Schede video tra prossime tecnologie, crisi e produzione

Schede video tra prossime tecnologie, crisi e produzione

Un momento critico per il mercato IT in generale e per le schede video in particolare ha cambiato le carte in tavola. Anche i produttori, di conseguenza, modificano la loro strategia

di pubblicata il , alle 14:09 nel canale Schede Video
 

"A mali estremi, estremi rimedi" è questo l'approccio con cui molte note società tecnologiche stanno affrontando il 2009: conseguenza delle vendite crollate, il nuovo anno si è aperto con misure drastiche di contenimento dei costi, unica azione che le società hanno intrapreso per riuscire a contrastare i tempi particolarmente duri. Come ogni segmento del settore, anche le schede video hanno vissuto e continuano a vivere uno dei momenti peggiori della storia, e, anche in questo caso, "ridurre i costi" sembra essere la linea di azione comune.

Se da un lato AMD ha introdotto sul mercato Radeon HD 4800, una famiglia caratterizzata da costi produttivi e finali estremamente contenuti, decidendo di ricavare circa il 3% su ogni scheda, NVIDIA ha cercato di puntare sui servizi accessori, introducendo sul mercato CUDA e PhysX, che, nonostante non abbiano ancora incontrato terreno fertile, rappresentano in ottica futura, uno scenario decisamente interessante. Il quadro che si è andato a comporre vede quindi da un lato AMD con prodotti competitivi, aggressivi e caratterizzati da un costo assolutamente interessante, dall'altro la società californiana con schede che, per quanto prestazionalmente simili, cerca di puntare su applicazioni che per ora potremmo definire accessorie.

Questa demarcazione sarebbe stata evidenziata anche dai produttori che proprio secondo la linea di sviluppo sopra descritta, avrebbero deciso di concentrare la produzione delle soluzioni AMD con componenti di basso costo, puntando di fatto su un prodotto che già ben si prestasse a minimo prezzo produttivo, mantenendo invece invariata la produzione delle schede NVIDIA. Proprio i partner di quest'ultima società, per riuscire a rendersi maggiormente appetibili sul mercato hanno cominciato a diffondere le nuove revisioni delle proprie schede di fascia media, applicando importanti cambiamenti al PCB: rimanere tagliati fuori dai grandi volumi di vendita è una cosa che non può e non deve succedere.

Se i 40 nanometri, oramai prossimi all'introduzione, riserveranno nuove sorprese, soprattutto considenrando le rinnovate architetture, la guerra sui prezzi potrà, in alcuni casi, rallentare e rendere più lento lo sviluppo delle soluzioni di prossima generazione: guadagni più risicati, per quanto possano allettare l'utente finale, hanno come diretta conseguenza un taglio sulla ricerca e sviluppo, vero e proprio cuore di una società tecnologica che ha come obbiettivo l'innovazione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

40 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
harlock1019 Febbraio 2009, 14:20 #1
Ma secondo me la cosa più interessante sulla quale Nvidia sta puntando da un po di tempo è l'ottimizzazione dei giochi per la propria architettura visto che la stra maggioranza dei giochi sono bollinati verdi
Capozz19 Febbraio 2009, 14:22 #2
Originariamente inviato da: harlock10
Ma secondo me la cosa più interessante sulla quale Nvidia sta puntando da un po di tempo è l'ottimizzazione dei giochi per la propria architettura visto che la stra maggioranza dei giochi sono bollinati verdi


Si ma non è che vanno meglio perchè sono bollati nvidia, e anche con quelli che vanno meglio la differenza è marginale.
Comunque anche se lo sviluppo di nuove schede dovesse rallentare un pò non lo vedo come un male, visto che quelle di ultima generazione hanno una potenza più che sufficiente, se non eccessiva in alcuni casi, per gli applicativi software attuali...basterebbe un minimo di ottimizzazione in più.
Ormai la quasi totalità dei giochi sono conversioni da console che girano con un hardware ridicolo rispetto a quello di un moderno pc da gioco di fascia media, quindi a cosa serve creare schede sempre più potenti al momento ?
METATHRON19 Febbraio 2009, 14:26 #3
ci deve essere un errore: non è possibile un margine operativo lordo di solo 3% su ogni radeon 4800 prodotta. non è possibile. si meritano di fallire se sono così stupidi. fanno i samaritani? o i produttori?
secondo me sarà un 30% che è già basso. poi magari, come spesso accade, non ho capito una m@zz@.

ciappi
Foglia Morta19 Febbraio 2009, 14:28 #4
Sarebbe stato interessante aggiungere delle informazioni oggettive a supporto di quanto detto ( a parte il crollo del mercato, riguardo ciò i dati si sono già visti ) o almeno una fonte attendibile . Qualcosa che non sia solo un opinione, per quelle ci sono i forumisti.

Intanto Digitimes riporta che TSMC propone sconti: http://www.digitimes.com/news/a20090219PD200.html
Issam220419 Febbraio 2009, 14:30 #5
A quando le nuove GTX? ... asd
Issam220419 Febbraio 2009, 14:30 #6
EDIT

Scusate il doppio messaggio.
Capozz19 Febbraio 2009, 14:32 #7
Originariamente inviato da: METATHRON
ci deve essere un errore: non è possibile un margine operativo lordo di solo 3% su ogni radeon 4800 prodotta. non è possibile. si meritano di fallire se sono così stupidi. fanno i samaritani? o i produttori?
secondo me sarà un 30% che è già basso. poi magari, come spesso accade, non ho capito una m@zz@.

ciappi


Significa che per ogni scheda venduta hanno un guadagno del 3% del prezzo di vendita finale (ergo, ad esempio, 4 euri a scheda su una 4850), compresi costi fissi e variabili, tasse, ammortamenti, remunerazione dei fattori in posizione contrattuale e residuale ecc. Puntano a guadagnare poco sulla singola scheda ma a venderne un numero molto elevato.
p4ever19 Febbraio 2009, 14:32 #8
Originariamente inviato da: METATHRON
ci deve essere un errore: non è possibile un margine operativo lordo di solo 3% su ogni radeon 4800 prodotta. non è possibile. si meritano di fallire se sono così stupidi. fanno i samaritani? o i produttori?
secondo me sarà un 30% che è già basso. poi magari, come spesso accade, non ho capito una m@zz@.

ciappi


io non la vedo impossibile come cosa, in fondo non è certo sulle 4870 che fanno soldi in AMD, ne tantomeno fa soldi nvidia con la gtx295...i margini probabilmente lo hanno sulle schede mainstream e cmq fascia bassa/integrata...dove una skeda gli costa 10 euro e la vendono a 40...e che rappresentano magari il 70% del loro volume di vendite...che le 4850/4870 fossero vendute con margine risicato si sapeva e se ne era già parlato in passato, meglio per noi!!
Man0war19 Febbraio 2009, 14:34 #9
Matathron non vorrei dire una cacchiata ma visto che si parla di ricavi allora il guadagno dovrebbe essere al netto di tutte le spese, considerando anche una rateizzazione di quelle di ricerca diciamo. Però è possibile che sia come hai detto tu e che ci sia un errore perchè non è che si capisca benissimo.
Notturnia19 Febbraio 2009, 14:42 #10
3% .. non è male fidatevi.. anche se non è molto è qualcosa.. e per fare concorrenza a nvidia ovviamente da qualche parte raschiano.. molti dei miei clienti considerano un 5% un lusso che non si possono permettere..
il grosso del costo di una sk o altro componente non è quello generato dal produttore ma dalla catena che fa arrivare il prodotto dal produttore fin dentro il nostro case..

3% puo' sembrare poco ma sono sempre milioni di dollari alla fine..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^