle architetture Zen 3 e RDNA 2, AMD ha dichiarato che punta a migliorare in modo deciso le prestazioni per watt dei futuri prodotti basati sulle architetture Zen 4 e RDNA 3. L'azienda userà processi produttivi migliori ma lavorerà a fondo anche sui progetti per spremere quanto possibile.

di pubblicata il , alle 09:32 nel canale Schede Video
EPYCRDNARadeonRyzenAMDZenNavi
 

Anche se AMD è concentrata sui processori Ryzen 5000 e le schede video Radeon RX 6000, l'azienda ha sta già lavorando da diverso tempo sui successori di questi prodotti, rispettivamente basati su architettura Zen 4 e RDNA 3. Nel corso degli ultimi eventi, AMD ha confermato che entrambe le architetture sono in fase di progettazione, con le soluzioni Zen 4 che saranno prodotte a 5 nanometri, mentre le GPU RDNA 3 si avvarranno di un non meglio precisato "processo avanzato". Nelle scorse ore, parlando al sito The Street, il vicepresidente esecutivo Rick Bergman, ha fatto un po' il punto della situazione e parlato delle soluzioni di prossima generazione.

RDNA 3, balzo delle prestazioni per watt simile al salto da RDNA 1 a RDNA 2

Bergman ha spiegato che con RDNA 3 AMD non solo si avvarrà di un processo produttivo più avanzato rispetto ai 7 nanometri usati per le GPU Navi 2X, ma farà un uso ancora più efficace di Infinity Cache, grande novità dell'architettura RDNA 2, per garantire un ulteriore progresso delle prestazioni per watt. Secondo AMD, RDNA 2 offre un miglioramento delle prestazioni per watt del 50% rispetto a RDNA 1 e dobbiamo attenderci un progresso analogo con RDNA 3.

"Abbiamo puntato a miglioramenti molto aggressivi delle prestazioni per watt con le nostre GPU RDNA 2 e sì, abbiamo la stessa volontà per quanto riguarda RDNA 3. Questo è molto importante sotto diversi aspetti, perché se il tuo consumo è troppo alto (come abbiamo visto con i nostri concorrenti), i nostri potenziali utenti dovranno acquistare alimentatori più potenti e soluzioni di raffreddamento molto avanzate. E, cosa molto importante, fa aumentare il costo della scheda in modo rilevante. E inevitabilmente, ciò significa che il prezzo al dettaglio aumenta o il costo della GPU deve scendere".

"Quindi ci sono davvero molte efficienze… se puoi migliorare in modo marcato le tue prestazioni per watt. Sul fronte notebook, questo è persino più chiaro, perché sei in uno spazio molto ridotto, puoi offrire maggiori prestazioni senza ricorrere a soluzioni di raffreddamento esotiche: ci siamo focalizzati su questo con RDNA 2 e resta un grande focus anche per RDNA 3".

"Per quanto concerne Infinity Cache, è qualcosa che si collega a tutto questo, in una certa misura. Se ti occupi di grafica da molto tempo, realizzi che c'è una correlazione molto chiara tra bandwidth di memoria e prestazioni. E di conseguenza, si aumenta la velocità e amplia il bus di memoria per aumentare le prestazioni. Sfortunatamente, entrambe queste cose fanno salire il consumo".

Zen 4, non solo i 5 nanometri: tante modifiche all'architettura

Per quanto concerne Zen 4, Bergman ha spiegato che oltre a sfruttare a proprio vantaggio i progressi del processo a 5 nanometri, AMD migliorerà l'unità di branch prediction, il sottosistema di cache, il numero di gate nella pipeline e ci saranno avanzamenti anche per quanto riguarda l'IPC. Da quello che sappiamo, le CPU Zen 4 saranno accompagnate da una piattaforma tutta nuova, non più basata sul socket AM4. Si parla infatti di piattaforma AM5, con supporto alle DDR5 e vari altri miglioramenti.

"(Data) la maturità dell'architettura x86, bisogna lavorare, più o meno, su tutto quanto. Con Zen 3 abbiamo lavorato a un lungo elenco di cose per ottenere il 19% di guadagno per quanto riguarda l'IPC. Anche Zen 4 avrà un lungo elenco di cose e guardiamo a tutto dalla cache alla branch prediction, fino al numero di gate nella pipeline di esecuzione. Tutto viene esaminato per ottenere più prestazioni. Certamente il processo produttivo ci apre una porta aggiuntiva per ottenere migliori prestazioni per watt e così via, e ne trarremo vantaggio", ha concluso Bergman.

Non è al momento chiaro quale sarà il primo prodotto AMD realizzato a 5 nanometri, ma al momento l'unica cosa sicura è che Zen 4 sarà alla base dei processori EPYC Genoa previsti per il prossimo anno e destinati al settore server.

29 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
DukeIT11 Novembre 2020, 09:47 #1
Bene, io non ho fretta di cambiare...
Gyammy8511 Novembre 2020, 10:11 #2
Si parlava di navi 3x per rdna3, quindi fra shrink e arch come minimo avremo +60%, e ancora di più sulla top stile 6900xt
Zen 4 dovrebbero pure aumentare i core, i 5 nm portano un grande aumento di densità
al13511 Novembre 2020, 10:17 #3
Originariamente inviato da: Gyammy85
Si parlava di navi 3x per rdna3, quindi fra shrink e arch come minimo avremo +60%, e ancora di più sulla top stile 6900xt
Zen 4 dovrebbero pure aumentare i core, i 5 nm portano un grande aumento di densità


magari... cosi smammo la 3090 (prima dell'uscita delle nuove come tutti gli anni)
sniperspa11 Novembre 2020, 10:18 #4
Originariamente inviato da: DukeIT
Bene, io non ho fretta di cambiare...


Esatto...il ryzen 1700 rulla ancora alla grande
al13511 Novembre 2020, 10:26 #5
Originariamente inviato da: sniperspa
Esatto...il ryzen 1700 rulla ancora alla grande


dipende dalla vga che hai...su una 580 probabilmente si, su una serie 2000-3000 nvidia o amd no...
Micene.111 Novembre 2020, 10:28 #6
rullo compressore amd
il paragone con intel è imbarazzante
in 3 anni davvero cambiato tutto...
sniperspa11 Novembre 2020, 10:29 #7
Originariamente inviato da: al135
dipende dalla vga che hai...su una 580 probabilmente si, su una serie 2000-3000 nvidia o amd no...


Bè più che altro non riuscirei a raggiungere fps elevati che raggiungerebbero quelle schede....ma neanche mi costringerebbe a giocare a 30fps
Engelium11 Novembre 2020, 10:36 #8
Peccato, per le CPU mi sarebbe piaciuto leggere invece di maggior concentrazione sul fronte notebook, con supporto a Thunderbolt 4 e possibilmente integrato direttamente sulla CPU come in Tiger Lake (dai test che ho visto sembra che il guadagno con le eGPU sia sostanziale rispetto ad Ice Lake)

Sinceramente l'assenza di TB per me è attualmente un freno enorme all'acquisto di Ultrabook di fascia alta con AMD. Se si spendono certe cifre non si può poi essere limitati sulle possibilità.

Aspetterò comunque il prossimo giro. Ad oggi non riesco a trovare il device che vorrei. AMD continua a non esistere sulla fascia premium, restando relegata a prodotti come l'HP Envy 13 x360 (gioiellino che ho acquistato per mia moglie ma di cui vedo appunto i limiti) e simili... Intel dal canto suo vanta appunto tecnologie come TB4 e la presenza sui migliori device in commercio come l'XPS 13, tuttavia risultando evidentemente limitato proprio lato CPU rispetto alla concorrenza, specie sul numero di core.

vedremo cosa ci porterà il futuro, nel frattempo mi sa che temporeggerò
totalblackuot7511 Novembre 2020, 10:36 #9
Ecco..i 5nm saranno il vero cambiamento, adesso nn vale la pena acquistare i nuovi Ryzen..
al13511 Novembre 2020, 11:00 #10
Originariamente inviato da: sniperspa
Bè più che altro non riuscirei a raggiungere fps elevati che raggiungerebbero quelle schede....ma neanche mi costringerebbe a giocare a 30fps


vero!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^