Vendite di schede video discrete in crescita per il 2012

Vendite di schede video discrete in crescita per il 2012

I 4 principali produttori taiwanesi, Asus, Gigabyte MSI e PowerColor, attendono buoni risultati per il 2012 nella vendita di schede video discrete su slot PCI Express

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:31 nel canale Schede Video
ASUSGigabyteMSI
 

I principali produttori di schede video taiwanesi si attendono un 2012 con risultati di vendita in crescita rispetto a quelli già positivi registrati nel 2011, stando ad un report del giornale Apple Daily ripreso dal sito Digitimes.

Nel corso dello scorso anno Asus ha commercializzato circa 5,1 milioni di schede video, seguita da MSI con poco più di 3 milioni. Gigabyte ha concluso l'anno con un totale di circa 2,7 milioni di pezzi mentre PowerColor ha raggiunto i 2,3 milioni di schede video.

Le stime per il 2012 evidenziano una crescita attesa per Asus sino a 5,5-5,6 milioni di schede video; per MSI la soglia attesa è di 3,7 milioni di pezzi, mentre Gigabyte dovrebbe superare la soglia di 3 milioni di schede. A chiudere PowerColor, che prevede di mantenere la produzione complessiva sempre su 2,3 milioni di schede. In totale le stime prevedono un volume di schede video discrete commercializzate nel 2012 compreso tra 37 e 38 milioni.

Stime di questo tipo sono particolarmente interessanti alla luce della crescente disponibilità di architetture di processore, tanto Intel come AMD, che sono dotate di componente GPU integrata, capace di assicurare livelli prestazionali discreti anche con recenti applicazioni 3D.

Tale tipologia di prodotti non potrà mai rappresentare un'alternativa valida ad una scheda video discreta di fascia media o alta sul piano puramente prestazionale. E' tuttavia evidente come il mercato delle schede video discrete di fascia entry level abbia subito nel corso degli ultimi 2 anni un forte impatto proprio a motivo della disponibilità di CPU con GPU integrata.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ulk06 Febbraio 2012, 08:37 #1
Si vabbeh le GPU integrate , giusto se mandi la sheda video in RMA...
Paganetor06 Febbraio 2012, 08:49 #2
Be', io ho appena aggiornato il pc della morosa e non le ho preso (al momento) la scheda video perchè uso l'HD3000 presente nel core i3.
Certo, non ci si gioca, ma già così con Photoshop ho notevoli risultati rispetto a prima (vabbè, era un pc vecchiotto con scheda video entry level già all'epoca ).

Mica tutti ci giocano!
Italia 106 Febbraio 2012, 09:13 #3
Ste previsioni.... non ci prendono quelle meteo a giorni, questi ci prendono ad anni ?
Mr Chuck06 Febbraio 2012, 09:14 #4
o semplicemente come nel mio caso le esigenze cambiano e un E-350 può soddisfare le esigenze del 90% degli utenti finali. (con costi e consumi contenuti aggiungerei).

Ad ogni modo se dovessi puntare su una gpu integrata meglio AMD a questo giro.
winebar06 Febbraio 2012, 12:12 #5
Giusto per capire, il mercato desktop è in flessione da anni oramai, al contrario di quello dei notebook. Con la crisi in cui ci troviamo difficilmente una persona va a comprare un notebook a meno di esigenze particolari, e se lo prende sicuramente va su un notebook di fascia bassa con GPU integrata.
Le persone che avranno bisogno di un PC per lavoro l'ultima cosa che guarderanno sarà la VGA.
Quindi mi chiedo proprio come faranno i vari OEM a vendere più vga discrete. IMHO è una previsione per tenere buoni gli azionisti e evitare una perdita di capitale.
genesi8606 Febbraio 2012, 13:07 #6
ragazzi, voi trascurate i BRICS (brasile, russia, india, cina, sud africa).... mercati in forte ascesa che incominciano a domandare beni che fino a poco fa erano alla portata solo del trio USA-UE-JAP. Miliardi di persone che piano piano stanno diventando consumatori, questo spinge sia le integrate, sia le discrete, poichè ce n'è per tutti! Ormai i nostri mercati sono saturi, i pc sono talmente potenti che un quad-core di 3 anni fa può farti fare il 90% delle cose per i prossimi 7-8 anni. Ma ci sono persone che per il momento non hanno niente, ma che stanno incominciando a "creare domanda".

winebar06 Febbraio 2012, 14:10 #7
Originariamente inviato da: genesi86
ragazzi, voi trascurate i BRICS (brasile, russia, india, cina, sud africa).... mercati in forte ascesa che incominciano a domandare beni che fino a poco fa erano alla portata solo del trio USA-UE-JAP. Miliardi di persone che piano piano stanno diventando consumatori, questo spinge sia le integrate, sia le discrete, poichè ce n'è per tutti! Ormai i nostri mercati sono saturi, i pc sono talmente potenti che un quad-core di 3 anni fa può farti fare il 90% delle cose per i prossimi 7-8 anni. Ma ci sono persone che per il momento non hanno niente, ma che stanno incominciando a "creare domanda".


Ecco allora il motivo per cui in Cina aumenteranno gli stipendi, le aziende applicano il "metodo Henry Ford" per la crisi del '29.
A parte gli scherzi i BRICS sono paesi dove per ricchezza non ci sono mezze misure: o sei estremamente ricco o estremamente povero.
Essendo impossibile avere un paese di dimensioni generose pieno di gente ultra ricca, mi chiedo i poveri come riusciranno ad cquistare PC con vga discreta se non hanno soldi per nutrirsi.
Poi comunque la tua osservazione è più che giusta.
genesi8606 Febbraio 2012, 14:46 #8
Originariamente inviato da: winebar
A parte gli scherzi i BRICS sono paesi dove per ricchezza non ci sono mezze misure: o sei estremamente ricco o estremamente povero.
Essendo impossibile avere un paese di dimensioni generose pieno di gente ultra ricca, mi chiedo i poveri come riusciranno ad cquistare PC con vga discreta se non hanno soldi per nutrirsi.
Poi comunque la tua osservazione è più che giusta.


Ma mica è vero che la cina è fatta di poveracci (lavoro) o miliardari (capitale)!!! Esistono innanzitutto centinaia di migliaia di professionisti sfornati dalle università cinesi: ingegneri, economisti, fisici ecc... che non guadagneranno come i loro colleghi europei, ma fanno una vita assolutamente decorosa rispetto a un decennio fa. Questa categoria è in veloce ascesa, in cina, ma sopratutto in India!

Il reddito degli operai cinesi è da anni in costante aumento (anzi, da quando la cina si è aperta al mercato ha più che dimezzato i poveri e moltiplicato di diverse volte il reddito medio)... La Cina sta cercando di riequilibrare la bilancia commerciale, che oggi propende pesantemente verso le esportazioni, ma rispetto anche a soli 5 anni fa è meno squilibrata, questo significa che l'import è aumentato e l'import non aumenta se il reddito interno è al palo.

Le tecnologie informatiche poi, sono pesantemente deflazionate e oggi si trovano a buon mercato. Ma ci dimentichiamo che negli anni 90 un italiano doveva spendere 3-4-5 mensilità per un PC che costava 5 milioni di lire? compravamo un PC a fatica, ma lo compravamo! oggi per gli operai cinesi, che guadagnano 200€ al mese, è la medesima cosa.
winebar06 Febbraio 2012, 15:31 #9
Originariamente inviato da: genesi86
Ma mica è vero che la cina è fatta di poveracci (lavoro) o miliardari (capitale)!!! Esistono innanzitutto centinaia di migliaia di professionisti sfornati dalle università cinesi: ingegneri, economisti, fisici ecc... che non guadagneranno come i loro colleghi europei, ma fanno una vita assolutamente decorosa rispetto a un decennio fa. Questa categoria è in veloce ascesa, in cina, ma sopratutto in India!

Il reddito degli operai cinesi è da anni in costante aumento (anzi, da quando la cina si è aperta al mercato ha più che dimezzato i poveri e moltiplicato di diverse volte il reddito medio)... La Cina sta cercando di riequilibrare la bilancia commerciale, che oggi propende pesantemente verso le esportazioni, ma rispetto anche a soli 5 anni fa è meno squilibrata, questo significa che l'import è aumentato e l'import non aumenta se il reddito interno è al palo.

Le tecnologie informatiche poi, sono pesantemente deflazionate e oggi si trovano a buon mercato. Ma ci dimentichiamo che negli anni 90 un italiano doveva spendere 3-4-5 mensilità per un PC che costava 5 milioni di lire? compravamo un PC a fatica, ma lo compravamo! oggi per gli operai cinesi, che guadagnano 200€ al mese, è la medesima cosa.


Non avevo idea che negli ultimi anni la situazione in India e Cina fosse migliorata così tanto. Chiedo venia

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^