Roadmap aggiornata dei chip video ATI

Roadmap aggiornata dei chip video ATI

Finalmente disponibili informazioni precise sulle prossime generazioni di chip video ATI. PCI Express per tutta la gamma ma solo in modalità nativa per il produttore canadese

di pubblicata il , alle 09:10 nel canale Schede Video
ATI
 

Sul sito web americano Anandtech sono state pubblicate, a questo indirizzo, interessanti informazioni sulle prossime generazioni di chip video ATI. Come noto, il prodotto più atteso è quello caratterizzato dal nome in codice di R420, soluzione di fascia alta che sostituirà le schede video Radeon 9800XT nel mercato di fascia alta.

Questo chip video utilizzerà interfaccia AGP 8x per connettersi alla scheda madre e verrà presumibilmente presentato in occasione del Cebit 2003 di Hannover. Di seguito le principali caratteristiche tecniche:

  • processo produttivo a 0.13 micron;
  • circa 160 milioni di transistor (il chip R360 ne contiene circa 110 milioni);
  • frequenza di clock di 500 Mhz;
  • architettura con 8 pipeline di rendering;
  • 6 vertex engine;
  • memoria GDDR3 in quantitativo di 256 Mbytes; frequenza di lavoro indicativa di 1 Ghz;
  • bus memoria da 256bit di ampiezza;
  • varie ottimizzazioni architetturali;
  • design a singolo slot;
  • connessione AGP 8x.

Sulla carta, il chip R420 dovrebbe permettere di ottenere un pixel fill rate e un vertex throughput pari al doppio di quelli dei chip R350. L'utilizzo di memoria GDDR3 da 1 Ghz di clock, inoltre, permetterà di avere a disposizione una bandwidth più elevata.

Il chip noto con il nome in codice di R423 sarà versione PCI Express 16x della soluzione R420. ATI, tuttavia, ha scelto la via dell'implementazione nativa dell'interfaccia PCI Express 16x nelle proprie architetture video e non utilizzerà soluzioni bridge, strada inizialmente praticata da nVidia con la prima generazione di schede video PCI Express.

R480 è il nome in codice con il quale viene indicata l'evoluzione del chip R423: si tratterà presumibilmente di una versione potenziata, con frequenze di clock più elevate ma senza particolari novità a livello architetturale. Il debutto di questo chip video è previsto per il prossimo autunno, circa 6 mesi dopo il debutto delle soluzioni R423.

Nella fascia media di mercato ATi continuerà a proporre soluzioni basate su chip RV360, utilizzato nelle schede della famiglia Radeon 9600. Questa soluzione verrà affiancata dal chip RV380, soluzione completamente nuova pensata per interfaccia PCI Express 16x.

Il nuovo chip verrà costruito con processo produttivo a 0.13 micron e, stando alle informazioni attualmente disponibili, utilizzerà frequenze di clock di 500 Mhz per il chip video e di circa 800 Mhz per la memoria, con bus di 128bit di ampiezza.

A questo prodotto verrà affiancata una nuova soluzione di fascia più alta, nome in codice RV410, attesa però nella seconda metà dell'anno e per la quale mancano ulteriori informazioni.

La fascia entry level prevede, infine, la prima soluzione video di ATI costruita con processo produttivo a 0.11 micron. Il chip RV370, questo il nome del nuovo prodotto, sarà soluzione PCI Express che si affiancherà al modello Radeon 9000, che è e rimarrà come proposta AGP 8x per questa fascia di prezzo. Il nuovo chip utilizzerà memorie DDR operanti a 600 Mhz di clock, con bus che potrà essere a 64bit oppure a 128bit a seconda della fascia di prezzo. Il debutto di questa soluzione è atteso per il secondo trimestre dell'anno.

E' interessante notare come ATI abbia scelto di introdurre un nuovo processo produttivo, quello a 0.11 micron, con un chip video di fascia entry level, in modo molto simile a quanto fatto lo scorso anno con i primi chip a 0.13 micron. Questo permette al produttore canadese di sperimentare il nuovo processo produttivo su un prodotto non così complesso come le soluzioni top della gamma, correndo meno rischi legate alle difficoltà proprie nel passaggio ad un nuovo processo produttivo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Aderlock16 Febbraio 2004, 09:42 #1
CEBIT 2003?? ))
MALEFX16 Febbraio 2004, 09:54 #2
2004 casomai
TyGerONE16 Febbraio 2004, 09:58 #3

CORSINI

noto una certa difficoltà della Redazione di HW Upgrade ad entrare "mentalmente" nel 2004; qualche legame sentimentale vi lega ancora al vecchio 2003 ?.....
cenarius16 Febbraio 2004, 09:58 #4
Qui tocca comprarsi una scheda video all'anno.
Wonder16 Febbraio 2004, 10:14 #5
no, basta comprarla non appena esce e farsela durare il più possibile. Io sono ancora con la 9700 Pro e la cambierò solo per una R420
Sayan V16 Febbraio 2004, 10:29 #6
Con 8x1 pipe la vedo più come un oveclock, che un qualcosa di più potente ... altro che il doppio di potenza
imho comunque ... e mi sa che la mia 9800pro durera ancora molto.
(IH)Patriota16 Febbraio 2004, 10:55 #7
Sicuri che sara' un 8x1 ? Con il 50% in piu' dei transistor non è possibile che sia un 8x2 ? Nel caso fosse davvero una 8x1 di fatto la rivoluzione consisterebbe solo in qualche modifica agli shaders ed ai vertex , clock piu' generosi per il core e per la memoria ...

Vedremo,credo che cmq a livello di costi sia piu' economica una soluzione 8x2 piuttosto che una 16x1 ... non ci resta che aspettare purtroppo!
Daytona16 Febbraio 2004, 10:57 #8
"architettura con 8 pipeline di rendering"


Se è vero mi sa che questa volta Nvidia ha girato la frittata!!!

...o meglio la frittata la fatta ATI

1100000110100000
lucio6816 Febbraio 2004, 11:01 #9
Si è molto parlato di 8x1, 8x2, 12x1, 16x1 e ancora comunque non si hanno notizie ufficiali e finché qualcuno che ha già avuto in mano una reference board in prova non si sbottoni un po' dovremo aspettare la presentazione per sapere qualcosa di più preciso. Mi sembra strano comunque che servano 50 milioni di transistor solo per gestire le specifiche directx9+ e il boost prestazionale si abbia soltanto per la maggiore frequenza di lavoro di core e memorie. Se così fosse, almeno sulla carta, la r420 perderebbe miseramente qualsiasi confronto con la nv40...
luck13416 Febbraio 2004, 11:02 #10
Radoppiare il numero di TMU non comporta un aumento di trasistor nel core.
Comunque se sara un 8x1/2 è probabile che utilizzera la totale precisione a 32-bit (FP32)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^