NVIDIA dimostra che i monitor con refresh rate alto aiutano a giocare meglio

NVIDIA dimostra che i monitor con refresh rate alto aiutano a giocare meglio

Giocare a 240 Hz conferisce vantaggi competitivi rispetto ai 144 Hz, ma non è facile dimostrarlo. Ecco come ci ha provato NVIDIA

di pubblicata il , alle 16:41 nel canale Schede Video
NVIDIAGeForceG-sync
 

I produttori di monitor gaming stanno rilasciando con continuità soluzioni con refresh rate molto alti, addirittura di 240 Hz. Ma offrono reali vantaggi ai giocatori? Non è facile dimostrarlo e visualizzare le differenze su internet, anche per la mancanza di player online che vadano oltre i 60 Hz.

NVIDIA refresh rate

Secondo uno studio realizzato da NVIDIA, e riassunto nel seguente grafico, i giocatori che hanno giocato ad almeno 180 fps hanno conseguito un K/D ratio migliore del 90% rispetto a chi giocava a 60 fps. "Di per sé, la correlazione non significa ovviamente causalità" specifica NVIDIA. "Ma giocare a fps alti migliora la fluidità delle animazioni, riduce il ghosting e il tearing, così come la latenza del sistema". Un display con alto refresh rate visualizza i frame più rapidamente e, in certe situazioni di gioco, può consentire di vedere un avversario prima rispetto a quanto avviene con un monitor a 60 Hz. Ovviamente, si parla di soluzioni tecniche destinate a una nicchia di pubblico sensibile alla questione della reattività della postazione di gioco e appassionata di titoli competitivi online.

NVIDIA refresh rate

Un monitor che si aggiorna molto velocemente visualizza prima il risultato dell'input del giocatore e si mantiene più fedele rispetto all'interazione. Una postazione di gioco con componenti altamente reattive aiuta il giocatore a ottenere migliori risultati in termini di rapporto uccisioni/morti (K/D ratio) nei giochi multiplayer competitivi, ovviamente se sussiste un'abilità di base da parte del giocatore stesso.

Non è una sorpresa che NVIDIA promuova questo concetto, perché il suo business è basato su hardware capace di renderizzare il più rapidamente possibile le immagini. Inoltre, negli ultimi anni ha investito molto su tecnologie come G-Sync, che servono proprio ad aggiornare opportunamente il display in funzione del lavoro svolto dalla scheda video.

Secondo l'articolo pubblicato sul sito di NVIDIA, siti come ProSettings.net e BattleRoyaleSettings.com evidenziano come la maggior parte dei pro player di giochi di tipo Battle Royale utilizzi monitor con refresh rate almeno di 144 Hz. NVIDIA ha anche sponsorizzato un contenuto del noto canale YouTube tecnico Linus Tech Tips sempre a proposito della correlazione tra alti refresh rate e K/D ratio.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
DukeIT09 Dicembre 2019, 16:58 #1
Se non sbaglio è già il secondo studio fatto da nVidia di questo tipo. Studi "importanti" in cui si scopre che chi spende di più per il gioco, gioca meglio... ma non sarà che chi spende molto per il gioco sia, mediamente (tolte quindi le ovvie eccezioni), più appassionato di chi per il gioco spende molto poco?
Così, la butto lì...
Dinofly09 Dicembre 2019, 17:32 #2
Dicasi correlazione spuria.
Per avere un test davvero efficace sarebbe necessario un double blind su tre gruppi selezionati randomicamente (in modo che le skill siano equamente distribuite nei gruppi): uno a 60hz, uno a 144hz e uno a 240hz
[K]iT[o]09 Dicembre 2019, 17:43 #3
I marchi coinvolti stanno spendendo parecchi soldini nel marketing dell'alto refresh rate, sarà che il vantaggio è troppo piccolo e senza effetto hype non se lo fila nessuno? Naaa ma che vado mai a pensare...
dado197909 Dicembre 2019, 17:49 #4
Bella statistica du belein… Un casual gamer non ha un monito da 240 Hz, un casual gamer è statisticamente meno bravo di uno che spende 2000 euro all'anno in pc.
E se la cavano con un "Di per se la statistica non significa causalità"
Ma va là va.
DukeIT09 Dicembre 2019, 18:05 #5
Originariamente inviato da: Dinofly
Dicasi correlazione spuria.
Per avere un test davvero efficace sarebbe necessario un double blind su tre gruppi selezionati randomicamente (in modo che le skill siano equamente distribuite nei gruppi): uno a 60hz, uno a 144hz e uno a 240hz

E sarebbe un test più semplice da effettuare, ma non ci giurerei che darebbe lo stesso risultato del loro. E come li venderebbero allora questi benedetti 240hz?
Varg8709 Dicembre 2019, 18:39 #6
Originariamente inviato da: [K]iT[o]
I marchi coinvolti stanno spendendo parecchi soldini nel marketing dell'alto refresh rate, sarà che il vantaggio è troppo piccolo e senza effetto hype non se lo fila nessuno? Naaa ma che vado mai a pensare...


Almeno visivamente è innegabile che ci sia, basta provarlo. La vera domanda è ha senso andare oltre i 144 o oltre un certo numero? Se sí, immagino che il salto non sia lo stesso che si ha col passaggio da 60 a 120/144.
sbaffo09 Dicembre 2019, 19:11 #7
visivamente probabilmente si nota maggior fluidità delle immagini, ma dubito fortemente che meno di un centesimo di secondo cambi qualcosa nei kill rate (60hz=1,67 centesimi di secondo per frame, 120hz la metà, e così via, correggetemi se sbaglio).
Quei video al rallentatore lasciano il tempo che trovano, se li confronto coi 960fps di certi telefonini allora anche i 240 sembrano scattosi.

Ridicola poi la storia del tearing, con il vsync attivo non c’è tearing, neanche a 60hz, ed è più facile che il pc supporti 60fps costanti minimi che non 144 o 240. Ora che c’è il vfr poi non ha più senso (se ho capito bene come funzione).
giovanni6909 Dicembre 2019, 19:14 #8
Originariamente inviato da: Varg87
Se sí, immagino che il salto non sia lo stesso che si ha col passaggio da 60 a 120/144.


Quel passaggio lo si nota davvero al punto da riuscire a sfruttarlo con riflessi umani?
Varg8709 Dicembre 2019, 19:26 #9
Avendo fatto il passaggio da qualche mese lo posso confermare. Mi è capitato dopo un aggiornamento driver che la frequenza si era reimpostata a 60 Hz. Me ne sono accorto immediatamente subito dopo aver lanciato un gioco nemmeno tanto pesante (NBA Playgrounds 2).
Lo scorrimento laterale a 60 Hz mancava proprio di fluidità, tutta un'altra cosa rispetto ai 144 Hz. Una volta effettuato il passaggio non si torna più indietro, almeno nel gaming.
Pure nel movimento delle finestre del desktop e nello scorrimento delle pagine web si nota una maggior fluidità.

Originariamente inviato da: sbaffo
Ridicola poi la storia del tearing, con il vsync attivo non c’è tearing, neanche a 60hz, ed è più facile che il pc supporti 60fps costanti minimi che non 144 o 240. Ora che c’è il vfr poi non ha più senso (se ho capito bene come funzione).


Credimi, prova e poi ne riparliamo. In ogni caso col vsync attivo aumenta notevolmente l'input lag.
sbaffo09 Dicembre 2019, 19:54 #10
@varg87

ci credo che si veda la differenza tra 60 e 144, anche nello scrolling delle finestre. Io sui vari pc e ora su ipad vedo benissimo che mentre la pagina scrolla le scritte non si riescono più a leggere. Forse è anche l’effetto scia dagli lcd con tempi di risposta non bassissimi, e probabilmente il refresh maggiore forza i pixel a risposte più veloci. Sicuramente il comfort visivo aumenta.
Sul passaggio da 144 a 240 non mi esprimo.

Quello di cui dubito è che i tempi di reazione del giocatore traggano beneficio dal passaggio da 144hz a 240, cioè 0,4 centesimi di secondo in meno.

Per quanto riguarda l’imput lag ho letto che col freesync/gsync dovrebbe diminuire, il vsync è roba di quando ancora giocavo io .

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^