Nuovi dettagli sul ritardo di R520

Nuovi dettagli sul ritardo di R520

Il debutto delle nuove soluzioni video di fascia alta di ATI continua a slittare ogni settimana, ma ora emergono notizie ufficiali e precise sulle cause

di pubblicata il , alle 09:54 nel canale Schede Video
ATI
 

Il sito web Beyond 3D riporta, a questo indirizzo, alcune interessanti informazioni su quelle che potrebbero essere le motivazioni alla base del ritardo nella presentazione delle schede ATI basate su architettura R520.

Questi chip, destinati a porsi in diretta competizione con le nuove soluzioni NVIDIA della serie GeForce 7800 GTX, saranno i primi sviluppati da ATI ad avere supporto allo Shader Model 3.0. Oltre a questo, R520 è architettura sviluppata con processo produttivo a 0.09 micron, tecnologia che nessun altro produttore di chip video utilizza attualmente per le proprie soluzioni.

Come già segnalato in precedenti notizie, è proprio il processo produttivo a 0.09 micron il principale indiziato per il ritardo nel debutto delle schede R520. ATI, infatti, sembra aver sofferto sia di difficoltà in termini di rese produttive, sia di power leakage.
Detto in altro modo, da una parte i chip funzionanti per ogni wafer prodotto in fonderia sono molto pochi. Dall'altra, per poter operare correttamente alle frequenze di clock previste questi chip richiedono un notevole quantitativo di corrente, dissipando molto calore; una dinamica molto simile a quella che si è verificata con i processori Intel Pentium 4 basati su Core Prescott.

Stando a quanto anticipato da Beyond 3D, il lancio delle soluzioni R520 dovrebbe avvenire tra Settembre e Ottobre; è presumibile che ATI possa anche rilasciare nello stesso periodo le due architetture di fascia media e bassa, rispettivamente note con i nomi in codice di RV530 e RV515, anch'esse basate su Shader Model 3.0.

Una conferma di questo verrebbe dalla dichiarazione di Rick Bergman, Senior Vice President della PC Business Unit di ATI, fatta nel corso di una recente sessione di domande e risposte con alcuni investitori.

We had hoped to have that product in the June timeframe, but unfortunately due to a variety of design issues it has moved out to the September / October timeframe for launch".

ATI inoltre pensa di poter finalmente lanciare, nel corso del mese di Settembre, i primi sistemi basati su tecnologia Crossfire, alternativa a quella SLI di NVIDIA per l'utilizzo di due schede video Radeon in parallelo nello stesso sistema.
I primi sample per la stampa dovrebbero venir distribuiti per la fine del mese di Agosto, quindi al lancio definitivo e speriamo finale di questa tecnologia dovrebbe mancare poco.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

108 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Vince 1516 Agosto 2005, 09:59 #1
E' la sesta news identica su questo argomento... vabbè...
biffuz16 Agosto 2005, 10:08 #2
per la serie: non tutte le ciambelle escono col buco, e a volte escono buchi senza ciambelle
Special16 Agosto 2005, 10:23 #3
Si vabbè ogni volta ce n'è una...
Speriamo che con questa scheda faccia il botto... xchè altrimenti x la ATI sarebbe un calcio in culo che farebbe aumentare la velocità della sua picchaita...
dwfgerw16 Agosto 2005, 10:33 #4
nulla di nuovo...
ThePunisher16 Agosto 2005, 10:43 #5
[NOFLAME] NVIDIA ha indovinato tutto restando con gli 0.11 micron: è riuscita a realizzare una scheda più potente, che consuma meno, che scalda meno delle precedenti 6800. Evidentemente ha ingegneri migliori.[/NOFLAME]
Vince 1516 Agosto 2005, 10:51 #6
Beh, non è detto che abbia ingegneri migliori... è solo che a volte si prendono decisioni migliori di altre... e a volte accade qualcosa di imprevisto. Non devo certo dicordarvi le vicende delle prime GeffoFX... il mondo è un altalena...
neo2xxx16 Agosto 2005, 10:54 #7
Oppure semplicemente, questa volta, gli ingegneri della Nvidia hanno avuto più fortuna ad azzeccare le mosse giuste. Ti parlo come felice possessore di una Nvidia, ma ricordando la dura lotta degli ultimi anni non mi sogno di pensare che i tecnici ed ingegneri della Ati siano dei poveri pellegrini in confronto a quelli nvidia. E' un ciclo, oggi alla Nvidia, domani alla Ati e così a non finire
TheZeb16 Agosto 2005, 11:06 #8
L'unica speranza per ATI è di buttare fuori sto R520 ad un buon prezzo ma in particolare il chip deve essere più performante di G70 altimenti possono cambiar mestiere e darsi alla pesca del salmone dato che in Canada abbondano...
Korn16 Agosto 2005, 11:10 #9
raramente si leggono commenti di questa incredibile profondità
Luca GT16 Agosto 2005, 11:17 #10
allora degnaci del tuo di commento o sommo Korn...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^