No, il blocco al mining della GeForce RTX 3060 non è stato aggirato

No, il blocco al mining della GeForce RTX 3060 non è stato aggirato

Nelle scorse ore è circolata la notizia che il limitatore del mining inserito da Nvidia sulla RTX 3060 12GB fosse stato hackerato, bucato, aggirato. Non è vero. Ecco perché è circolata la notizia e qual è la situazione.

di pubblicata il , alle 13:21 nel canale Schede Video
GeForceNVIDIAAmpere
 

Da qualche ora sta circolando la notizia che il limitatore software inserito da Nvidia sulla GeForce RTX 3060 12GB per dimezzarne le prestazioni nel mining di Ethereum e simili sia stato aggirato per portare le capacità della GPU al massimo livello, fino a 45 MH/s. Ebbene, non è così. Nessun "cinese" ha modificato il firmware o i driver della scheda, al momento non è successo nulla di tutto questo, solo la voglia di riportare rapidamente una notizia potenzialmente bomba.

Che cosa è successo? Nella mattinata di ieri un account Twitter chiamato I_Leak_VN ha diffuso l'immagine di una schermata di un software di mining in cui si vedevano otto GeForce RTX 3060 che minavano raggiungendo un hash rate di circa 45 MH/s ciascuna, per un totale di oltre 362 MH/s. L'immagine era ritagliata (o come dicono i giovani "croppata") e non si vedeva effettivamente quale fosse la criptovaluta oggetto del mining e l'algoritmo coinvolto.

PC Gamer si è buttato a pesce sulla notizia, senza farsi troppi scrupoli, e ha lanciato la bomba: RTX 3060 hackerata, Nvidia e il suo limitatore "non hackerabile" KO. E molti le sono andati dietro (capita). La cosa a noi però "puzzava un po'", quindi abbiamo deciso di attendere e nel giro di qualche ora il quadro è cambiato, ed è venuto fuori che le GPU non stavano minando Ethereum ma Conflux, basata su algoritmo Octopus. Stiamo parlando di un algoritmo diverso.

Bisogna infatti ricordare quello che disse Nvidia annunciando il limitatore: "Ethereum ha il rendimento più alto al momento tra le monete estraibili con le GPU e quindi è probabilmente il principale motore della domanda di GPU nel mining. Altri algoritmi non contribuiscono in modo significativo alla domanda di GPU e questo stato di cose non può cambiare rapidamente a causa degli effetti di rete all'interno di una determinata criptovaluta. Il limitatore di velocità si applica a tutto ciò che usa algoritmi Dagger Hashimoto o simili a Ethash".

Insomma, nessun firmware moddato o driver modificati, semplicemente le schede sono state messe all'opera su un algoritmo non coperto dal limitatore. Questo da una parte significa che sta circolando una "non notizia", allo stesso tempo però ci dice che se il mining di Conflux dovesse diventare redditizio per qualche ragione, nessuna GPU avrebbe contromisure adeguate, nemmeno la RTX 3060.

È un po' il gioco del gatto con il topo: se Nvidia vorrà davvero provare a salvaguardare le vendite delle schede video ai gamer, dovrà eventualmente rispondere. E siccome aggiornare il firmware delle schede video non è cosa diffusa né veloce, dobbiamo goderci il limitatore finché dura, sperando che parallelamente Nvidia aumenti la produzione di GPU. Anche perché, con molto coraggio, l'azienda ha dichiarato che "il software non può essere hackerato per rimuovere il filtro": speriamo sia davvero così, ma ne abbiamo visti troppi di colpi di scena...

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
luke@11 Marzo 2021, 13:23 #1
era solo una mossa pubblicità, balle su balle raccontano

perchè c'è chi se le beve
Gringo [ITF]11 Marzo 2021, 13:39 #2
... potrebbero venderne delle varianti dette Pure Gamer, disabilitando tutte le intere API di programmazione utente, non ne sarei un acquirente per il fatto che non potrei più usarle per encoding, ma permetterebbe almeno ai gamer di trovare qualcosa, speriamo almeno intel giochi bene le sue carte ma ne dubito.
agonauta7811 Marzo 2021, 13:58 #3
Menomale, vado nel negozio sotto casa a comprarne una visto che ha gli scaffali pieni. Grazie della notiziona
marqee11 Marzo 2021, 14:00 #4
Il cambio di protocollo di Ethereum e' gia'in via di implementazione in 3-4 fasi, quindi tra qualche tempo non sarà piu' conveniente o molto meno "Minarlo".
i miners passerano a minare un'altro tipo di cryptovaluta.
Ce ne sono centinaia con numerosi algoritmi.
Poco importa se Nvidia ne blocca 1 , ne resteranno di certo altri che rimarranno "profitable".
jepessen11 Marzo 2021, 14:00 #5
Originariamente inviato da: Gringo [ITF]
... potrebbero venderne delle varianti dette Pure Gamer, disabilitando tutte le intere API di programmazione utente, non ne sarei un acquirente per il fatto che non potrei più usarle per encoding, ma permetterebbe almeno ai gamer di trovare qualcosa, speriamo almeno intel giochi bene le sue carte ma ne dubito.


Tu sai che questa cosa delle API che hai detto e' completamente senza senso, vero?
-MiStO-11 Marzo 2021, 14:10 #6
Originariamente inviato da: Gringo [ITF]
... potrebbero venderne delle varianti dette Pure Gamer, disabilitando tutte le intere API di programmazione utente, non ne sarei un acquirente per il fatto che non potrei più usarle per encoding, ma permetterebbe almeno ai gamer di trovare qualcosa, speriamo almeno intel giochi bene le sue carte ma ne dubito.


ma imho neanche così va bene(ammesso sia possibile ma dubito), perchè c'è uno shortage generale:
se dividi la produzione in due prodotti(uno gamer ed uno miner), hai comunque dimezzato una produzione già scarsa di fatto non risolvendo il problema
Zappz11 Marzo 2021, 14:45 #7
Originariamente inviato da: marqee
Il cambio di protocollo di Ethereum e' gia'in via di implementazione in 3-4 fasi, quindi tra qualche tempo non sarà piu' conveniente o molto meno "Minarlo".
i miners passerano a minare un'altro tipo di cryptovaluta.
Ce ne sono centinaia con numerosi algoritmi.
Poco importa se Nvidia ne blocca 1 , ne resteranno di certo altri che rimarranno "profitable".


Gia' a luglio con il london fork segano pesantemente le fees per i miners, poi con l'eth 2.0 (probabilmente fra 1/2 anni) non serviranno piu' le schede video per minare.
*Pegasus-DVD*11 Marzo 2021, 16:05 #8
hacker sempre un passo avanti
JuneFlower11 Marzo 2021, 17:41 #9

PRima o poi la batosta arriva e non sarà tanto poi...

Mi auguro che tutti possano guadagnare ciò che vogliono come duramente stanno cercando di fare, ma prima o poi ci dovranno essere tassazioni su quello che sta facendo questo sistema non solo all'industria del design, ma anche all'ambiente e a tutta una serie di mercati, da quello del lavoro a molti altri.

Non credo che le aziende che producono schede ora, in questa fase poi (si lamenteranno) difficile, limiteranno in modo assoluto i miners.
Il gaming è solo una scusa ormai per produrre schede, i contratti li hanno siglati o li siglano comuneu (vedi amd che ha praticamente il monopolio, cfr consoles)... e i soldi li fanno comunque anzi con i miner ne fanno di piu.

Tutto liquido, molto liquido, adesso forse le digital currencies arriveranno ad una loro prima maturità diffondendosi parecchio.

In Europa si sta già tutto organizzando per il lancio della moneta (non è crypto però eh) digiale europea, la cina era avanti.

prima o poi cambieranno varie cose e avendo maggiore fiducia un insieme di stati che la decentralizzazione che non ha alcun interesse etico verso l'ambiente o politica a meno che queste non vengano costituite con dei manifesti, questa bolla mining si sgonfierà parecchio.

Cmq bella botta questa dopo quella del 2018 durata 3 mesi. Questa sono almeno 6 mesi che va avanti.. eppure negli ultimi mesi

Comunque l'instabilità è chiaramente correlata agli USA. Mi pare sia evidente da 2-3k dollari siamo a 56 mila... Ci sarà un crush pazzesco, che si sentirà forte. Non pensavo ci fosse stata questa impennata.. è una roba estrema... porca misera.. Come può essere che nessuno davveor ne parli? Forse per non gonfiarla ancora di piu.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^