Intervista con nVidia

Intervista con nVidia

Huang Jen-hsun, CEO e presidente di nVidia, esprime le proprie riflessioni sul mercato delle schede video per il 2003

di pubblicata il , alle 09:26 nel canale Schede Video
NVIDIA
 
Sul sito web Digitimes, a questo indirizzo, è stata pubblicata una dettagliata intervista con Huang Jen-hsun, CEO e presidente di nVidia.

Gli elementi d'analisi emersi durante l'intervista sono numerosi e tutti estremamente interessanti; in particolare molto ricco di spunti è questoe stratto sul proceso produttivo a 0.13 micron:
0.13-micron production expected to greatly increase this year

Q: How has the market responded to Nvidia’s first 0.13-micron process graphics chip, the GeForce FX (NV30)? Could you tell us more about Nvidia’s production plans in 2003?

A: At the initial stage, Nvidia will ship 1.5 million NV30 chips and will also make cards based on the top-end GeForce FX 5800 Ultra (NV30 core) itself. The lower-end GeForce FX 5800 chips, however, will be released to downstream card manufacturers for production.

Currently, Nvidia’s wafer orders at Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC) are mostly intended for the new NV30-family chips. With launches of other NV30-family products in the near future, we expect that NV30-based products will account for more than 50% of Nvidia’s overall shipments by year-end.

So far, most of Nvidia’s graphics chips have been manufactured on the 0.15-micron process at TSMC’s 8-inch fabs, but we expect the ratio of 0.13-micron production will grow greatly this year. The timing of the transfer of production to the 12-inch fabs depends on TSMC’s schedule. When we move production to the 12-inch fabs, we will also start adopting the copper process. For the moment, we are not considering using low-k technology due to its immaturity at the upstream stage.
La prossima introduzione di nuovi chip derivati dal progetto NV30, le soluzioni note con i nomi in codice di NV31 e NV34, dovrebbe permettere a nVidia di ottenere una produzione complessiva di chip NV30 che superererà le 1,5 milioni di unità.

Gli ordini attualmente in evasione presso le fonderie TSMC sono in buona sostanza per chip di fascia media e entry level (NV34 e NV31); per la fine dell'anno nVidia conta di avere più del 50% dei propri chip video basati su tecnologia NV30.

Del resto, obiettivo di questo produttoire è di fornire soluzioni video compatibili DirectX 9, quindi derivate dal progetto NV30, nella fascia di prezzo da 99 dollari a 399 dollari.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Janos12101 Marzo 2003, 09:47 #1

SEMBRA PASSATO UN SECOLO DA QUANDO….

…il CEO di NVIDIA annunciava che la società di Santa Clara avrebbe presentato un nuovo chip ogni 6 mesi il che faceva legittimamente pensare che anche sul mercato sarebbe arrivata una nuova GPU a distanza dello stesso lasso di tempo.
Invece la vicenda dell’NV 30 ci ha insegnato che purtroppo le parole del capo di NVIDIA erano troppo ottimistiche. Il GeForce FX che doveva stupire tutti noi con le sue prestazioni mirabolanti ha stupito solo per il suo grande ritardo.
Vorrei ricordare per quanto riguarda la vicenda dell’NV 30 quanto da me scritto in un altro commento:

“Nei commenti alle notizie sulle schede video fatti su HWUPGRADE i tifosi di ATI sono la maggioranza. Io sono tra quelli che hanno sempre creduto nell’NV 30 considerando le caratteristiche notevoli che erano state annunciate per il chip (in particolare processo produttivo a 013 micron e memorie DDR II). Mi aspettavo dalla versione più performante degli NV 30 (con ben 500 Mhz di core) delle prestazioni decisamente più brillanti di quelle del 9700 PRO di ATI ed invece dai benchmark diffusi fino ad ora mi sembra proprio che non sia così.
Secondo il mio modesto parere NVIDIA ha commesso diversi errori sia produttivi che di marketing:

1) sembra che inizialmente l’NV 30 fosse stato concepito con 6 pipelines con 2 TMU ciascuna e che poi si sia deciso di passare ad 8 pipelines a causa delle prestazioni più alte del previsto del concorrente ATI R 300 (9700 PRO). Si è perso così del tempo per riprogettare la GPU contribuendo al ritardo finale del GeForceFX. Si doveva invece andare avanti col progetto a 6 pipelines: le prestazioni sarebbero state inferiori rispetto al prodotto che conosciamo ma l’NV 30 sarebbe arrivato probabilmente per il periodo natalizio con un bel po’ di soldi in più nelle casse di NVIDIA;
2) Dave Kirk (chief scientist pesso la società americana) ed i suoi collaboratori hanno voluto strafare andando oltre le DirectX 9 studiando tecnologie non necessarie per una piena compatibilità dell’NV 30 con le nuove librerie di Microsoft con conseguente ritardo di settimane nello sviluppo della GPU. Si doveva invece più semplicemente sviluppare un prodotto che fosse compatibile con la versione definitiva delle DirectX 9;
3) NVIDIA una volta resasi conto che non avrebbe più potuto vendere l’NV 30 nel periodo natalizio avrebbe dovuto aggiornare i GeForce 4 Ti in maniera più consistente (e non solo rendendo compatibili queste GPU con l’AGP 8X) magari realizzando una versione di questi processori grafici con supporto alle memorie a 256 bit;
4) NVIDIA non avrebbe dovuto riferire a nessuno le sue intenzioni di mollare il progetto NV 30 per dedicarsi al suo successore NV 35. Queste notizie anche se fornite in maniera riservata finiscono per trapelare diventando di dominio pubblico con conseguente grave danno d’immagine per l’azienda. La società di Santa Clara avrebbe potuto più tranquillamente vendere l’NV 30 per qualche mese sviluppando nel frattempo l’NV 35 e commercializzando quest’ultimo senza i ritardi che hanno caratterizzato invece il GeForce FX.



Il problema di fondo di NVIDIA è rappresentato dalle sue manie di grandezza, dal suo desiderio di voler essere sempre l’azienda che produce la GPU più potente del mercato.
La società californiana invece dovrebbe badare più al mercato e meno a ciò che fa ATI,
dovrebbe sfornare prodotti meno rivoluzionari ma che arrivano sul mercato rapidamente:
in altre parole dovrebbe fare dei passi più piccoli se non vuole rischiare di inciampare come è successo con l’ex bomba NV 30.







Mr.Gamer01 Marzo 2003, 10:02 #2
parole sante
Marino501 Marzo 2003, 10:45 #3

Finalmente

un commento come si deve, molto obiettivo e non di parte.
Concordo in pieno.
milvius01 Marzo 2003, 11:12 #4
Ah, quindi meglio 2 chip all'anno, uno che è la versione overclockata del precedente... come è stato finora? Preferisco le innovazioni! Lode a nVidia per aver cercato di fare qualcosa di più evoluto, peccato non le sia riuscito in pieno . Lode ad ATi per aver tirato fuori quel gioiellino che è l'R300!
pg08x01 Marzo 2003, 11:19 #5
A me risulta che le pipeline fossero 4 x 1 tmu, poi hanno raddoppiato le tmu per cercare di star dietro ad ati.

Il volere a tutti i costi uscire con la scheda + veloce è stato lo sbaglio, sbaglio che ha portato a ridicolizzarsi per l'overclock estremo con cui hanno sperato quale ultima risorsa di risolvere i loro problemi di performance.

Più che un progetto rivoluzionario a me questo nv30 pare un progetto "bacato" e "fuori standard" per esempio directX9 è studiato per almeno 8 pipelines "effettive" e addirittura nv31 ed nv34 non sono neppure full directx9 compliant.
Cramerx01 Marzo 2003, 11:27 #6
giustissimo, ma credo che nvidia non ci abbia detto tutta la verità(magari!), credo che abbia sicuramente in servo per noi delle belle sorprese...(almeno spero!)... A parte gli scherzi non credo che una società così grande e prestigiosa commetta delle stron..te(perchè obiettivamente l'NV30&CO. sono delle stron..te) così grosse (la FIAT è un caso a parte!) e non faccia nulla per rimediare... O forse, è possibile che tutte le stron..te che sta facendo adesso non siano, in qualche modo, previste? voglio dire, che non sono fatte apposta, ma che il progetto NV30 fa parte di un cammino(lungo, difficile e forzato) verso un obbiettivo ben più complesso e colossale dell'NV30(-35) stesso!?! dopo tutto i soldi per avventurarsi in un'avventura del genere li ha, quindi perchè no?
...chissà se tra un annetto non avremo veramente il fantomatico "fotorealismo"...
(Toh, l'ho buttata lì, adesso non borritemi vi prego!)
halduemilauno01 Marzo 2003, 12:15 #7
X pg08x
guarda che gia le geffo4ti sono 4X2.e ti pare che nVidia per la sua nuova scheda adotti il 4X1?.
le geffex sono 4X2.
dove hai letto che per le DX9 servono 8 pipelines?
e per concludere credo che almeno una delle due nuove schede sia DX9.
pandyno01 Marzo 2003, 12:47 #8
Per essere full dx9 occorrono 8 pipe è d aspecifica DX9.
quindi NV30 e la radeon 9500 liscia in linea teorica non lo sono.
nightmare8201 Marzo 2003, 12:59 #9
concordo in pieno con CRAMERX...anke secondo me nVidia sta progettando molto alungo termine...questo NV30 nn è altro che la piattaforma di lancio per lo sviluppo dei futuri, super potenti (spero!) chip 3D.... certo, probabilmente nemmeno loro si aspettavano che la FX sarebbe stata così "deludente", ma sn convinto anke io che hanno grosse idee in mente...anzi, forse questa storia della FX è stata un bella sveglia per tutti gli ingengeri della azienda di santa clara....ora si daranno una bella svegliata e lavoreranno sodo per l'NV35 o addirittura l'NV40.....se sarà una bomba lo staremo a vedere....ma oramai "hanno già dato"...."l'errore" è già stato commesso ( quello di sopravvalutarsi )....però adesso ci sn le basi di partenza per sviluppare un ottimo chip....aspettando NV40 e R400(??) mi godo fifa'98 con la mia geffo 2 MX))))....byez
nightmare8201 Marzo 2003, 13:00 #10
PS=.....alla MASSIMA RISOLUZIONE)))))!!!!!!!!....CHE BOMBA!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^