RTX A5000 e RTX A4000, ma non solo: Nvidia Ampere invade il mondo professionale

RTX A5000 e RTX A4000, ma non solo: Nvidia Ampere invade il mondo professionale

Nvidia ha annunciato una serie di nuove soluzioni per il mondo delle workstation, desktop e mobile, ma anche per i datacenter. C'è anche una scheda, chiamata Nvidia A16, che mette insieme quattro GPU e 64 GB di memoria destinata ai server.

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Schede Video
NVIDIARTXAmpere
 

Nvidia ha annunciato una serie di nuovi prodotti professionali basati su architettura Ampere. Per il settore delle workstation desktop ecco le soluzioni RTX A5000 e RTX A4000, due schede profondamente diverse che seguono la RTX A6000 svelata lo scorso ottobre.

A bordo di RTX A5000 troviamo una GPU GA102 - 8192 CUDA core, 256 Tensor core e 64 RT core - affiancata da 24 GB di memoria GDDR6 a 16 Gbps su bus a 384 bit. Il TDP è di 230W. La scheda ha quindi 2560 CUDA core in meno della RTX A6000 e metà della memoria video, anche se la bandwidth è la stessa, pari a 768 GB/s. La potenza di calcolo FP32 è pari a 27,8 TFLOPs, inferiore ai 38,7 TFLOPs della sorella maggiore.


Nvidia RTX A5000

La RTX A4000 invece si basa invece su una GPU GA104 con 6144 CUDA core attivi (192 Tensor core e 48 RT core) e 16 GB di memoria GDDR6 su bus a 256 bit, per una bandwidth di 448 GB/s. Il TDP è di 140W. La potenza di calcolo FP32 si assesta a 19,2 TFLOPs. Entrambi i modelli hanno un'interfaccia di collegamento PCI Express 4.0 x16, ma solo RTX A5000 supporta NVLink (per il collegamento in parallelo con un'altra RTX A5000) e, oltre al passthrough della GPU, la funzionalità Single Root Input / Output Virtualization (SR-IOV).


Nvidia RTX A4000

Per la nuova RTX A5000 Nvidia ha optato per un sistema di raffreddamento a doppio slot, mentre l'RTX A4000 occupa uno slot. Entrambe hanno quattro DisplayPort 1.4 e saranno disponibili nel corso del mese a prezzi non comunicati.

L'azienda statunitense ha pensato anche alle workstation mobile con quattro nuove GPU chiamate RTX A2000, A3000, A4000 e A5000 in arrivo nel corso del secondo trimestre. Il primo modello è basato su una GPU GA106 con 2560 CUDA core attivi, 80 Tensor core e 20 RT core, mentre i modelli A3000 e A4000 adottano un chip GA104. Nel caso della RTX A3000 abbiamo 4096 CUDA core, mentre in quello della RTX A4000 troviamo 5120 CUDA core. Infine, la RTX A5000 mobile è basata su una GPU GA102 con 6144 CUDA core, quindi una versione decisamente castrata rispetto alle potenzialità del chip.

La "vecchia" architettura Turing trova spazio in un mare di Ampere con T1200 e T600, due chip grafici sempre dedicati alle workstation mobile ma di fascia bassa, infatti i chip hanno rispettivamente 1024 e 896 CUDA core per una potenza di 3,7 e 2,5 TFLOPs in abbinamento a 4 GB di memoria GDDR6 su bus a 128 bit (per una bandwidth rispettivamente di 160 e 192 GB/s). Si tratta di GPU Turing senza RT e Tensor core, come quelle viste nella gamma GeForce GTX 1600 lo scorso anno. Il TDP è di 35-95W per la T1200 a seconda della configurazione scelta dall'OEM, mentre nel caso della T600 si parla di 25W.


Nvidia A30

Per il mondo datacenter ecco Nvidia A30, A16 e A10, che si aggiungono a un'offerta che già contempla i modelli A100 e A40. Di queste proposte mancano ancora molte informazioni, ma sappiamo che A30 è basata su una GPU GA100 e offre 24 GB di memoria HBM2 su bus a 3072 bit per una bandwidth di 933 GB/s e un TDP di 65W. Nel caso di A10, invece, abbiamo un chip GA102 con 9216 CUDA core, 288 Tensor core e 72 RT core coadiuvato da 24 GB di memoria GDDR6. Grazie al bus a 384 bit la bandwidth tocca 600 GB/s. Il TDP, in questo caso, è pari a 150W.


Nvidia A10

Ultima ma non meno importante, Nvidia A16. Ci troviamo di fronte a un prodotto "speciale" se ci passate il termine perché vede la presenza di quattro GPU Ampere su un unico PCB. Ogni chip è accompagnato da 16 GB di memoria GDDR6, per un totale di 64 GB. Nvidia A16 si propone come un acceleratore multimediale (offre quattro encoder NVENC e otto decoder NVDEC) o una  soluzione vGPU.


Nvidia A16

Tutti i modelli per datacenter supportano il PCIe 4.0 e sono privi di uscite video, ma solo A100, A40 e A30 possono essere combinati a uno stesso modello tramite NVLink. In tutti i casi il raffreddamento è passivo e l'alimentazione è affidata a un connettore EPS12V a otto pin. A30 e A10 dovrebbero essere disponibili entro fine mese, mentre per A16 bisognerà aspettare la fine dell'anno.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gringo [ITF]13 Aprile 2021, 10:10 #1
Ottime, se avranno un buon risultato su CoinBench 2021.
coschizza13 Aprile 2021, 10:22 #2
Originariamente inviato da: Gringo [ITF]
Ottime, se avranno un buon risultato su CoinBench 2021.

non sono schede per il mining, vi siete un po traviati il cervello con questa storia del mining
300013 Aprile 2021, 10:58 #3
Dici cosc? Fino a che non ci sarà un qualche blocco hardware, anche i professionisti devono temere il mining cosc... e anche là non è detto che non riusciranno a bypassare il problema cosc. Inoltre aggiungi che l'uso di Blockchain è destinato ad allargarsi ad ogni settore della produzione mondiale, cosc. E già "oggi" il solo circuito Bitcoin consuma corrente equivalente a quella usata annualmente da 2 Stati Europei cosc. E infine cosc, evitiamo di usare termini tipo "traviati" che lo sai da te che non sono gentili, indipendentemente da ciò che il tuo prossimo dica.
Gringo [ITF]13 Aprile 2021, 11:56 #4
non sono schede per il mining

Neppure il GameBoy lo è.... eppure!

Se esistesse la Carta Igienica Smart, con questo andazzo non potremmo più nemmeno Pulirci il Cu"BERT", a fine anno escono ben 10 Asics dedicati alle più promettenti, compreso ETH che il salto al 2.0 non lo fà più... per paura di Azzerare il valore.
Gello13 Aprile 2021, 12:06 #5
Qualte utente di hwup alla ricerca di una scheda video con limata, salvera' il mondo oggi ?
agonauta7813 Aprile 2021, 12:54 #6
Vendo 2 schede ATI x1950, chi non trova altro può contattarmi. Ovviamente al prezzo di 13 anni fa come minimo.
Gringo [ITF]13 Aprile 2021, 14:37 #7
...ago
ti va bene se pagate in polkadot o meglio Chainlink ?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^