Trimestre in rosso per NVIDIA

Trimestre in rosso per NVIDIA

Annunciati i previsti negativi risultati finanziari di NVIDIA, che sconta problemi tecnici e domanda di mercato non allineata alle aspettative

di pubblicata il , alle 11:44 nel canale Schede Video
NVIDIA
 

Nel corso della scorsa settimana NVIDIA ha pubblicato i propri risultati per il secondo trimestre dell'anno fiscale 2009, evidenziando per la prima volta dopo lungo tempo un risultato negativo per un totale di 120,9 milioni di dollari USA.

Alla base di questo andamento troviamo una voce di costo straordinario di 196 milioni di dollari USA, dovuta a problemi di malfunzionamento di proprie GPU utilizzate in notebook di vari produttori. Una errata costruzione del package di queste GPU, della serie G84 e G86, potrebbe portare a surriscaldamenti del chip video sino a possibili blocchi permamenti del notebook: la cifra accantonata da NVIDIA come costo è stata destinata specificamente a coprire i costi dei vari partner produttori dei notebook con chip video potenzialmente danneggiati.

Non è stato tuttavia solo questo elemento a incidere negativamente sul risultato: nel corso del trimestre infatti NVIDIA non ha totalizzato un livello di vendite allineato alle previsioni soprattutto nel segmento delle soluzioni desktop, storicamente un punto di forza dell'azienda americana. In questo caso la pressione competitiva di AMD ha giocato un ruolo importante, assieme al non corretto allineamento iniziale dei prezzi delle schede video della serie GeForce GTX 200.

La contrazione nelle vendite è stata confermata da NVIDIA in modo chiaro: il numero di prodotti commercializzati è calato del 20% rispetto al trimestre precedente, con una contrazione del prezzo medio di vendita del 25%. Il fatturato del periodo è stato pari a 892,7 milioni di dollari USA, in calo rispetto ai 935,3 milioni di dollari registrati nel corso dei 12 mesi precedenti. La contrazione è stata pari al 23% rispetto al fatturato del primo trimestre dell'anno fiscale, durante il quale era stato raggiunto il livello record di 1,15 miliardi di dollari USA con utile di 211,8 milioni di dollari.

Nel corso della prossima settimana aprirà i battenti NVISION, evento organizzato da NVIDIA a San Jose come sorta di proposta alternativa all'Intel Developer Forum con il quale il produttore americano vuole delineare quelli che saranno i trend futuri del settore del visual computing, e possibilmente evidenziare alcune delle proprie novità architetturali e tecnologiche.

I risultati finanziari dettagliati di NVIDIA sono disponibili online a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

41 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Redvex19 Agosto 2008, 11:47 #1
Eh già giusto 10 minuti fa il mio bel G84 ha toccato i 100° con titan quest
killercode19 Agosto 2008, 11:51 #2
Speriamo che non fallisca
Barone di Sengir19 Agosto 2008, 11:52 #3
in quel caso c'è anche da dire che titan quest è programmato con i piedi...
Redvex19 Agosto 2008, 11:56 #4
In effetti Crysis massimo arriva a 93°
M4R1|<19 Agosto 2008, 11:57 #5
Nvidia ultimamente ha fatto un sacco di errori, nn so se il più grave è stato di andare avanti con un architettua ormai defunta o di creare delle gpu mobile ultra baggate (quando sanno bene che il settore che frutta di più è quello)
StErMiNeiToR19 Agosto 2008, 12:00 #6
Vogliamo parlare allora del mio acer con una x1600?

Sapete che cosa mi ha detto l'assistenza quando gli ho sottolineato per la terza volta che il pc d'estate si spenge continuamente da solo a causa del calore prodotto?
Che e' un problema della x1600 che produce troppo calore e quindi il sistema si spegne. Almeno NVIDEA ha sostituito le schede video mal funzionanti. Ora a me e' terminata l'assistenza del notebook. Quindi mi altamente attacco al tram se ( facciamo le corna ) mi succede come le ultime volte. Posso tranquillamente prendere e buttare il notebook nel cestino o usarlo in una cella frigorifera!
TheMash19 Agosto 2008, 12:02 #7
E questo cosa c'entra con la news?
ghiltanas19 Agosto 2008, 12:04 #8
è veramente incredibile come si possa ribaltare la situazione in questo settore, in cosi poco tempo. fai qualche sbaglio di troppo e lo paghi carissimo
Mercuri019 Agosto 2008, 12:08 #9
Originariamente inviato da: StErMiNeiToR
Vogliamo parlare allora del mio acer con una x1600?

Sapete che cosa mi ha detto l'assistenza quando gli ho sottolineato per la terza volta che il pc d'estate si spenge continuamente da solo a causa del calore prodotto?
Che e' un problema della x1600 che produce troppo calore e quindi il sistema si spegne. Almeno NVIDEA ha sostituito le schede video mal funzionanti. Ora a me e' terminata l'assistenza del notebook. Quindi mi altamente attacco al tram se ( facciamo le corna ) mi succede come le ultime volte. Posso tranquillamente prendere e buttare il notebook nel cestino o usarlo in una cella frigorifera!

Che idiozia! Tutto il calore della x1600, per quanto possa essere, doveva essere previsto dal progettista del notebook, anche nell'uso nei periodi estivi.

Comunque se non l'hai già fatto, prova a pulire il radiatore del portatile. Di solito la polvere lo intasa in maniera drammatica, e pulendolo anche con quelle bombolette di aria compressa apposita, spesso si fanno miracoli.

Puoi anche provare a downcloccare GPU e CPU. Sei sicuro che il problema sia la temperatura della GPU?


Il problema delle schede video di nVidia è molto più complesso, e nVidia non sostituisce un bel niente, ma sta dando agli OEM un pò dei soldi che loro si sono sparati per fare le sostituzioni dei prodotti in garanzia.
sniperspa19 Agosto 2008, 12:23 #10
Sembra ci sia posto per uno solo in questo mercato...neank fa a tempo a riprendersi ati che già nvidia è in perdita!

Io non me ne intendo di economia ma mi sembra che nvidia sia stata un pò azzardata con gt200...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^