Sono 78 gli schermi compatibili con la tecnologia AMD Freesync

Sono 78 gli schermi compatibili con la tecnologia AMD Freesync

AMD pubblica una lista completa, con specifiche tecniche dettagliate, degli schermi compatibili con la tecnologia FreeSync. Da privilegiare i modelli che possono scendere ad una frequenza di refresh molto bassa

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 11:31 nel canale Schede Video
AMDRadeonFreesyncNVIDIAGeForceG-sync
 

La tecnologia FreeSync di AMD, al pari di quella G-Sync di NVIDIA, permette di ovviare a diverse tipologie di artefatti video che possono venir generati durante la riproduzione di scene 3D e in particolari dei giochi. A differenza di G-Sync la tecnologia FreeSync non richiede un lavoro specifico di certificazione hardware, essendo basata su un approccio di tipo open: i produttori di schermi devono semplicemente aggiornare i propri schermi con firmware che abilitino l'utilizzo di questa tecnologia, mentre l'utente deve abbinare alla propria scheda video AMD Radeon un set di driver con supporto FreeSync e abilitare la tecnologia da pannello di controllo software.

freesync_logo_amd.jpg (51308 bytes)

AMD ha reso disponibile sul proprio sito web, a questo indirizzo, una lista completa di tutti i display presenti al momento in commercio che supportano questa tecnologia. Sono riportate per ciascuno varie informazioni tecniche, tra le quali segnaliamo la diagonale, la tecnologia utilizzata per il pannello, la risoluzione, l'interfaccia di collegamento e l'intervallo di variazione della frequenza di refresh.

Quest'ultimo elemento è quello maggiormente interessante, in quanto permette di capire quando la tecnologia FreeSync interviene ad alleviare i problemi di visualizzazione rendendo l'esperienza di gioco maggiormente realistica. Sono ovviamente da privilegiare gli schermi che permettono di gestire il refresh verticale in un intervallo che sia il più ampio possibile, e soprattutto permettano di selezionare una frequenza di refresh di partenza che sia la più bassa possibile.

Alcuni modelli scendono sino a 30Hz, mentre la maggior parte dei modelli si posiziona tra 40Hz e 48Hz. Per il valore massimo passiamo da una soglia minima di 60Hz sino ad un valore massimo di 144Hz. Alcuni modelli abbinano frequenze di refresh minime e massime agli estremi, come ad esempio i display Nixeus NX-VUE24 e Viewsonic XG2701 per i quali viene indicato un intervallo da 30 a 144Hz.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
grilloparlanteIII03 Maggio 2016, 11:44 #1
Per quel che so, la bassa frequenza affatica gli occhi.
cata8103 Maggio 2016, 12:05 #2
Originariamente inviato da: grilloparlanteIII
Per quel che so, la bassa frequenza affatica gli occhi.


Sui CRT sicuro
grilloparlanteIII03 Maggio 2016, 12:20 #3
@cata81
hai qualche 20, 21",... a led?
Da domani impostatelo a basse frequenze e vedrai come starai meglio
Bivvoz03 Maggio 2016, 12:22 #4
Ricordiamo però che AMD ha introdotto una funzione chiamata Low Framerate Compensation (LFC) che permette di mantenere la sincronizzazione anche sotto la frequenza minima del pannello, come già avveniva in precedenza con gsync.
Questa funzione è presente solo se la frequenza massima di refresh e almeno due volte e mezzo la frequenza minima.
Cosimo03 Maggio 2016, 12:24 #5
Qui non si parla di HZ, per avere una maggiore fatica o meno, o più qualità d'immagine.
Qui si parla del sincronismo dei frames x second che fa la GPU e "stamparli" sullo schermo alla stessissima velocità. Ad esempio, se la GPU lavora a 63fps, lo schermo si sincronizza a 63fps, facendo che l'esperienza di gioco sia molto più gradevole. Io preferisco giocare a 45fps sincronizzati con freesync o g-sync, che a 60 con V-Sync.
Bivvoz03 Maggio 2016, 12:33 #6
Originariamente inviato da: grilloparlanteIII
@cata81
hai qualche 20, 21",... a led?
Da domani impostatelo a basse frequenze e vedrai come starai meglio


Se lo usi per un'immagine statica non cambia assolutamente nulla.
Chiaro che se giochi ad un fps a 20fps ti viene il vomito dopo 10 minuti, ma questo non ha nulla a che fare con la frequenza del monitor, sarebbe la stessa cosa anche se il monitor lavorasse a 144hz.

P.S: ecco un video (pessimo in realtà che spiega la differenza tra il refresh di un CRT e di un LCD, il secondo quando non si aggiorna presenta un'immagine ferma ma completa.
https://www.youtube.com/watch?v=HwbRhfhWHLU
Kekko197803 Maggio 2016, 12:37 #7
Mancano all'appello i pannelli coreani, Crossover per esempio ne ha 2 con il freesync e ce ne sono anche altri da 3440x1400 @ 75 Hz.
calabar03 Maggio 2016, 12:59 #8
Originariamente inviato da: Bivvoz
... Low Framerate Compensation (LFC) .... presente solo se la frequenza massima di refresh e almeno due volte e mezzo la frequenza minima.

Non ho ancora ben capito perchè la frequenza necessaria sia il doppio e mezzo e non il doppio. Il doppio dovrebbe essere sufficiente.
Se per esempio avessimo un display 30-60Hz, nel momento in cui il framerate dovesse scendere a 29FPS, sincronizzo il monitor a 58 Hz (valore entro il range) mostrando lo stesso frame due volte.
Allo stesso modo, se dovessi scendere a 12 FPS, potrei sincronizzare il monitor a 36Hz mostrando lo stesso frame 3 volte, e così via.
Pinco Pallino #103 Maggio 2016, 13:19 #9
Originariamente inviato da: grilloparlanteIII
Per quel che so, la bassa frequenza affatica gli occhi.


Non sugli LCD.
E' anche per questa ragione che si percepisce l'effetto scia...
Bivvoz03 Maggio 2016, 13:42 #10
Originariamente inviato da: calabar
Non ho ancora ben capito perchè la frequenza necessaria sia il doppio e mezzo e non il doppio. Il doppio dovrebbe essere sufficiente.
Se per esempio avessimo un display 30-60Hz, nel momento in cui il framerate dovesse scendere a 29FPS, sincronizzo il monitor a 58 Hz (valore entro il range) mostrando lo stesso frame due volte.
Allo stesso modo, se dovessi scendere a 12 FPS, potrei sincronizzare il monitor a 36Hz mostrando lo stesso frame 3 volte, e così via.


Perchè probabilmente ha un salto intelligente di frequenza e non secco.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^