Le nuove schede video per l'autunno

Le nuove schede video per l'autunno

Tutti i principali produttori di schede video si apprestano ad introdurre nuovi modelli di fascia media e alta; i primi debutti previsti al Computex di Taipei, verso la fine di Settembre

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 11:16 nel canale Schede Video
 

L'autunno si prepara ad essere estremamente ricco di novità nel settore delle schede video di fascia medio alta. Il Computex di Taipei, che verrà ufficialmente aperto il prossimo 22 Settembre dopo i ben noti problemi legati all'epidemia Sars della scorsa primavera, si prepara a diventare la prima importante vetrina per i nuovi prodotti.

Tutti i produttori di chip video, ATI e nVidia in testa, si preparano ad affilare le armi in vista della ricca stagione natalizia; quello che, almeno per il momento, pare probabile è che le prossime generazioni di chip video con supporto Pixel e Vertex Shader 3.0 non verranno presentate nel corso del 2003, se non nella forma di cosiddetti paper launch (debutti su carta), ma con disponibilità sul mercato non prima della primavera 2004. Il Comdex di Las Vegas, fiera che si terrà nella seconda metà del mese di Novembre, sarà l'evento al quale guardare per avere informazioni precise e possibilmente ufficiali sui chip ATI R420 e nVidia NV40.

nVidia presenterà nei prossimi mesi due nuove soluzioni video: NV36 per la fascia medio alta e NV38 quale top della gamma, sostituendo rispettivamente i chip NV31 e NV35.

Il chip NV36, evoluzione del modello NV31 (GeForce FX 5600), verrà utilizzato su schede che avranno nome GeForce FX 5700, con le seguenti caratteristiche tecniche:

  • frequenza di clock del chip: 500 Mhz;
  • processo produttivo a 0.13 micron;
  • dotazione di memoria video di 128 Mbytes;
  • frequenza di clock della memoria DDR pari a 500 Mhz (1 Ghz effettivo);
  • prezzo stimato in 300 dollari.

In occasione del Computex 2003 di Taipei molti produttori di schede video presenteranno, anche se sotto NDA, soluzioni video basate su chip NV36. Anche se mancano conferme ufficiali è pertanto prevedibile che le nuove schede verranno introdotte solo dopo la fiera taiwanese, presumibilmente a inizio Ottobre, con una disponibilità in volumi sul mercato per i mesi successivi e quindi in piena stagione natalizia.

Il chip NV38, evoluzione del modello NV35 (GeForce FX 5900), verrà presumibilmente introdotto assieme alla nuova versione di driver Detonator 50.x; non è ancora possibile indicare una data precisa ma è prevedibile che il debutto sarà contemporaneo alle schede NV36. Il nuovo chip, stando alle informazioni attualmente disponibili, opererà a frequenze più elevate rispetto a quello NV35, presumibilmente a 550 Mhz, con la memoria video DDR a 1 Ghz di clock. Questo dovrebbe permettere di ottenere un interessante boost prestazionale rispetto alle schede GeForce FX 5900 Ultra, in previsione di quelle che saranno le performances delle schede concorrenti ATI basate su chip R360.

Anche ATI introdurrà due nuove famiglie di chip video: per la fascia medio alta il chip RV360, destinato a sostituire quello RV350, mentre per il top della gamma la soluzione R360 prenderà il posto delle schede R350.

Il chip RV360 verrà costruito, al pari del modello RV350, utilizzando un processo produttivo a 0.13 micron e ne rappresenterà l'evoluzione per il mercato di fascia media. La famiglia di schede RV360 verrà divisa in 3 tipologie di modelli, differenziate a seconda della potenza di calcolo messa a disposizione:

  • il top della gamma RV360 sarà rappresentato dal modello noto con il nome in codice di “Thunder Storm”, top della gamma con chip video operante a 450 Mhz di clock e memoria DDR con frequenza di lavoro di 800 Mhz. La dotazione di memoria video sarà di 128 Mbytes, con alcuni rumors che indicano la possibilità di utilizzare memoria GDDR2-M al posto della tradizionale DDR.
  • la versione "Thunderhead" utilizzerà 128 Mbytes di memoria DDR, con package BGA, operante a circa 700 Mhz di clock; il chip video dovrebbe operare a circa 450 Mhz di clock.
  • l'ultima versione, nota con il nome in codice di “Rainbow”, è quella caratterizzata dalle più ridotte prestazioni velocistiche. Utilizzerà chip video a 450 Mhz o più, con 256 Mbytes di memoria DDR operante a 550 Mhz di clock.

Tutte e 3 le famiglie di schede integreranno connettori D-Sub, DVI-I e TV-Out; Thunder Storm e Rainbow avranno anche funzionalità VIVO.

Il chip video R360, modello top della gamma ATI per l'autunno 2003, avrà frequenza di clock di ben 450 Mhz, un incremento di circa 70 Mhz rispetto al modello R350 utilizzato nelle schede Radeon 9800PRO. La memoria video opererà a 750 Mhz di clock, anche in questo caso un incremento di 70 Mhz rispetto ai 680 Mhz delle schede Radeon 9800PRO. Il controller memoria resterà di tipo DDR con ampiezza di bus di 256 Bit, mentre la dotazione di memoria sarà di 128 oppure 256 Mbytes, a seconda delle versioni.

Difficilmente le schede R360 utilizzeranno memoria DDR-2 oppure GDDR2, tecnologia che verrà invece utilizzata da ATI per le schede di fascia media RV360.
Per raffreddare efficacemente il chip video la nuova scheda utilizzerà un dissipatore di calore innovativo; il chip R360, nonostante la frequenza di clock di ben 450 Mhz, continuerà ad utilizzare processo produttivo a 0.15 micron. Al momento mancano informazioni precise sull'architettura ma è prevedibile che, oltre all'aumento delle frequenze di clock, il chip R360 integri alcune innovazioni rispetto al predecessore R350.

XGI, Extreme Graphics Innovation, nuova azienda taiwanese nata dalla divisione grafica di SiS, introdurrà nuove soluzioni video in concomitanza con il Computex 2003 di Taipei, il prossimo mese di Settembre. XGI ha recentemente acquistato anche gli assets di Trident, azienda specializzata nella produzione di soluzioni video integrate per notebook di fascia entry level. Nel corso del 2004 XGI e Trident verranno fuse in un'unica azienda, mantenendo ovviamente il brand XGI.

I 3 nuovi prodotti, tutti per API DirectX 9, hanno nomi in codice XG40, XG41 e XG42; nel quarto ed ultimo trimestre dell'anno XGI introdurrà anche il chip XP5, soluzione DirectX 8.1 specifica per notebook.

XGI si vuole proporre sul mercato in contrapposizione con i due colossi ATI e nVidia, sfruttando il vantaggio competitivo in termini di costi dato dall'essere basata a Taiwan. Sarà interessante verificare quanto questo brand riuscirà a guadagnare credibilità in un agguerrito mercato come quello delle soluzioni video di fascia media e alta.

Anche VIA, noto produttore di chipset taiwanese, utilizzerà il Computex quale vetrina per presentare la propria nuova generazione di chip video, noti con il nome di Deltachrome. Di questa soluzione sono disponibili pochi dettagli tecnici ma sarà sicuramente per API DirectX 9, possibilmente rivolta più ai sistemi mobile e all'integrazione in chipset.

Molteplici sono le cause che potranno portare nVidia e ATI a non presentare le prossime generazioni di chip video di fascia alta, meglio note con i nomi in codice di rispettivamente NV40 e R420. Ecco a nostro avviso le principali:

  • sia ATI che nVidia hanno la necessità di presentare al mercato prodotti che siano immediatamente disponibili al debutto, o comunque nel giro di alcune settimane. Se ATI è stata capace, con la serie di chip R300 e R350, di mantenere un time to market ottimale, nVidia ha completamente mancato i tempi previsti di debutto per le schede NV30, con notevoli ripercussioni sia verso gli utenti, sia soprattutto verso i propri partner commerciali. ATI non può ovviamente correre, al pari di nVidia, il rischio di presentare una soluzione tecnicamente eccellente ma non disponibile sul mercato;
  • NV40 e R420 sono state pensate per utilizzare architettura PCI Express e non la tradizionale AGP 8x; per questo motivo prima che esse possano debuttare in volumi sul mercato dovranno essere disponibili schede madri e chipset con supporto PCI Express. Questi prodotti non arriveranno prima del secondo trimestre del 2004. E' ovviamente possibile per ATI e nVidia montare sulle proprie schede un bridge che permetta di collegare queste schede su Slot AGP 8x, così da mantenerne la compatibilità con l'attuale generazione di schede madri;
  • un ciclo produttivo di 6 mesi rischia di diventare deleterio sia per i produttori, costretti a produrre nuove soluzioni per restare nei tempi originariamente previsti, sia per il mercato, incapace di capire se l'acquisto di una nuova scheda video sarà adatto a garantire buona giocabilità per un periodo di tempo il più possibile lungo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

40 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
bananarama02 Settembre 2003, 11:24 #1
r360 ancora a 0.15? E basta! Chissa' se ce la fara' a tirare fuori performance degne dei suoi predecessori e soprattutto chissa quale sara' "l'innovativo sistema di raffreddamento"....

ciao
ally02 Settembre 2003, 11:29 #2
...anche VIA si affaccia sul mercato...è interessante come sia nVidia che ATI siano sempre pressate dalla loro stessa logica di mercato
matteo198602 Settembre 2003, 11:41 #3
Credo che l'RV360 si rivelerà una soluzione interessante, sempre che rimanga sotto i 250€...
tacito7702 Settembre 2003, 11:42 #4
Ho sempre sostenuto che molti modelli portavano beneficio al mercato ...... ma adesso è una babele!
Temo che alla fine della "fiera" le uniche schede veramente di livello decente, rispetto la precedente generazione, costeranno ancora di più!
Ormai si parla di livello medio sui 300 $ (poi ci sarà l'IVA).....
MaxFactor[ST]02 Settembre 2003, 11:48 #5

x banarama

se usano lo 0.15, evidentemente hanno le loro ragioni
e poi se funziona e non fa il rumore dell'FX, chisse ne frega se non passa allo 0.13!
Dragon200202 Settembre 2003, 11:49 #6
Mi piace questo Rv360,chissa a Natale potrei vendere la mia 9500pro e sostituirla con questa bestiola.
fugazy02 Settembre 2003, 11:56 #7
ancora nulla da S3 insomma...
Filippo7502 Settembre 2003, 12:01 #8
Son curioso di vedere l'innovativo sistema di raffreddamento di R360, speriamo non sia una cavolata tipo la vecchia turbina Nvidia.
dottorkame02 Settembre 2003, 12:09 #9
Ma l NV38 ha solo 50 mhz di gpu in piu' dell' NV 36 e basta?
Da questo sembra quasi che sia un NV 36 overclokkato
KAISERWOOD02 Settembre 2003, 12:10 #10

a tutto vantaggio dell'utente finale (esperto però)

Rgazzi alla fine questo casino va bene solo per noi e hci segue attentamente il mercato informatico, perhcé bene o male riusciamo a capire quale è il prodotto + adatto alle nostre tasche vagliando la possibilità tra le vecchie schede. Un mio conoscente è riuscito a scambiare la sua nuova radeon 9600 con un 9500pro(@9700) + un conguaio a discapito del malcapitato (se l'è cercata cmq). Non credo che Via entrerà nel mercato, gli interessa solo sviluppare grafica al passo con i tempi per integralo nei chipset normali e mobile in previsione del sistema operativo del Microsft che richiede un dx9. E' interessante noatre com ealla fine tutti i produttori di chipset non hanno grosse difficoltà sviluppare grafica dx9.0 per i propri chipset al contrario di Intel che non ha investito molto, infatti la grafica che integra nei propri chipset mi pare che non è neanche dx 7 e che si è limiatta soltanto ad alzare la frequenza del core e pensare che intel una volta voleva entrare in questo mercato.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^