Sul futuro delle schede video AMD Radeon

Sul futuro delle schede video AMD Radeon

Varie indiscrezioni delineano un futuro interessante, per quanto ancora un po' lontano, per le GPU AMD della famiglia Radeon. Scopriamo cosa possiamo attenderci post Vega

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Schede Video
AMDRadeonNVIDIAGeForceVegaPolarisNavi
 

Negli ultimi 2 giorni sono emerse alcune indiscrezioni sulla prossima evoluzione delle schede video AMD della famiglia Radeon, con aspettative circa quello che AMD potrebbe rendere disponibile nel corso del 2018 e negli anni a venire. Proviamo ad analizzare queste indiscrezioni e a tracciare un possibile scenario di evoluzione del mercato.

Al momento attuale AMD propone sul mercato le schede video basate su architettura Vega, soluzioni posizionate nel segmento di fascia alta del mercato con prestazioni che sono a livello delle proposte concorrenti NVIDIA GeForce GTX 1080 e GeForce GTX 1070. Le proposte Radeon RX Vega non sono però tali da assicurare un livello prestazionale comparabile a quello delle schede GeForce GTX 1080Ti.

NVIDIA presenterà nuove schede video della famiglia GeForce nel corso dell'autunno, con una presumibile evoluzione verso l'alto delle prestazioni velocistiche rispetto a quanto accessibile al momento con le proposte della serie GeForce GTX 1000. A questi prodotti difficilmente AMD potrà rispondere con proposte di pari potenza di elaborazione, quantomeno inizialmente: la roadmap dell'azienda prevede infatti il debutto delle soluzioni Navi costruite con tecnologia produttiva a 7 nanometri, ma stando alle più recenti indiscrezioni queste proposte non raggiungeranno livelli prestazionali da top di gamma e in ogni caso arriveranno sul mercato nel corso del 2019.

Le GPU Navi, secondo quanto indicato dal sito Fudzilla, saranno infatti soluzioni di dimensioni contenute con le quali AMD tenderà a privilegiare l'efficienza complessiva. Possiamo pensare a queste proposte come basate su un approccio speculare a quello adottato con le GPU della famiglia Polaris, modelli Radeon RX 400 e Radeon RX 500: il posizionamento di mercato sarà quindi simile, con un livello di prestazioni confrontabile con quello delle schede Radeon RX Vega ma un costo che dovrebbe essere nettamente inferiore.

Dopo Navi sarà la volta di una nuova architettura di GPU, che dovrebbe adottare un approccio differente rispetto a quello GNC (Graphics Core Next) sul quale sono state sviluppate le ultime famiglie di GPU di AMD. L'approccio dovrebbe quindi essere innovativo, ed è su questo che è incentrato il secondo rumor di questi giorni proveniente dal sito WccfTech.

roadmap_amd_2016_gpu.jpg

Nel futuro delle GPU AMD Radeon vedremo sempre più coinvolti ingegneri di AMD che hanno contribuito allo sviluppo delle CPU della famiglia Ryzen. Il fine ultimo è quello di replicare nel mondo delle GPU Radeon quello che AMD è stata capace di sviluppare con le proposte Zen, cioè sviluppare un'architettura innovativa allo stesso livello di quanto offerto dalla concorrenza. Al momento attuale questo nuovo team interno ad AMD è al lavoro, già dallo scorso mese di ottobre, per ottenere una migliore efficienza complessiva dal punto di vista energetico oltre a permettere di far funzionare le GPU a frequenze di clock più elevate.

I primi risultati di questo sforzo potrebbero però arrivare con GPU non così lontane dal debutto: si tratterebbe di chip appartenenti alla famiglia Radeon RX 600, costruite secondo l'indiscrezione con processo produttivo a 12 nanometri. Di fatto quindi AMD potrebbe lavorare a ottimizzazioni derivate dal design delle proprie CPU per le GPU evoluzione delle famiglie Vega e Polaris, con previsti die shrink al processo a 12 nanometri, portando questa esperienza anche nelle proposte Navi a 7 nanometri. Dopo questi chip sarà la volta di un'architettura completamente nuova, che internamente viene indicata con il diretto paragone di "Zen per GPU".

Tale strategia potrebbe inoltre permette ad AMD di ottenere chip con consumi minori e quindi di ritornare ad un design di tipo multi chip module, con due GPU integrate sulla stessa scheda. Un approccio di questo tipo sarebbe inoltre parallelo a quanto sviluppato da AMD con le proposte Zen, le quali vedono l'affiancamento di due moduli quad core sullo stesso package per le declinazioni di CPU Ryzen 7. Con le future GPU Radeon AMD potrebbe adottare un approccio simile, che veda due moduli di GPU montati sullo stesso package e interconnessi a livello di die. Moduli di questo tipo potrebbero poi venir utilizzati in numero di due sulla stessa scheda, in questo caso replicando quanto proposto da AMD nel versante processori con i modelli Ryzen Threadripper e EPIC.

Nella propria roadmap pubblica delle GPU AMD ha più volte indicato tra le caratteristiche delle proposte Navi quello della scalabilità, senza però illustrare in dettaglio di cosa si tratti. Non è quindi da escludere che questa scalabilità possa essere legata proprio ad un design che preveda più moduli affiancati, con una logica differente da quella classica degli approccio SLI e CrossFire ma che permetta di ottenere il massimo da chip di dimensioni non così elevate e per questo più semplici da produrre.

In sintesi, non abbiamo informazioni confermate su quelle che saranno le future GPU di AMD ma è ben chiaro come l'azienda sia al lavoro su differenti livelli per continuare lo sviluppo della propria famiglia di chip video. Ci sarà da attendere, ma quantomeno sulla carta le aspettative sono molto interessanti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta pi interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

82 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Zappa198116 Aprile 2018, 10:13 #1
se amd diventerà competitiva a livello di prestazioni la reinserirò nel mio case
goku4liv16 Aprile 2018, 10:21 #2
Nvidia è troppo avanti perchè prenda in considerazione le Radeon, in piu ora le radeon costano un occhio e non competono neanche piu lato prezzo......
gridracedriver16 Aprile 2018, 10:25 #3
Originariamente inviato da: goku4liv
Nvidia è troppo avanti perchè prenda in considerazione le Radeon, in piu ora le radeon costano un occhio e non competono neanche piu lato prezzo......


Si diceva lo stesso di Intel, ma poi è arrivato Ryzen

non si può mai dire in queste cose, se lavorano bene e a settori (compute e gaming separati) è possibile di tutto.
nickname8816 Aprile 2018, 10:27 #4
Originariamente inviato da: gridracedriver
Si diceva lo stesso di Intel, ma poi è arrivato Ryzen

... che infatti è dietro a parità di core, la convenienza sta solo lato prezzo.
gridracedriver16 Aprile 2018, 10:36 #5
Originariamente inviato da: nickname88
... che infatti è dietro a parità di core, la convenienza sta solo lato prezzo.


Ma ancora che scrivi sul forum?
cioè si dice che Intel stia per integrare 8 core nel mainstream, ma per te e dietro a parità di core...
che poi dietro sarebbe da quantificare, rispetto a bulldozer lato core è quasi un miracolo

Finalmente ha un architettura che può dire la sua dove si fanno i "bigmoney" e soprattutto meno soggetta a bug gravi , ma tu pensi al core, benvenuti nel '98
Cfranco16 Aprile 2018, 10:42 #6
Originariamente inviato da: nickname88
... che infatti è dietro a parità di core, la convenienza sta solo lato prezzo.


L' unica cosa che conta è il rapporto qualità/prezzo e se Ryzen riesce a offrire prestazioni superiori allo stesso prezzo e/o prezzo inferiore a parità di prestazione la cosa è vincente.
Il problema è che le GPU AMD a parità di prestazioni costano come e pure più delle nVidia e quindi diventa difficile consigliarle.
DukeIT16 Aprile 2018, 10:44 #7
Originariamente inviato da: nickname88
... che infatti è dietro a parità di core, la convenienza sta solo lato prezzo.

Il prezzo è l'unica cosa che conta. Le prestazioni devono per forza di cose essere legate al prezzo ed il prodotto migliore non è il più veloce, ma quello che offre il miglior rapporto prezzo/prestazioni.
Pensavo questa regola fosse universalmente acettata, invece mi devo ricredere 🤔
nickname8816 Aprile 2018, 10:45 #8
Originariamente inviato da: Cfranco
L' unica cosa che conta è il rapporto qualità/prezzo e se Ryzen riesce a offrire prestazioni superiori allo stesso prezzo e/o prezzo inferiore a parità di prestazione la cosa è vincente.
Il problema è che le GPU AMD a parità di prestazioni costano come e pure più delle nVidia e quindi diventa difficile consigliarle.

Il discorso prezzo dipende più dal fattore di mercato.
Intel vende a prezzi più elevati perchè fa pesare il brand e la percentuale di market share, non perchè non possano gareggiare contro AMD.

Sta di fatto che l'IPC per core di AMD è inferiore ad Intel anche a parità di frequenza.
Può avvicinarsi molto ma eguagliarlo o superarlo sono un altro paio di maniche.

Il motivo per cui AMD aggredisce il mercato con la convenienza economica è perchè se costasse come Intel nessuno gli comprerebbe la CPU indipendentemente che sia buona o no, idem lato VGA contro Nvidia.

Il prezzo è l'unica cosa che conta. Le prestazioni devono per forza di cose essere legate al prezzo ed il prodotto migliore non è il più veloce, ma quello che offre il miglior rapporto prezzo/prestazioni.
Pensavo questa regola fosse universalmente acettata, invece mi devo ricredere ��
Quindi secondo te AMD con l'architettura Bulldozer ha centrato l'obbiettivo visto che vendeva chip octo core ad alta frequenza e dal TDP elevato ma a buon prezzo se relazionato alle performance ...
DukeIT16 Aprile 2018, 11:13 #9
Originariamente inviato da: nickname88
Quindi secondo te AMD con l'architettura Bulldozer ha centrato l'obbiettivo visto che vendeva chip octo core ad alta frequenza e dal TDP elevato ma a buon prezzo se relazionato alle performance ...
Il problema di Buldozzer è che non aveva un buon prezzo se relazionato alle prestazioni, se fosse stato venduto a prezzi molto più bassi sarebbe stato un prodotto vincente.
Quando compro un prodotto, spesso anche all'interno dello stesso marchio, evito il top di gamma, perché ha spesso un surplus di prezzo legato al fatto di essere al top, che lo rende meno appetibile del prodotto che viene subito dopo. Quello che conta è il rapporto prezzo prestazioni, nessuno pagherebbe il doppio per avere 7n 10% in più di preztazioni, in particolare nel mondo informatico, quando in breve tempo tutto diventa obsoleto e quel poco in più in prestazioni diventa presto irrilevante.
nickname8816 Aprile 2018, 11:46 #10
Originariamente inviato da: DukeIT
Il problema di Buldozzer è che non aveva un buon prezzo se relazionato alle prestazioni, se fosse stato venduto a prezzi molto più bassi sarebbe stato un prodotto vincente.
Quando compro un prodotto, spesso anche all'interno dello stesso marchio, evito il top di gamma, perché ha spesso un surplus di prezzo legato al fatto di essere al top, che lo rende meno appetibile del prodotto che viene subito dopo. Quello che conta è il rapporto prezzo prestazioni, nessuno pagherebbe il doppio per avere 7n 10% in più di preztazioni, in particolare nel mondo informatico, quando in breve tempo tutto diventa obsoleto e quel poco in più in prestazioni diventa presto irrilevante.

Intel vende di più di AMD, molto di più e il prezzo è diretta conseguenza della loro politica di prezzi, così come è anche per Nvidia. A livello di costi di produzione dubito che i costi di listini rispetto a quelli di realizzazione di un Ryzen abbiano la stessa proporzione dei prodotti Intel.

Bulldozer da quel che ricordo è finito per costare sotto i 200 euro per il top di gamma di quell'epoca ( 8350 ) se non sbaglio.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^