NVIDIA pone termine al proprio GeForce Partner Program

NVIDIA pone termine al proprio GeForce Partner Program

Le polemiche di questi ultimi due mesi legate alla iniziativa sviluppata da NVIDIA sono state molto forti: l'azienda sceglie di chiudere il GPP, anche in questo caso però senza spiegarne ufficialmente cosa avrebbe implicato

di pubblicata il , alle 09:42 nel canale Schede Video
NVIDIAGeForceAREZASUS
 

Con un post sul proprio blog ufficiale NVIDIA annuncia di aver sospeso il proprio GPU Partner Program o GPP, iniziativa che nelle intenzioni di NVIDIA doveva servire a meglio supportare i partner impegnati nello sviluppo di soluzioni appartenenti alla famiglia GeForce.

L'iniziativa, della quale abbiamo parlato in questa notizia, ha da subito generato molto scalpore in quanto è stata vista come un tentativo da parte di NVIDIA di creare un rapporto univoco con i produttori di schede videoquasi al punto da costringerli a lavorare unicamente con prodotti della famiglia GeForce. Il non seguire queste direttive avrebbe portato quali conseguenze la mancata elargizione di fondi marketing oltre a tutto il supporto diretto necessario per l'attività di promozione e vendita delle schede sul mercato.

geforce_gtx_1080_founders_edition_nvidia.jpg

Il GeForce Partner Program è indicato come la causa che ha spinto ASUS ad annunciare il brand AREZ, specifico per le schede basate su GPU AMD Radeon RX. In questo modo i brand ROG e Strix, tipicamente utilizzati da ASUS per le proprie schede video destinate al pubblico dei videogiocatori, possono venir unicamente abbinati alle GPU NVIDIA GeForce.

NVIDIA non si è mai espressa ufficialmente riguardo le congetture legate al proprio GeForce Partner Program, e tantomeno l'ha fatto nel momento in cui ne ha annunciato la sospensione. Il post del blog ufficiale che annuncia la chiusura del GPP  si apre con un "molto è stato detto recentemente sul GeForce Partner Program. Le indiscrezioni, le congetture e le mezze verità sono andate ben oltre l'intento. Piuttosto che doverci scontrare con la disinformazione, abbiamo deciso di porre fine al programma".

Viene da pensare, in tutta onestà, che chi non ha nulla da nascondere non pone a termine una iniziativa per non dover fare chiarezza su indiscrezioni, congetture e mezze verità. Viceversa, prova a fare chiarezza su quello che è poco chiaro così che i propri intenti possano essere chiaramente resi visibili. Ed è forse proprio questo che NVIDIA ha scelto di evitare, cancellando il GeForce Partner Program.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

29 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
daviderules05 Maggio 2018, 10:24 #1
Lol mezze verità, era palese qual'era il loro intento e si sono presi (giustamente) una marea di insulti da parte di tutta la comunità. Meno male che le reazioni sono state queste aggiungerei, il GPP era al limite della concorrenza sleale, qualcuno aveva ipotizzato che lo facessero perchè i guadagni sarebbero stati superiori a una eventuale multa dell'antitrust, ma non avevano messo in conto la devastante pubblicità negativa che si sono attirati da soli.
doctor who ?05 Maggio 2018, 11:18 #2
"Piuttosto che doverci scontrare con la disinformazione, abbiamo deciso di porre fine al programma"

I vari brand hanno già cambiato nome alla controparte AMD, missione compiuta, non è il caso di rischiare in tribunale, tornare alla base
Gyammy8505 Maggio 2018, 11:25 #3
Poverini, tutta colpa della disinformazione.
Cosa si inventeranno adesso, il marchio raytraceworks certified?
29Leonardo05 Maggio 2018, 11:26 #4
Originariamente inviato da: daviderules
Lol mezze verità, era palese qual'era il loro intento e si sono presi (giustamente) una marea di insulti da parte di tutta la comunità. Meno male che le reazioni sono state queste aggiungerei, il GPP era al limite della concorrenza sleale, qualcuno aveva ipotizzato che lo facessero perchè i guadagni sarebbero stati superiori a una eventuale multa dell'antitrust, ma non avevano messo in conto la devastante pubblicità negativa che si sono attirati da soli.


E tu pensi che cambierà qualcosa a livello di vendite? Del resto pure quando amd aveva gpu nettamente superiori le masse compravano comunque le verdi.
csavoi05 Maggio 2018, 12:10 #5
Forse complice la non felice congiuntura economica, secondo me gli utenti e gli utonti stanno diventando sempre più attenti a come si spendono i soldi e, soprattutto stanno diventando lungimiranti capendo che oggi la NVIDIA (o chi per lei) ti vende un prodotto sicuramente buono e anche sottocosto ma proprietario e "blindato" lo fa per spennarti un domani.

Vi ricordate Windows che andava ricomprato ad ogni nuova versione??? Adesso Windows 10 pagata una licenza è per sempre, e a questo punto tanta gente che magari sarebbe passata a Linux alla fine è rimasta con Microsoft.

Puntate sull'open e sul free compatibile e aperto, alla fine converrà a tutti come qualità ed economicamente.



davi9205 Maggio 2018, 12:28 #6
Nvidia ha ragione, tra contratti sottobanco con clausole sconosciute, una paginetta web che non spiegava na mazza del GPP, più informazione di così non potevano fare

@Gyammy85
Shadow of Tomb Raider sarà il gioco della discordia, al Day0 ci saranno i confronti tra TressFX e Hairworks, ne vedremo delle belle
Maxt7505 Maggio 2018, 15:04 #8
Altro episodio dell'eterna telenovela.
riuzasan05 Maggio 2018, 15:12 #9
Peccato non ci sia un terzo player
Speriamo in Intel tra un annetto e mezzo
Adesso hanno gli uomini chiave di ATI
Se tirano fuori una buona soluzione anche solo per la fascia media, ci ritroveremo con un po di novità in ambito GPU come per le CPU l'anno scorso con la comparsa di Ryzen
Namo Intel
UltimateBou05 Maggio 2018, 16:01 #10
Originariamente inviato da: Gyammy85
Poverini, tutta colpa della disinformazione.
Cosa si inventeranno adesso, il marchio raytraceworks certified?


Mii addirittura solo terzo tra i commenti... Mi aspettavo molto di più!

NVidia il vittimismo lo sta imparando bene da certi maestri che ci sono in giro

edit:

arriva la risposta di amd ad nvidia

http://www.guru3d.com/news-story/am...-in-europe.html

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^