Rad Card, il dissipatore a liquido per GPU che s'inserisce in uno slot PCI Express

Rad Card, il dissipatore a liquido per GPU che s'inserisce in uno slot PCI Express

All'interno del PC desktop Aurora R11 c'è Rad Card, un sistema di raffreddamento a liquido per GPU creato da Asetek che si inserisce negli slot PCI Express sotto la scheda video. Secondo l'azienda è perfetto per i PC con spazi limitati e migliora anche il look dell'intera build.

di pubblicata il , alle 13:21 nel canale Schede Video
AsetekAlienware
 

Il nuovo PC desktop Aurora R11 di Alienware si contraddistingue non solo per la dotazione hardware aggiornata, ma anche per "Rad Card", una soluzione di raffreddamento a liquido per schede video che si inserisce direttamente in uno slot PCI Express. Progettata da Asetek, questa soluzione (che unita al dissipatore ad aria della GPU dà vista a un sistema ibrido) nasce per "risolvere i problemi di spazio, migliorare le prestazioni di raffreddamento della GPU e garantire un look pulito al vostro PC gaming".

Asetek ha semplicemente constatato che spesso e volentieri nei PC abbondano slot PCI Express inutilizzati (SLI e CrossFire sono sempre meno diffusi) che possono essere usati per Rad Card, che non è altro che una scheda-radiatore dove ricircola il liquido di raffreddamento. Questa soluzione non solo lascia libere aree dello chassis, ma consente di applicare un sistema a liquido dedicato alla GPU anche in spazi dove finora a malapena era possibile installare solo il dissipatore a liquido della CPU.

"Quando Alienware ci ha chiesto di sviluppare una soluzione per raffreddare la GPU in case con spazi limitati eravamo pronti alla sfida. Il risultato è un approccio completamente ripensato al raffreddamento della GPU", ha dichiarato John Hamill, Chief Operating Officer di Asetek.

Nel caso dell'Aurora R11, questo sistema è applicato a una RTX 2080 SUPER e secondo le due aziende può ridurre la rumorosità fino al 69% e le temperature della GPU fino al 20% rispetto al solo dissipatore ad aria. Asetek ritiene inoltre che si tratti di una soluzione più elegante dei classici sistemi di raffreddamento a liquido per PC, in quanto non ci sono tubi che si estendono all'interno del case.

Al momento non è noto se Rad Card arriverà in altri PC preassemblati o anche come "offerta particolare" da qualche produttore di GPU, ma visti i rapporti di Asetek con molti produttori non è un'eventualità da escludere a priori. Forse bisognerà solo aspettare del tempo, in quanto Alienware potrebbe avere una qualche esclusiva temporale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
biometallo18 Maggio 2020, 13:38 #1
Stavo pensando... una soluzione simile, applicata ad uno smartphone, con il getto d'aria calda ci si potrebbero asciugare i capelli, lo chiamerò AIFON

Domanda da ignorante, ma serve una scheda video con quantomeno un dissipatore apposito, o ci sono già schede di alta fascia pronte ad essere "ibridate" ?
gatto2318 Maggio 2020, 13:53 #2

Non mi convince

Una soluzione che può essere buona per chi possiede case con "poco" spazio ma tuttavia sarà una soluzione ibrida ed inferiore ad una classica soluzione scheda + radiatore.
Nel mio caso possedendo una Aorus 2080ti Waterforce all-in-one con radiatore in top ottengo prestazioni in game mai superiori a 62° ed una silenziosità assoluta. Dubito che espellere calore dal retro possa replicare simili prestazioni anche perchè comunque il calore non smaltito risulterebbe disperso all'interno. Staremo a vedere i test di questa comunque interessante soluzione.
demon7718 Maggio 2020, 14:36 #3
Originariamente inviato da: gatto23
Una soluzione che può essere buona per chi possiede case con "poco" spazio ma tuttavia sarà una soluzione ibrida ed inferiore ad una classica soluzione scheda + radiatore.
Nel mio caso possedendo una Aorus 2080ti Waterforce all-in-one con radiatore in top ottengo prestazioni in game mai superiori a 62° ed una silenziosità assoluta. Dubito che espellere calore dal retro possa replicare simili prestazioni anche perchè comunque il calore non smaltito risulterebbe disperso all'interno. Staremo a vedere i test di questa comunque interessante soluzione.


Va da se che se ti fai un circuito a liquido completo hai prestazioni superiori.
Tuttavia l'idea in se non è malvagia.
Magari uno sulla CPU lascia un dissi ad aria e con questo KIT raffredda la GPU molto meglio che con il normale dissi ad aria di defaut.
daviderules18 Maggio 2020, 17:15 #4
Un concept già interessante ma che praticamente era stato già realizzato da AMD con le schede della serie FURY X se non ricordo male (anche se li il modulo di raffreddamento era da avvitare a un supporto e non nello slot pci-express), comunque a chi chiedeva esistono assolutamente schede vendute già con waterblock installato e pronte per essere collegate a un loop di raffreddamento a liquido, e di solito sono schede di fascia enthusiast (anche perchè mettere a liquido una 1050 sarebbe una pacchianata )

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^