Miner e speculatori hanno sottratto 700 mila schede video ai giocatori nel primo trimestre

Miner e speculatori hanno sottratto 700 mila schede video ai giocatori nel primo trimestre

Miner e speculatori hanno drenato dal mercato del gaming ben 700.000 schede video nel primo trimestre 2021 secondo un'analisi di Jon Peddie Research. I prezzi sono così schizzati alle stelle dando vita a un giro d'affari di 500 milioni di dollari.

di pubblicata il , alle 08:11 nel canale Schede Video
NVIDIARadeonGeForceAMDEthereum
 

Secondo gli analisti di Jon Peddie Research, nel primo trimestre di quest'anno circa il 25% delle consegne di schede video dedicate - dette AIB, Add-In Board - sono finite nelle mani di miner e speculatori: si parla di circa 700.000 pezzi tra fascia media e alta per un valore di 500 milioni di dollari.

L'analisi, difficile e non certo completa per stessa ammissione degli analisti, prova a stimare un fenomeno che esiste e che non è totalmente tracciabile, spinto in particolare dal mining di Ethereum, il cui algoritmo (in attesa del passaggio dal Proof of Work al Proof of Stake) ben si adatta alle capacità delle schede video dedicate, unitamente alla corsa della criptovaluta nell'ultimo anno - da 240 a 4000 dollari a maggio, anche se oggi scesi a 2500. Guadagni che hanno indotto molte mining farm e amatori a buttarsi, cercando di trarre profitto, drenando così schede video dal comparto gaming, ambito a cui sono principalmente rivolte.

Jon Peddie Research spiega che la diffusione delle schede AIB all'interno dei PC è scesa dal 100% degli anni 80 (quando tutti i PC avevano una scheda aggiuntiva per visualizzare le immagini a schermo) al 34% del 2014, prima del precedente boom delle crypto che dal 2016 al 2018 portò a un balzo al 70%.

"Più recentemente, abbiamo visto l'attach rate (il tasso di presenza di schede AIB nei PC) scendere al 25% e poi risalire al 50%. Abbiamo calcolato l'uso di schede AIB da parte del mining come la differenza tra la normale tendenza e l'attuale tasso. L'assunto è che i miner hanno sistemi dedicati e non acquistato un nuovo PC per darsi al mining. Per la maggior parte, questo è vero, anche se alcuni amatori acquistano PC dedicandoli al mining", scrivono gli analisti.

Il numero di 700.000 unità non si può tuttavia scrivere nella pietra e Jon Peddie Research riporta che l'indagine non può essere accurata "a causa del generale shortage dei componenti" che ha portato all'introduzione di "bot di acquisto che scandagliano il web in cerca di inventari di schede AIB e, quando li trovano, li acquistano immediatamente. I proprietari dei bot prendono le schede AIB, le collegano alla loro farm, ne fanno aumentare il prezzo e le contrattano su eBay. E alcuni miner le acquisteranno dai venditori eBay. Non solo schede AIB nuove ma anche di scorsa generazione".

Oltre ai bot, anche l'aumento dei costi dei componenti di una scheda video - oltre alla GPU - ha portato a gonfiare i prezzi. "Questo include la memoria GDDR, la seconda cosa più costosa su una scheda AIB. Vi sono poi i regolatori di tensione, i condensatori e altre parti varie. Sono tutti aumentati, alcuni addirittura del 70% dall'inizio dell'anno. Perché sono saliti? Domanda e offerta, chiaro e semplice. Alcune persone dicono che è a causa dell'aumento della domanda dei consumatori dovuta al lavoro da casa. E sì, ce n'è un po', ma non il 70%. E anche se fosse dovuto a quel fenomeno, tale domanda dovrebbe essere ormai soddisfatta".

"Il discorso fatto riguarda principalmente i miner professionali, il modello usato non ha modo di stanare i giocatori o altri che occasionalmente fanno un po' di mining", concludono gli analisti. Bot, speculatori e miner hanno quindi drenato centinaia di migliaia di GPU gaming dai negozi e fatto lievitare i listini in modo incredibile - ma questo si sapeva già.

Nvidia al momento è l'unica che sta provando a fare qualcosa tra i produttori. L'azienda statunitense sta cercando di dirottare i miner professionali verso le schede CMP che fanno uso di GPU non destinate alle schede video gaming. Allo stesso tempo, ha creato un limitatore per le prestazioni nel mining di criptovalute e sta provando a diffonderlo su tutti i suoi modelli.

AMD, invece, ha deciso di non prendere contromisure. Diversi shop e negozi nel mondo hanno cercato di arginare il fenomeno imponendo l'acquisto di una scheda per utente, e alcuni per giunta solo in negozio, tuttavia chi vuole speculare sembra sempre trovare una strada per farlo. La situazione non è destinata a cambiare drasticamente quest'anno, si spera che dal 2022 si inizi a intravedere uno spiraglio di luce, ma ahinoi questa è più una speranza che una convinzione.

55 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
daitarn_316 Giugno 2021, 08:24 #1
un mondo distopico ove regna la pazzia
sisko21416 Giugno 2021, 08:29 #2

Chissà...

Magari si arriverà al punto tale che non trovando hardware adatto per fare gaming a casa, si dovranno riaprire le sale giochi di vetusta memoria :-D :-D
canislupus16 Giugno 2021, 08:43 #3
Originariamente inviato da: sisko214
Magari si arriverà al punto tale che non trovando hardware adatto per fare gaming a casa, si dovranno riaprire le sale giochi di vetusta memoria :-D :-D


Sarebbe bellissimo... era un luogo di aggregazione alla fine... dove si facevano le sfide, le persone si prendeva in giro goliardicamente... sicuramente meglio di oggi in cui spesso ci si confronta da dietro una tastiera e tutti si sentono forti.
TorettoMilano16 Giugno 2021, 08:44 #4
Originariamente inviato da: daitarn_3
un mondo distopico ove regna la pazzia


la revolucion! altro che pazzia
Zappz16 Giugno 2021, 08:48 #5
Originariamente inviato da: canislupus
Sarebbe bellissimo... era un luogo di aggregazione alla fine... dove si facevano le sfide, le persone si prendeva in giro goliardicamente... sicuramente meglio di oggi in cui spesso ci si confronta da dietro una tastiera e tutti si sentono forti.


Quoto, erano veramente bellissime!
sisko21416 Giugno 2021, 08:49 #6

E si...

Originariamente inviato da: canislupus
Sarebbe bellissimo... era un luogo di aggregazione alla fine.


Come questo qua ? :-D :-D
andy4516 Giugno 2021, 08:51 #7
Originariamente inviato da: canislupus
Sarebbe bellissimo... era un luogo di aggregazione alla fine... dove si facevano le sfide, le persone si prendeva in giro goliardicamente... sicuramente meglio di oggi in cui spesso ci si confronta da dietro una tastiera e tutti si sentono forti.


Ci girava però pure un sacco di gentaccia, spesso venivano pure chiuse perché ci spacciavano la droga...più che le sale giochi forse i bar con i videogiochi, lì mi ricordo tanti bei momenti passati con gli amici.
TheMonzOne16 Giugno 2021, 08:55 #8
Originariamente inviato da: sisko214
Magari si arriverà al punto tale che non trovando hardware adatto per fare gaming a casa, si dovranno riaprire le sale giochi di vetusta memoria :-D :-D
Per quelle ti basta andare in Giappone
Zappz16 Giugno 2021, 08:57 #9
Originariamente inviato da: TheMonzOne
Per quelle ti basta andare in Giappone


Bellissime le sale giappo, il regno dei picchiaduro 2d.
Pino9016 Giugno 2021, 09:03 #10
Originariamente inviato da: canislupus
Sarebbe bellissimo... era un luogo di aggregazione alla fine... dove si facevano le sfide, le persone si prendeva in giro goliardicamente... sicuramente meglio di oggi in cui spesso ci si confronta da dietro una tastiera e tutti si sentono forti.


Non sai quanti ghiaccioli alla menta o monetine da 200 lire (da investire in biglie) mi giocavo a Tekken 3 in sala giochi! Che ricordi
Rigorosamente lontani dai ragazzacci grandi che fumavano e giocavano ai giochi di macchina

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^